EX125

Red Hat Certified Specialist in Ceph Storage Administration exam

Stai visualizzando informazioni per:

Il Red Hat Certified Specialist in Ceph Storage Administration exam (EX125) verifica le conoscenze, le competenze e la capacità di installare, configurare e gestire cluster Red Hat® Ceph Storage.

Superando l'esame si ottiene la certificazione Red Hat Certified Specialist in Ceph Storage Administration, utile anche per conseguire la qualifica di Red Hat Certified Architect (RHCA®).

L'esame verte su Red Hat Ceph Storage 3.0.

In preparazione all'esame

Argomenti di studio per l'esame

Per facilitare la preparazione, negli obiettivi dell'esame vengono elencate le aree di attività previste nel programma. Red Hat si riserva il diritto di aggiungere, rimuovere e modificare gli obiettivi dell'esame. Tali modifiche saranno rese note anticipatamente.

È necessario essere in grado di effettuare le seguenti attività:

  • Installare il server Red Hat Ceph Storage
    • Installare il server Red Hat Ceph Storage su sistemi sia fisici che virtuali
    • Conoscere i file di installazione Ansible per Ceph
    • Essere in grado di installare un server Ceph Storage mediante Ansible
  • Lavorare con i dispositivi server Red Hat Ceph Storage esistenti
    • Essere in grado di modificare una configurazione del server Ceph Storage
    • Aggiungere nodi di monitor (MON) e nodi di dispositivi di storage degli oggetti (OSD)
  • Configurare il server Red Hat Ceph Storage
    • Configurare un pool di archiviazione replicato
    • Archiviare oggetti in un pool di archiviazione
    • Archiviare oggetti all'interno di un namespace in un pool di archiviazione
    • Creare e configurare pool dotati di erasure code
    • Creare un profilo di pool dotato di erasure code con parametri specificati
    • Caricare un file su un pool dotato di erasure code
    • Modificare le impostazioni predefinite nei file di configurazione Ceph
    • Gestire l'autenticazione Ceph
    • Creare un client Ceph con accesso di lettura o scrittura ristretti su MON, OSD, pool e namespace
  • Fornire lo storage dei blocchi con RBD
    • Creare un'immagine del dispositivo a blocchi RADOS
    • Ottenere informazioni su un'immagine del dispositivo a blocchi RADOS
    • Mappare un'immagine del dispositivo a blocchi RADOS su un server
    • Usare un'immagine del dispositivo a blocchi RADOS
    • Creare uno snapshot RBD
    • Creare un clone RBD
    • Configurare mirror RBD
    • Eseguire il deployment di un agente mirror RBD
    • Configurare il mirroring RBD one-way in modalità pool
    • Configurare il mirroring RBD one-way in modalità immagine
    • Verificare lo stato del processo di mirroring
    • Importare ed esportare immagini RBD
    • Esportare un dispositivo a blocchi RADOS su un file immagine
    • Creare un file immagine RBD incrementale
    • Importare un file immagine RBD completo
    • Importare un file immagine RBD completo con un file immagine RBD incrementale
  • Fornire lo storage degli oggetti con RADOSGW
    • Eseguire il deployment di un gateway RADOS
    • Eseguire il deployment di un gateway RADOS multisito
    • Fornire lo storage di oggetti mediante l'API Amazon S3
    • Essere in grado di creare un utente RADOSGW che userà i comandi del client S3
    • Essere in grado di caricare e scaricare oggetti su un RADOSGW utilizzando i comandi del client S3
    • Esportare oggetti S3 mediante NFS
    • Fornire lo storage di oggetti per Swif
    • Essere in grado di creare un utente RADOSGW che userà l'interfaccia Swift
    • Essere in grado di caricare e scaricare oggetti su un RADOSGW utilizzando i comandi Swift
  • Fornire lo storage dei file con CephFS
    • Creare un file system Ceph
    • Installare un file system Ceph su una modalitù client in maniera persistente
    • Configurare le quote CephFS
    • Creare uno snapshot CephFS
  • Configurare una mappa CRUSH
    • Essere in grado di creare una gerarchia di bucket in una mappa CRUSH utilizzabile in un profilo di erasure o in una regola replicante
    • Essere in grado di rimappare un PG
    • Essere in grado di rimappare tutti i PG in un pool per una ridistribuzione ottimale
  • Gestire e aggiornare le mappe dei cluster
    • Gestire le mappe MON e OSD
    • Essere in grado di monitorare e modificare i limiti di storage OSD per verificare lo spazio disponibile in un OSD
  • Gestire un cluster Red Hat Ceph Storage
    • Definire lo stato generale di un cluster Ceph
    • Risolvere i problemi con OSD e MON
  • Regolare Red Hat Ceph Storage
    • Specificare e regolare i parametri di regolazione principali della rete per un cluster Ceph
    • Controllare e gestire lo scrubbing e il deep scrubbing
    • Controllare e gestire i processi di recupero e ribilanciamento
    • Controllare e gestire l'utilizzo della RAM rispetto alle prestazioni I/O
  • Risolvere i problemi del server Red Hat Ceph Storage
    • Risolvere i problemi del client
    • Abilitare la modalità di debugging sul gateway RADOS
    • Ottimizzare l'accesso al client RBD usando i parametri di regolazione principali
  • Integrare Red Hat Ceph Storage con Red Hat OpenStack
    • Integrare Ceph usando sia Glance che Cinder
    • Identificare i file di configurazione principali di Glance
    • Configurare Glance in modo da usare Ceph come back-end per l'archiviazione di immagini nel cluster Ceph
    • Identificare i file di configurazione principali di Cinder
    • Configurare Cinder in modo da usare gli RBD Ceph per i volumi di backing dello storage dei blocchi

Come per tutti gli esami pratici di Red Hat, le configurazioni devono rimanere invariate senza intervento dopo il riavvio del sistema.

Informazioni essenziali

Per prepararsi

Red Hat incoraggia tutti i candidati del Red Hat Certified Specialist in Ceph Storage Administration exam (EX125) a prendere in considerazione Red Hat Ceph Storage Architecture and Administration (CEPH125) per prepararsi al superamento dell'esame. La frequenza al corso non è obbligatoria, pertanto è possibile iscriversi solo all'esame.

Sebbene la frequenza ai corsi Red Hat possa rappresentare una parte importante della preparazione del candidato all'esame, non ne garantisce il superamento. L'esperienza maturata, la pratica e la predisposizione naturale sono fattori altrettanto determinanti.

Esistono numerosi testi e altre risorse sull’amministrazione di sistema applicata ai prodotti Red Hat. Red Hat non raccomanda ufficialmente alcuna guida alla preparazione di questo esame, tuttavia la consultazione di materiale integrativo può facilitare la comprensione e risultare utile.

Struttura dell'esame

Questo esame consiste in una valutazione basata sulle prestazioni relativa alle conoscenze e alle competenze richieste per configurare e per gestire i cluster Red Hat Ceph Storage. I candidati eseguono una serie di attività di configurazione e amministrazione allo scopo di effettuare il deployment di Red Hat Ceph Storage su più sistemi, e vengono valutati in base a criteri oggettivi specifici. Per "esame pratico" si intende lo svolgimento, da parte del candidato, di attività analoghe a quelle richieste sul campo.

Notifica dell'esito

I punteggi ufficiali degli esami vengono forniti esclusivamente da Red Hat Certification Central. Red Hat non autorizza esaminatori o partner di formazione a comunicare i risultati direttamente ai candidati. Gli esiti degli esami vengono solitamente comunicati entro tre giorni lavorativi in base al calendario statunitense.

I risultati degli esami comunicati rappresentano i punteggi totali. Red Hat non fornisce i risultati sulle singole prove, né informazioni su richiesta.

Destinatari e requisiti

Le seguenti categorie di utenti potrebbero essere interessate a ottenere una certificazione Red Hat Certified Specialist in Ceph Storage Administration:

  • Utenti Red Hat Certified Engineer che desiderano sostenere l'esame Red Hat Certified Architect (RHCA)
  • Amministratori di sistema che desiderano dimostrare la capacità di configurare i cluster Ceph Storage

Requisiti per accedere all'esame