Cerca
Italiano
Italiano
Accedi Account
Accedi / Registrati Account
Website

Video

Approcci e tecnologie open source per un'agricoltura sostenibile

Informazioni su questo video

Per la versione italiana dei sottotitoli, seleziona la lingua dalle impostazioni

Red Hat ha scelto di raccontare le iniziative delle tante persone che impiegano la tecnologia open source per trovare soluzioni a problemi che interessano tutti. I cortometraggi e gli articoli della serie Open Source Stories raccontano le esperienze di coloro che, con il loro impegno e un approccio open source, stanno cambiando il mondo per trasformarlo in un posto migliore.

C'è chi usa l'open source e gli open data per preservare habitat e per connettere le comunità, c'è chi integra l'agricoltura di precisione per un'agricoltura sostenibile ed efficiente, e c'è chi promuove i principi dell'open source insegnando agli alunni a creare e condividere soluzioni attraverso la collaborazione.

In questo video, intitolato Farming for the Future, conosceremo alcune tra le persone che si stanno impegnando per innovare il futuro dell’agricoltura. Si tratta di insegnanti, studenti, agricoltori e produttori che utilizzano strumenti e approcci open source per migliorare la qualità dei metodi di coltivazione e della nostra alimentazione.

 

Durata
10:34
Data
7 maggio 2019

Ulteriori informazioni

Trascrizione

[Alunni]
- Non avevo mai sentito parlare di agricoltura.
- Fino a poco tempo fa, avrei pensato a una pecora che bela o a un cavallo che nitrisce.
- Io pensavo a un’enorme stalla rossa per il bestiame.
- Per me un agricoltore vive in un enorme spazio aperto.
- Si occupa del raccolto.
- È un uomo con la barba.
- Ha la barba lunga e un cappello di paglia.

Dr. Dorn Cox, Direttore Ricerche presso il Wolfe's Neck Center for Agriculture and the Environment
L’agricoltore era associato ad un ambiente specifico. Penso che anche questa concezione stia cambiando. Viviamo in un’epoca straordinaria da questo punto di vista. Stiamo ridefinendo il ruolo dell'agricoltore.

FREEPORT, MAINE
[Dorn Cox] In inverno si decide cosa si coltiverà per il resto della stagione. Curiamo e nutriamo gli animali. Inoltre, ci prepariamo alla semina primaverile. Secondo H. Buffett, ogni agricoltore ha 40 stagioni per apprendere il mestiere. La collaborazione ci permette di fare centinaia e migliaia di esperienze che ci aiutano a prendere decisioni per la stagione successiva. Sono a capo della ricerca al Wolfe's Neck Center for Agriculture and Environment, un’azienda agricola di 600 ettari nell'area di Casco Bay. Sono anche un agricoltore specializzato in risorse naturali e scienze della Terra. Studio la tecnologia open source e come utilizzarla per stabilire una connessione con l’ambiente. Una delle principali sfide consiste nel produrre più cibo, nonostante i cambiamenti climatici.

Alcuni dati: Entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà 9,8 miliardi di persone. La domanda di cibo subirà un aumento del 49%.

[Dorn Cox] Ormai siamo in grado di ripristinare e di rigenerare numerosi habitat. Utilizziamo molte tecnologie open source: computer Raspberry Pi, sistemi operativi UNIX, per la progettazione di sensori e il collegamento in rete. Sono strumenti interdipendenti. Ogni azienda agricola potrebbe trasformarsi in un luogo di ricerca e iniziare a coltivare laddove  l'agricoltura è assente.

ST. LOUIS, MISSOURI
Drew Thomas, COO & Cofondatore del progetto MARSFarm
Il progetto MARSFarm prevede la coltivazione di piante su Marte. Sfruttare Marte per sviluppare tecniche agricole potenziate destinate alla Terra pone la sfida di trovare una correlazione tra le due realtà. Sappiamo che, sulla Terra, seminando avremo probabilmente dei frutti. Non è detto, però, che sia il modo migliore per coltivare una pianta. 

Peter Webb, CEO & Cofondatore del progetto MARSFarm
Nell’ambito di questa missione abbiamo progettato e creato il Minimum Viable Product (MVP) Food Computer. Abbiamo ideato una formula che consente a chiunque di coltivare piante e creare ricette ovunque, purché vi sia l’ambiente giusto. Forniamo dei kit agli insegnanti per effettuare esperimenti in classe, con i propri studenti.

[Drew Thomas] Sono disponibili molte versioni di food computer. Alcune sono complesse e difficili da realizzare. Esistono sensori che costano centinaia di dollari. Noi vogliamo che il computer risponda a esigenze di base, perché ognuno abbia il livello di competenza scientifica necessaria. A questo progetto open source hanno collaborato almeno un centinaio di gruppi che si sono occupati della creazione di food computer. Possedere 500 ettari di terra e una mietitrebbia è costoso. Un piccolo affare multimilionario, a dir poco proibitivo.

Alcuni dati: Appena il 9% degli agricoltori ha meno di 35 anni. L’agricoltore americano ne ha in media 58.

[Peter Webb] L’età media di un agricoltore è 58 anni. Un vasto gruppo di persone competenti che presto non lavorerà più. Per contrastare questa tendenza, dobbiamo istruire le nuove generazioni.

LONG ISLAND, NEW YORK
Christopher Kasper, West Hollow Middle School
FarmBot è un sistema di agricoltura automatizzato gestibile ovunque. Abbiamo cercato di creare una sequenza di operazioni di semina tramite comandi, una sequenza di operazioni automatiche. Difficile, ma siamo riusciti a ottenerla.

ST.LOUIS, MISSOURI
Malachi Williams, Steger 6th Grande Center
L’acquaponica consente di utilizzare pesci per favorire la diffusione di batteri per favorire la crescita di altre piante.

Max McDade, Steger 6th Grande Center
L'acquaponica è un metodo naturale che consente di produrre più cibo, più rapidamente.

[Malachi] - Un gruppo osserva le piante e la velocità con cui crescono, mentre un altro si concentra sui sensori.

BALTIMORE, MARYLAND
Arielle Johnson, Green Street Academy
Gli Stati Uniti registrano un tasso di obesità elevato. Ci occupiamo di realizzare food computer destinati a scuole elementari e medie, per insegnare ai bambini come scegliere cibi sani sin da piccoli.

 

Melanie Shimano, Fondatrice del progetto Food Computer Program
Io prendo risorse a Baltimora,. Chris è a Long Island, Chantelle a St. Louis... Tutti ormai si rendono conto delle difficoltà e propongono soluzioni basate sulla tecnologia open source.

Chris Regini, STEAM Educator, West Hollow Middle School, Half Hollow Hills Central School District
Oggi parte il nostro programma di idroponica. L'opportunità che ci è stata offerta ci ha concesso di incontrare educatori che lavoravano a progetti simili. Così abbiamo potuto proporre ai nostri studenti uno scambio di informazioni. Parliamo di cosa coltiviamo e del perché lo facciamo.

[Alunna] - Oggi abbiamo piantato i nostri semi in giardino.

Chantell Mason, Insegnante di informatica scuola secondaria di primo grado,
Steger 6th Grade Center, Webstar Groves School District

La condivisione delle idee è importante perché mette tutti sullo stesso piano.
- Ecco la presentazione. Spiega chi siamo e in cosa consiste il nostro progetto.
- Guardiamo il mondo da una prospettiva reale, per non sentirci sperduti, per mantenere un contatto e aiutare i bambini a guardare sempre oltre.

[Dorn Cox] - Creare opportunità e permettere a chiunque di porre domande sull'agricoltura è estremamente importante. La condivisione delle conoscenze ci migliora come agricoltori. Inoltre, crea punti di incontro che abbattono le barriere culturali tra ambienti rurali e ambienti urbani.

[Chris Regini] - Gli studenti devono poter sfruttare strumenti open source e risolvere problemi così da diventare gli artefici del proprio futuro.

[Dorn Cox] - L’agricoltura e i suoi prodotti dovrebbero rispecchiare la comunità che li produce.

[Peter Web] - La concezione dell’agricoltore non resterà ancorata ai vecchi schemi. Deve cambiare.

- Prima di questo progetto non consideravo il nostro un contributo all'agricoltura.
- Per molti di noi, è stata un’esperienza illuminante. Anche per me.
- Non vedevo il nesso tra agricoltura e tecnologie.
- L'agricoltura non deve essere ristretta a un campo. Si può coltivare a casa. Chiunque può essere un agricoltore.
- Io mi considero un agricoltore.
- Voglio coltivare piante da vendere.
- Desidero che la mia comunità cambi il modo di mangiare e di vivere.
- È straordinario avere a disposizione del cibo indipendentemente dalle stagioni.
- Insieme proviamo a risolvere i problemi che dovremo affrontare in futuro.

Scopri come partecipare al progetto Farming for the Future.