Cerca
Italiano
Italiano
Accedi Account
Contattaci
Accedi / Registrati Account

Storia di successo

Microsoft sceglie l'automazione Red Hat per incrementare semplicità e scalabilità

In breve

Settore: tecnologia
Ambito: automazione e gestione
Paese: Nord America
Località: Redmond, WA
Dimensione dell'azienda: 144.106 dipendenti in 600 uffici, in tutto il mondo

La trasformazione digitale sta cambiando profondamente il nostro approccio al superamento delle criticità. In passato, ripetevamo più e più volte lo stesso deployment manuale. Oggi, Ansible ci consente di creare dei modelli che possiamo distribuire ripetutamente. Ogni deployment funziona nello stesso identico modo.

BART DWORAK, SOFTWARE ENGINEERING MANAGER, MICROSOFT

Informazioni sull'azienda

Microsoft Corporation sviluppa, produce e offre supporto per software, beni di consumo elettronici, computer e relativi servizi. Per stare al passo con le esigenze di semplificazione e scalabilità imposte dal mercato, Microsoft ha creato insieme a Red Hat di un framework di automazione scalabile e indipendente dalla tecnologia impiegata. L'obiettivo della collaborazione era ridurre i carichi di lavoro manuali con strumenti e procedure efficienti, e mitigare i problemi legati alla sicurezza e alle prestazioni attraverso codice revisionato e standardizzato. Microsoft è riuscita a standardizzare l'automazione della rete su larga scala, a definire un approccio allo sviluppo creativo e collaborativo nonché a risparmiare migliaia di ore in termini di esecuzione e gestione delle operazioni IT.

La strada verso il successo

Opportunità: promuovere le crescita con un nuovo approccio alla rete

Microsoft puntava a ridurre la crescente complessità dell'infrastruttura di rete, costituita da decine di migliaia di endpoint, che mette in connessione gli uffici di Microsoft in tutto il mondo. "Abbiamo migliaia di dispositivi di diversi produttori, con modelli, versioni software e modalità di interazione differenti; a volte, gestire tutto è davvero complicato", ha affermato Bart Dworak, Software Engineering Manager di Microsoft. Le difficoltà erano aggravate dal fatto che il codice creato dai team di sviluppo e engineering, non fosse incluso nel controllo delle versioni e revisionato dai peer, il che dava origine a duplicati e problemi di qualità.

Caso cliente

Microsoft sceglie l'automazione di Red Hat Ansible Automation Platform per realizzare più obiettivi

Soluzione: creare una cultura di sviluppo innovativo

Grazie all'adozione di Red Hat Ansible Automation Platform e al supporto di Red Hat Consulting, Microsoft ha creato un ambiente di automazione della rete standardizzato e centralizzato in grado di ridurre la complessità e l'impatto delle attività ripetibili quotidiane. "La trasformazione digitale sta cambiando profondamente il nostro approccio al superamento delle criticità", afferma Dworak. "In passato, ripetevamo più e più volte lo stesso deployment manuale. Oggi, Ansible ci consente di creare dei modelli che possiamo distribuire ripetutamente. Ogni deployment funziona nello stesso identico modo."

Software e servizi

Risultato: definire un approccio allo sviluppo creativo e collaborativo

Mettendo le persone, i processi e le tecnologie al centro della propria strategia, Microsoft ha trasformato il percorso di automazione passando dagli scripting e dalle modifiche manuali ai flussi di integrazione e distribuzione continue (CI/CD), un approccio sostenuto da un'architettura centralizzata e basata su servizi. In questo modo, i team DevOps possono dedicarsi alla condivisione delle conoscenze e alla creazione di competenze e soluzioni tecnologiche innovative. "Insieme, i team risolvono problemi di ingegneria in un ambiente di co-creation condiviso", spiega Sonika Munde, remote access services engineer, Core Service Engineering, di Microsoft. "L'idea di One Microsoft qui diventa realtà."

In Microsoft ogni singolo processo, servizio e applicazione passa attraverso la digitalizzazione e l'ottimizzazione. Stiamo investendo nell'automazione di tutti i processi aziendali strategici. Pertanto, la tecnologia è importante. È fondamentale. Ma prima occorre adottare la cultura giusta.

LUDOVIC HAUDUC, GENERAL MANAGER, CORE PLATFORM ENGINEERING, MICROSOFT