Red Hat ti dà il benvenuto

Visualizza gli eventi nella tua zona

Scopri le novità dei clienti Red Hat di tutto il mondo:

EX311

Non più disponibile - Red Hat Certification of Expertise in Seam exam

Stai visualizzando informazioni per:

Nota: l'esame e la credenziale non sono più disponibili.

L'esame Red Hat Certificate of Expertise in Seam Exam (EX311) verifica l'idoneità a svolgere le attività del mondo reale associate all'utilizzo efficiente di JBoss® Seam per collegare in modo intelligente i componenti tra di loro e gestire i sistemi IT sempre più complessi.

Per prepararsi

Crediti di studio per l'esame

I candidati all'esame Red Hat Certificate of Expertise in ESB dovranno essere in grado di svolgere le seguenti attività utilizzando Seam 2.

Creare, configurare ed estendere un progetto Seam 2

  • Implicazioni relative alla scelta di implementazione WAR o EAR
  • Sviluppo e configurazione del runtime, tra cui:
    • Strutture dei pacchetti Seam e posizione dei file di configurazione
    • Configurazione dei dettagli di connessione del database
    • Configurazione di classpath e dei jar inclusi
  • Generazione dell'applicazione, tra cui:
    • Generazione di un supporto temporaneo dell'applicazione
    • Generazione di Entità da un database esistente
    • Generazione di visualizzazioni e azioni dalle Entità
  • Estensione di un'applicazione esistente, possibilmente generata, tra cui:
    • Aggiunta di nuove entità
    • Aggiunta di nuovi componenti e azioni
    • Importazione e utilizzo di entità e componenti esistenti
  • Opzioni, strumenti e problematiche relative all'implementazione delle applicazioni, tra cui:
    • Implementazione a caldo tramite JBoss Tools
    • Implementazione a caldo tramite l'integrazione di build.xml
    • Stereotipi di origine basati su percorso (con o senza implementazione a caldo)
  • Debug di un'applicazione Seam

Utilizzare Seam Context

  • Configurazione XML dei contesti e dei cicli di vita di un componente
  • Conversazioni:
    • Comprensione della differenza tra una conversazione temporanea e una conversazione a esecuzione prolungata
    • Comprensione della promozione di una conversazione
  • Separazione/propagazione di una conversazione:
    • Tramite @Begin, @End
    • Tramite pages.xml
    • Dalle visualizzazioni interne
  • Relazione tra conversazioni, transazioni e contesto di persistenza (flushmode)
  • Comprensione dell'accesso simultaneo in Seam
  • Selezione di un contesto appropriato per il lavoro da svolgere
  • Ordinamento del contesto per la risoluzione delle variabili contesto/componenti inserite
  • Aggiornamento dello use-case per gestire il flusso di visualizzazione guidata (wizard) e il bean manager conversazionale
  • Scelta del ciclo di vita start/end/propagate per una conversazione a esecuzione prolungata
  • Configurazione del contesto di persistenza da supportare durante una conversazione a esecuzione prolungata, e nello specifico riconoscere quando scaricare il contesto di persistenza
  • Miglioramento della leggibilità con ID di conversazione naturali
  • Gestione degli errori relativi alla conversazione

Utilizzare i componenti Seam POJO/Java EE

  • Differenze tra i componenti basati su EJB3 e su POJO
  • Definizione del componente:
    • @Name
    • Configurazione XML
    • File di configurazione specifici
  • Framework dell'applicazione Seam:
    • Comprensione e creazione degli oggetti Home e Query di Seam
  • Ciclo di vita del componente
  • Interazione contesti/componente:
  • @In, @Out
    • Comprensione del disinserimento
    • Comprensione del passaggio per valore
    • Comprensione dell'intercettazione, inclusa l'aggiunta di un'intercettazione Seam per i componenti EJB3
    • Comprensione delle implicazioni dell'utilizzo dei proxy
    • Comprensione delle implicazioni di una chiamata interna/ricorsiva
    • Config XML
  • @Factory
  • @Unwrap
  • Impostazione della variabile contesto/componente in un particolare contesto tramite le API di Seam
  • Comprensione dell'intercettazione di un evento, @Observer
  • Componenti/funzionalità integrate:
    • i18n
    • @Log
    • Componente autenticatore
    • Chiamata asincrona
  • Precisa conoscenza delle differenze tra un contesto di persistenza annotato come @In e uno annotato come @PersistenceContext (in caso di utilizzo in EE)
  • Relazione tra conversazioni, transazioni e flushmode del contesto di persistenza
  • Configurazione XML relativa alla conversazione
  • Funzionalità di sicurezza, incluso (elenco non esaustivo):
    • Autenticazione
    • Limitazioni
    • Eventi di sicurezza
    • Associazione di metodi di autenticazione
    • Gestire e accedere alle informazioni di identità tramite API
  • Debug di un'applicazione Seam
  • Rilevamento e risoluzione di problematiche relative alle prestazioni
  • Selezione di un contesto appropriato per il lavoro da eseguire
  • Aggiornamento delle opzioni Home e Query esistenti, inclusa l'aggiunta di un criterio di ricerca
  • Scelta tra @Out, @Factory, @Unwrap per inserire le variabili contenuto/componente nel contesto desiderato
  • Scelta tra un approccio di pool o seriale per gestire la simultaneità di chiamata di un componente (generalmente da richieste Ajax)
  • Ottimizzazione delle prestazioni evitando l'intercettore @ByPassInterceptor
  • Quando utilizzare @DataModel e @DataModelSelection

Utilizzare i componenti Seam Web/JSF

  • Comprensione e utilizzo di pages.xml, incluse tutte le funzionalità di navigazione
  • Ciclo di vita del postback
  • Richiesta iniziale con azione di preparazione
  • Comprensione e utilizzo dell'approccio RESTFul in Seam
  • Interazione con @DataModel e @DataModelSelection
  • RichFaces:
    • Ajax per JSF
    • Componenti Richfaces comunemente utilizzati (utilizzati negli esempi Seam)
  • Configurazione della navigazione in base allo stato dell'applicazione
  • Comprensione dell'utilizzo dei componenti Seam JSF
  • Gestione delle eccezioni
  • Expression Language di JBoss
  • Uso adeguato di Ajax:
    • Nuovo rendering parziale, convalida, ...
    • Struttura del traffico e sovraccarichi, incluse problematiche di simultaneità di Ajax
  • Scelta dei componenti JSF e RichFaces adeguati
  • Generazione e interpretazione dei messaggi di errore e di operazione completata
  • Gestione di un evento di sicurezza
  • Sicurezza configurata tramite XML e metodi di programmazione
  • Protezione di pagine
  • Rendering condizionale basato su autorizzazione e/o autenticazione

Destinatari e prerequisiti

Red Hat Certificate of Expertise in Seam è progettato per:

  • Architetti di sistemi Enterprise
  • Sviluppatori Java Enterprise esperti
  • Dirigenti tecnici

Prerequisiti per l'esame

  • Corso JBoss Seam Application Development (JB311) o esperienza equivalente.