Logo di Red Hat
linea tratteggiata

2022

Global Tech
Outlook

Un report di Red Hat

Informazioni sul report

Ogni anno Red Hat intervista leader e responsabili delle decisioni in ambito informatico (IT) per scoprirne le priorità e gli obiettivi tecnologici per l'anno seguente, oltre alla posizione nel percorso di trasformazione digitale. Questo ci permette di capire più chiaramente cosa possiamo fare per andare incontro alle aziende nella fase esatta in cui si trovano. Quest'anno abbiamo intervistato 1.341 responsabili delle decisioni in ambito IT, tra cui vari clienti di Red Hat® e diversi rappresentanti di vari settori.

Scarica il report completo

La maggior parte degli intervistati ha piani di trasformazione digitale per il prossimo anno, il 67% dei quali in fase di trasformazione, di accelerazione o all'avanguardia.

36% Aziende in fase di accelerazione o all'avanguardia

31% Aziende in fase di trasformazione

19% Aziende emergenti

14% Aziende che non hanno ancora iniziato il percorso o si trovano nelle fasi iniziali

67%

36% Aziende in fase di accelerazione o all'avanguardia

31% Aziende in fase di trasformazione

19% Aziende emergenti

14% Aziende che non hanno ancora iniziato il percorso o si trovano nelle fasi iniziali

Tra le aziende in fase di accelerazione, il 52% ha menzionato la pandemia globale come motivo principale alla base dell'accelerazione delle iniziative di trasformazione digitale.

Rispetto al mercato in generale, i clienti di Red Hat sembrano leggermente più avanti nelle iniziative di trasformazione digitale.

10% 19%

Non cliente

Cliente

Il 19% dei clienti Red Hat ha dichiarato di essere all'avanguardia nella trasformazione digitale, contro appena il 10% dei clienti non Red Hat.

Nel sondaggio di quest'anno la mancanza di competenze o personale specializzato ha raggiunto il primo posto tra gli ostacoli alla trasformazione digitale.

26% 23% 23% 22% 22%

Mancanza di competenze o
personale specializzato

Debito tecnico

Problemi di integrazione

Mancanze/rischi in termini di conformità

Cambiamento delle
esigenze di gestione dell'IT

Per quanto riguarda la mancanza di personale specializzato...

Più organizzazioni stanno riconoscendo che per la trasformazione digitale il personale è importante tanto quanto la tecnologia stessa.

37% 36% 32% 27% 27%

Formazione sulle competenze tecniche

Strategia di trasformazione digitale

Formazione sulle competenze tecniche per persone e processi

Conformità

Stabilità organizzativa

Di conseguenza, sia la formazione sulle competenze tecniche sia quella sulle competenze tecniche per persone e processi sono rientrate tra le priorità di investimento non IT per il 2022.

Nel frattempo, le prime tre priorità di investimento in ambito IT (sicurezza IT, gestione del cloud e infrastruttura cloud) restano coerenti con i risultati dello scorso anno…

46% 38% 35% 28% 28%

Sicurezza IT

Gestione del cloud

Infrastruttura cloud

Automazione delle operazioni IT

Ottimizzazione dell'IT esistente

… con l'automazione delle operazioni IT che quest'anno sale di 2 punti percentuali. Il concetto di automazione compare anche nell'ambito di altre priorità di investimento.

L'automazione della sicurezza resta la massima priorità di investimento per quanto riguarda le priorità di automazione generali.

36% 35% 31% 29% 26%

Automazione della sicurezza

Automazione dei servizi cloud

Automazione della virtualizzazione

Automazione della rete

Automazione dei server Linux

Questo rispecchia il fatto che le prassi DevSecOps moderne, e le buone prassi di sicurezza in senso lato, necessitano di sicurezza continua e automatizzata nell'intero ciclo di vita dei software.

Per quanto riguarda la sicurezza…

La sicurezza resta prioritaria in tutti gli ambiti di investimento.

38% 37% 30% 27% 27%

Sicurezza della rete

Sicurezza del cloud

Protezione, privacy e sovranità dei dati

Gestione delle vulnerabilità

Intelligence, protezione e risposta alle minacce

La sicurezza della rete resta la massima priorità di investimento sotto il profilo della sicurezza, attestandosi al 38%, mentre la gestione delle vulnerabilità è aumentata di ben 6 punti percentuali rispetto al sondaggio dello scorso anno, salendo al 27%.

Quellaibrida è risultata la strategia cloud più diffusa… nonostante il 18% degli intervistati stia ancora definendo la propria.

30% Cloud ibrido

18% Strategia cloud ancora
in fase di definizione

14% Principalmente cloud privato

13% Multicloud

12% Standardizzazione su un
singolo cloud pubblico

9% Principalmente
cloud pubblico

5% Nessun programma

30% Cloud ibrido

18% Strategia cloud ancora in fase di definizione

14% Principalmente cloud privato

13% Multicloud

12% Standardizzazione su un singolo cloud pubblico

9% Principalmente cloud pubblico

5% Nessun programma

*Totale 101% a causa dell'arrotondamento

"Principalmente cloud privato" ha evidenziato il calo maggiore quest'anno, dal 17% al 14%, con una maggiore propensione all'uso del cloud privato in Nord America e nelle regioni EMEA (Europa, Medio oriente e Africa), rispetto alle regioni Asia Pacifico (APAC) e America Latina (LATAM).

2022 Global Tech Outlook

Scarica il report completo

Esamina in modo più approfondito questi e altri risultati per scoprire cosa influisce sulle priorità di investimento in ambito IT, sulle strategie di cloud ibrido e sull'adozione delle tecnologie emergenti come l'edge computing, l'intelligenza artificiale e il machine learning.

Scarica il report completo

Richiedi il report dello scorso anno

linea tratteggiata