Red Hat ti dà il benvenuto

Visualizza gli eventi nella tua zona

Scopri le novità dei clienti Red Hat di tutto il mondo:

Storia di successo

Horizon Power espande l'accesso alla rete elettrica

Horizon Power cercava una piattaforma di virtualizzazione in grado di supportare il sistema ENMAC per la gestione in tempo reale, il monitoraggio e il controllo di una rete di distribuzione elettrica pubblica. Altri requisiti erano una piattaforma flessibile di facile utilizzo per lo storage centralizzato riservata al personale in sede e sul campo. Grazie a Red Hat® Enterprise Virtualization, l'azienda fornitrice di energia elettrica ha potuto garantire ai team operanti in sede e sul campo un accesso più semplice alle reti principali.

Cliente dal

2011

Karratha, Australia occidentale

Settore energia

Obiettivo

Estendere la gestione IT della rete elettrica a una forza lavoro remota in espansione.

Software

Hardware

  • Server: Enclosure blade HP C3000, server Proliant BL460 G7, server HP Proliant DL380 G5, server HP Proliant DL380 G6
  • Rete: switch Cisco, switch HP ProCurve
  • Storage: QNAP TS-859U-RP+ NAS, HP P4500 Left-Hand ISCSI SAN

Sin dalla fase di prova della versione beta di Red Hat Enterprise Virtualization, abbiamo potuto constatare miglioramenti significativi. Non solo l'esperienza dell'utente è diventata notevolmente più veloce, ma Red Hat Enterprise Virtualization for Desktops e il protocollo di rete SPICE hanno anche migliorato la risoluzione dello schermo dei desktop virtuali.

Bob Good, SCADA Coordinator, Horizon Power

La rete virtualizzata deve supportare le attività principali in caso di tempeste

Horizon Power è il provider locale e remoto di energia elettrica dell'Australia occidentale. Horizon Power, azienda statale con uno spiccato orientamento commerciale, fornisce elettricità in modo sicuro, affidabile e con standard qualitativi elevati a oltre 100.000 residenti e 9.000 imprese, incluse le principali industrie. È un'azienda elettrica dalle caratteristiche uniche, in quanto gestisce diverse funzioni, tra cui produzione, fornitura, distribuzione e vendita al dettaglio dell'energia elettrica.

Horizon Power è orgogliosa di poter offrire un servizio sicuro e affidabile anche negli ambienti più complessi. I suoi sistemi di energia elettrica sono esposti a condizioni estreme, dal calore intenso e dai fenomeni ciclonici del nord alle devastanti tempeste del sud. Sin dal 2009, Horizon Power utilizza con successo una soluzione di virtualizzazione basata su Red Hat Enterprise Linux nel suo ambiente di produzione.

Per la ristrutturazione aziendale è necessario ampliare l'accesso

A seguito di una ristrutturazione aziendale, si è verificato un aumento della forza lavoro remota che ha richiesto una soluzione di virtualizzazione. Questa soluzione doveva fornire maggiore flessibilità, facilità d'uso e capacità di storage condiviso in tutte le diverse sedi.

"La richiesta di fornire accesso a ENMAC (Electrical Network Management and Control), un sistema mission-critical utilizzato per gestire la trasmissione di energia elettrica dalle centrali agli utenti finali, ha comportato ulteriori requisiti a livello di virtualizzazione", ha affermato Colin Coe, Systems Administrator di Horizon Power.

La sicurezza della rete deve essere garantita

"Si è trattato di una sfida complessa, in quanto ENMAC è una configurazione di server e rete isolata e protetta, non integrata nella più ampia rete IT aziendale. Abbiamo sempre mantenuto un saldo controllo sulla rete, limitandone l'accesso a un numero ristretto di utenti. A conti fatti, sapevamo di dover affrontare una sfida importante", ha dichiarato Coe. "Questa esigenza si è tradotta in requisiti particolarmente stringenti, in quanto la virtualizzazione di ENMAC doveva avvenire con la massima sicurezza".

Data la natura critica del sistema ENMAC, il team di Horizon Power doveva essere certo di mantenere il controllo della rete una volta completato l'upgrade. Se l'upgrade fosse stato realizzato con successo, Horizon Power avrebbe ottenuto il vantaggio di un servizio migliore per il personale sul campo e per gli utenti finali.

Horizon Power riduce i costi e acquisisce nuove funzioni

Horizon Power ha eseguito un attento confronto tra le tecnologie di virtualizzazione offerte da Red Hat e VMware. Il provider di energia elettrica ha scelto di implementare Red Hat Enterprise Virtualization 2.2 in base ai risultati superiori ottenuti. La tecnologia Red Hat si è dimostrata non solo decisamente più economica, ma anche più facile da configurare e gestire. Utilizza inoltre standard 'open' che non prevedono vincoli al fornitore.

I limiti geografici sono stati abbattuti

"L'installazione di Red Hat Enterprise Virtualization ha risposto all'esigenza immediata di fornire accesso al software di rete che, per motivi geografici, non sarebbe stato possibile garantire in altro modo", ha dichiarato Coe. "La nostra priorità assoluta era quella di assicurare la funzionalità operativa in tempi rapidi. Red Hat Enterprise Virtualization ha fornito una risposta efficace a queste esigenze".

Red Hat Enterprise Virtualization 2.2 è stato implementato in un ambiente di produzione basato su una combinazione di server HP DL380G5 e DL380G6, utilizzando QNAP 859RU come sistema di storage iSCSI backend.

Con Red Hat si passa alla fase successiva

A seguito della sua partecipazione al programma beta Red Hat Enterprise Virtualization 3.0, Horizon Power ha deciso di estendere ulteriormente l'utilizzo della soluzione Red Hat Enterprise Virtualization procedendo alla transizione dei suoi ambienti di produzione e sviluppo da Red Hat Enterprise Virtualization 2.2 a Red Hat Enterprise Virtualization 3.0.

L'ambiente Red Hat Enterprise Virtualization 3.0 di Horizon Power si basa su enclosure blade HP C3000 ed è dotato di nove server Proliant BL460 G7. Il cluster di Red Hat Enterprise Virtualization installato presso Horizon Power consente di supportare sia i server sia i desktop virtuali, che insieme costituiscono l'implementazione ENMAC client-server. In presenza di più workstation di progettazione che richiedono l'accesso a sistemi basati su server per utilizzare il software ENMAC, Citect, WinSOS e altri prodotti software SCADA, l'intera infrastruttura di server virtualizzati comprende una combinazione di server Windows e Red Hat Enterprise Linux.

Una maggiore quantità di carichi di lavoro virtualizzati

L'infrastruttura desktop virtuale prevede l'uso di desktop Microsoft Windows XP e Windows 7 virtualizzati, resi disponibili agli utenti finali attraverso il protocollo di rendering remoto SPICE. Attualmente, metà dei server Active Directory sono virtualizzati, così come i server ENMAC, anti-virus, WSUS, Web e DNS. Gli ulteriori carichi di lavoro che sono stati virtualizzati comprendono i servizi Web sviluppati internamente, il sistema di ticketing (Trouble Ticket Express), i sistemi di monitoraggio (Xymon) e i database MySQL.

La produttività di Horizon Power diventa più rapida ed efficace

Entro sei mesi dall'implementazione di Red Hat Enterprise Virtualization 2.2, Horizon Power è stata in grado di fornire al suo personale esterno l'accesso alla rete ENMAC. Il successivo passaggio a Red Hat Enterprise Virtualization 3.0 ha consentito ulteriori vantaggi.

"Sin dalla fase di prova della versione beta di Red Hat Enterprise Virtualization 3.0, abbiamo potuto constatare miglioramenti significativi", ha affermato Bob Good, SCADA Coordinator di Horizon Power. "Non solo l'esperienza dell'utente è diventata notevolmente più veloce, ma Red Hat Enterprise Virtualization for Desktops e il protocollo di rete SPICE hanno anche migliorato la risoluzione dello schermo dei desktop virtuali. Inoltre, il fatto che la piattaforma sia eseguita sullo stesso hypervisor KVM (Kernel-based Virtual Machine) di Red Hat Enterprise Linux 6 ci garantisce diversi anni di sviluppo del kernel in grado di assicurare nuovi upgrade e aggiornamenti a Red Hat Enterprise Virtualization 3.0".

Una maggiore sicurezza e affidabilità per il provider di energia elettrica

Data la natura della sua attività, sicurezza e affidabilità sono due fattori di fondamentale importanza per l'azienda. Non è previsto alcun margine di errore operativo. "La tecnologia che utilizziamo è estremamente importante in quanto tutta l'organizzazione, e l'intera popolazione dei consumatori di energia elettrica, si affida al nostro sistema ENMAC per avere un quadro chiaro della situazione della rete elettrica e per registrare accuratamente eventuali problemi di sicurezza", ha affermato Coe.

"Siamo convinti che l'unico modo sicuro per giudicare la qualità di una piattaforma, Linux o di altro tipo, sia capire in che misura bisogna ricorrere alla protezione di terze parti. Red Hat non richiede alcuna protezione anti-virus da parte di fornitori terzi, ma necessita solo di alcune patch interne che rilascia periodicamente. Questo è uno dei motivi per cui da anni ci affidiamo alle soluzioni Red Hat come parte integrante della nostra infrastruttura", ha dichiarato Coe.

Sicurezza sempre a portata di mano

I desktop virtuali di Horizon Power sono distribuiti agli utenti finali attraverso il portale utenti di Red Hat Enterprise Virtualization. Tutti i desktop virtuali risiedono in una rete SCADA sicura e gli utenti accedono ai propri desktop virtuali utilizzando il broker di connessione integrato. Poiché i tecnici dell'azienda eseguono spesso interventi sul posto e possono dover lavorare su sistemi installati in siti remoti, è essenziale che i desktop virtuali siano accessibili da qualsiasi punto della rete di Horizon Power.

Red Hat ottiene fiducia

Red Hat Certified Engineer (RHCE®) dal 2005, Coe ha acquisito una buona esperienza con i prodotti Red Hat. Tuttavia riconosce che la maggior parte delle persone ancora non capisce in che modo la tecnologia Linux possa entrare in contatto con la loro vita. "È veramente paradossale. Linux entra in contatto con le nostre vite in così tanti modi, tutti i giorni, eppure gran parte di noi non ne è consapevole."

"Dai telefoni ai semafori, gran parte di tutto ciò che utilizziamo abitualmente contiene in qualche misura Linux, ed è proprio Linux che ne garantisce il funzionamento affidabile", ha affermato Coe. "Continuerò a utilizzare Linux e a basare la mia strategia tecnologica su Red Hat per molti anni a venire".

Ulteriori informazioni