Diversità, equità e inclusione

Il nostro impegno in favore della diversità, dell'equità e dell'inclusione

Open source participation guidelines
Jump to section

Riconoscimento

Red Hat è consapevole degli ostacoli, delle ingiustizie, della marginalizzazione e dei traumi che molte persone si trovano ad affrontare lavorando con community open source e nel settore tecnologico. È inoltre consapevole del fatto che barriere sistemiche e socioeconomiche a livello globale hanno impedito a molte categorie di avere accesso a questo settore o di dare il proprio contributo nelle community open source.


Red Hat adotta una cultura completamente incentrata sui principi alla base dell'universo open source, ossia trasparenza, collaborazione e inclusione, che riconosce le idee migliori indipendentemente dalla loro provenienza.

In quest'ottica, offre a persone con diversi contesti di provenienza, orientamenti ed esperienze i presupposti necessari a collaborare per condividere idee, mettere in discussione lo status quo e dare impulso all'innovazione. A tutti coloro che entrano a contatto con la nostra cultura vogliamo garantire la stessa accessibilità e le stesse opportunità. Desideriamo che ogni singola voce venga non solo ascoltata, ma anche valorizzata.

Visione, missione e strategia

Nella nostra visione, Red Hat è un luogo in cui ogni attività è caratterizzata da diversità, equità e inclusione (DEI), in cui chiunque può sentirsi parte di qualcosa di più grande, in linea con gli obiettivi aziendali e in grado di esprimere appieno il proprio potenziale e la propria personalità. Inoltre miriamo a un futuro in cui rappresentare al meglio le comunità globali nelle quali viviamo, lavoriamo e operiamo. Si tratta di una visione che punta alla valorizzazione e al rispetto non soltanto della diversità di pensiero, ma anche della diversità di identità.


Secondo la missione e la strategia di base da adottare per rendere sempre più concreta questa visione, Red Hat deve essere un luogo sicuro e inclusivo per tutti i dipendenti e fare in modo che i gruppi emarginati siano rappresentati al suo interno in modo equo. Teniamo fede a questa missione facendo in modo che l'azienda resti aperta a tutti i pareri e ai valori di diversità, equità e inclusione.

Determinazione e allineamento degli obiettivi

La strategia DEI è incentrata su quattro obiettivi e pilastri strategici pensati per migliorare il coinvolgimento, il benessere e la crescita professionale dei dipendenti e aumentare la rappresentazione delle comunità più emarginate nel mondo.
Icon-Red_Hat-Misc-Globe-A-Black-RGB

Valorizzare e sostenere i dipendenti appartenenti alle comunità emarginate nel mondo

Icon-Red_Hat-Science-Brain-A-Black-RGB

Migliorare la sicurezza psicologica e le dinamiche di inclusività nei team in tutto il mondo

Icon-Red_Hat-People_and_audiences-Handshake-A-Black-RGB

Raggiungere una base condivisa di conoscenza dei concetti DEI attraverso la formazione

Icon-Red_Hat-Diagrams-Community_People-A-Black-RGB

Introdurre prassi inclusive di assunzione e sviluppo per incrementare la rappresentazione a tutti i livelli

Per garantire il rispetto di ciascuno di questi principi, abbiamo definito priorità, azioni, risultati e metriche. Tutti i membri senior del team esecutivo si sono impegnati per inserire gli obiettivi DEI tra quelli gestionali di business allineati agli obiettivi strategici.

Policy e Codice di condotta ed etica aziendale

Red Hat dispone di un Codice di condotta ed etica aziendale ("Codice di condotta") e di altre policy e procedure che delineano le responsabilità dei dipendenti Red Hat® e l'impegno della società in favore di diversità, equità e inclusione. Tra queste si annoverano, a titolo esemplificativo, la Policy globale che vieta discriminazioni, molestie, bullismo, favoritismi e ritorsioni, la Policy sulle pari opportunità di impiego, la Policy sulle soluzioni per i dipendenti di Red Hat con disabilità e la Policy per l'azione positiva.

Red Hat non tollera comportamenti illegittimi di alcun tipo, quali discriminazioni, molestie, bullismo, favoritismi o ritorsioni, in alcuna interazione, interna o esterna all'azienda.

Red Hat proibisce qualsiasi discriminazione o molestia sulla base di criteri quali età, abilità fisica o mentale, razza, colore della pelle, etnia o origine nazionale, sesso, genere, gravidanza, orientamento sessuale, identità o espressione di genere, credo religioso, stato civile, informazioni genetiche, stato militare o di veterano o qualsiasi altra caratteristica protetta dalla legge. Red Hat mira a ottemperare a tutte le leggi applicabili che nel mondo vietano le discriminazioni correlate a qualsiasi aspetto dell'impiego, inclusi assunzione, risoluzione del contratto di lavoro, retribuzione, mansioni, promozioni, messa in cassa integrazione, formazione, indennità accessorie e qualsiasi altro termine o condizione di impiego.

Inoltre, Red Hat non tollera commenti o approcci sessuali indesiderati, insulti o battute di natura razziale, religiosa, sessista o omofoba/transfobica, né qualsiasi altra condotta, come il bullismo, che crei o incoraggi la creazione di un ambiente di lavoro offensivo o intimidatorio.

Responsabilità dei dipendenti

I concetti DEI sono una responsabilità di tutti a Red Hat. Per creare una cultura davvero inclusiva, i dipendenti di tutto il mondo devono impegnarsi attivamente ogni giorno.

Ogni dipendente deve:

  • Attenersi al Codice di condotta, alle altre policy aziendali e a tutte le leggi in vigore.
  • Rispettare la diversità e l'identità di colleghi, clienti, partner e membri della community open source.
  • Creare spazi sicuri in cui tutti i dipendenti abbiano la possibilità di crescere e portare al lavoro la propria identità più autentica.
  • Scoprire i propri pregiudizi impliciti e i potenziali comportamenti discriminatori e prendere provvedimenti per migliorare le proprie competenze interculturali e in materia di diversità.
  • Svolgere tutti i corsi e la formazione richiesti per dare vita a un ambiente più inclusivo ed etico.

Responsabilità del team esecutivo

Anche i leader a tutti i livelli dell'organizzazione e in tutto il mondo devono dare il proprio contributo per il raggiungimento degli obiettivi DEI e impegnarsi per costituire team inclusivi e diversificati.

Ogni leader è incaricato di:

  • Dare l'esempio con comportamenti inclusivi e rispettosi sul luogo di lavoro.
  • Impegnarsi in favore degli obiettivi di prestazioni individuali allineati agli obiettivi strategici DEI.
  • Sostenere la diversità dei candidati e delle commissioni di selezionatori nel processo di acquisizione dei talenti.
  • Creare ambienti inclusivi tra i team e offrire pari opportunità e possibilità di accesso alle informazioni e alle opportunità di avanzamento professionale.
  • Informare immediatamente i rappresentanti incaricati del team legale o Risorse umane laddove si venga a conoscenza di discriminazioni, molestie o altri comportamenti indesiderati, come il bullismo, a danno di un dipendente.
  • Attribuire le responsabilità individuali, e darvi seguito con azioni adeguate, nel caso in cui un dipendente si renda colpevole di atti discriminatori, molestie, bullismo o altri comportamenti che portino alla realizzazione di un ambiente pericoloso per gli altri o non conformi al Codice di condotta, ad altre policy o alle leggi in vigore.
  • Fornire soluzioni ragionevoli per i candidati diversamente qualificati o i dipendenti con diverse abilità, in conformità alle policy Red Hat.
  • Collaborare con il team Risorse umane globale per offrire un livello ragionevole di flessibilità al fine di soddisfare altre esigenze dei dipendenti, come quelle associate alla religione, allo stato militare, alla situazione genitoriale/familiare o ai periodi di transizione nella vita personale.

Segnalare comportamenti o interazioni inappropriati.

I dipendenti di Red Hat che ritengano in buona fede di essere stati oggetto o testimoni, oppure di essere venuti a conoscenza di comportamenti contrari al Codice di condotta di Red Hat o ad altre policy, incluse quelle in materia di discriminazione, molestie, bullismo e ritorsioni, devono informare immediatamente il team Risorse umane globale o il dipartimento legale, oppure effettuare una segnalazione al numero verde di Red Hat per l'etica e la conformità, anche in forma anonima.

Divieto di ritorsioni

Red Hat non punirà, discriminerà o reagirà con ritorsioni contro i dipendenti che segnaleranno tali comportamenti in buona fede, indipendentemente dal riscontro definitivo della loro veridicità, o per la collaborazione nell'ambito di eventuali indagini o inchieste relative a tali comportamenti.

Conseguenze

Red Hat prende molto sul serio le tematiche di diversità, equità e inclusione. I dipendenti che violano l'impegno di Red Hat così come delineato nel Codice di condotta e nelle policy incorreranno in azioni disciplinari e/o correttive appropriate, che potrebbero comprendere, a titolo esemplificativo, richiami scritti o orali, sospensione, riassegnazione, demansionamento e cessazione del rapporto di lavoro.

Impegno per la diversità, l'equità e l'inclusione

Red Hat si impegna in favore della diversità, dell'equità e dell'inclusione per tutti i dipendenti, oltre che per le community globali di partner, clienti e collaboratori open source. Ci aspettiamo che i rapporti con clienti, partner e community open source abbiano luogo in un ambiente basato sul rispetto reciproco e sulla professionalità.


Il nostro motto per i concetti DEI è "L'inclusione ispira l'innovazione".

Sulla base della ricerca svolta da Coqual, gruppo di consultazione e think tank no profit, sappiamo che per avvalersi di ampie capacità di innovazione è necessaria una forza lavoro intrinsecamente diversificata, in cui i leader diano priorità alle differenze, valorizzino ogni opinione e gestiscano le difficoltà, invece di ignorarle.


Continueremo a lavorare con i nostri dipendenti, con le community DEI e con il settore in senso lato per creare un ambiente più inclusivo, equo e giusto per tutti e lasciare ampi margini di ripresa e di crescita. Diversità, equità e inclusione sono imperativi sociali e di business e fanno di Red Hat un'azienda più innovativa e di successo.


Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2021