Storia di successo

Novamedia riduce il tempo di implementazione dei siti Web da giorni a minuti

Novamedia opera nel settore della raccolta fondi a vantaggio di centinaia di organizzazioni di beneficenza. Fino a poco tempo fa, i lunghi tempi di implementazione ritardavano i lanci dei nuovi siti Web di raccolta fondi, mentre le informazioni non aggiornate suscitavano un senso di frustrazione negli utenti che partecipavano alla lotteria. Per risolvere questi problemi, Novamedia ha espanso la sua piattaforma tecnologica tramite un'interfaccia di programmazione delle applicazioni (API) basata su Red Hat® JBoss® Fuse. Ora i reparti IT che si occupano delle lotterie possono utilizzare l'API per caricare le informazioni sul sito, garantendo ai partecipanti informazioni tempestive e accurate sullo stato. I nuovi siti possono essere lanciati in minuti, non più in giorni, ottimizzando il rapporto tempo/denaro.

Cliente dal

2002

Amsterdam, Paesi Bassi

Ente di beneficenza

Obiettivo

Velocizzare l'implementazione e ottimizzare l'accuratezza delle informazioni dei siti Web di raccolta fondi.

Hardware

  • Storage unificato serie EMC VNX
  • Server rack Dell PowerEdge R710
  • Router serie Brocade MLX

Dopo aver valutato anche altri fornitori, abbiamo scelto la qualità dell'esperienza che abbiamo con Red Hat e la professionalità dei consulenti e degli architetti. Il rapporto è diventato una vera e propria collaborazione che ci ha permesso di individuare una soluzione esclusiva.

Dharminder Dibisarun, IT Advisor Concern Director, Novamedia

Esigenza di un'implementazione dei siti più veloce

Le lotterie sono un metodo consolidato di raccolta fondi, eppure la maggior parte degli enti di beneficenza non ha le competenze interne per gestirle. È qui che interviene Novamedia. L'azienda, specialista di marketing per gli enti di beneficenza, gestisce 5 lotterie di beneficenza, 3 nei Paesi Bassi, 1 nel Regno Unito e 1 in Svezia. Negli ultimi 25 anni, queste lotterie hanno generato più di 6,1 miliardi di euro per finanziare centinaia di enti di beneficenza in tutto il mondo.

Tuttavia, il successo comporta anche dei problemi. Dato che la richiesta di raccolta fondi aumentava, Novamedia lanciava più di 120 siti Web ogni anno, la maggior parte dei quali con un ciclo di vita di sole poche settimane. La pubblicazione dei siti online richiedeva sempre più tempo, posticipando i ricavi della lotteria.

Dati obsoleti

La quantità di informazioni da aggiornare sui siti stava diventando ingestibile e comportava la presenza di informazioni obsolete che compromettevano l'esperienza dell'utente. Ad esempio, le lotterie sfruttano i codici postali dei partecipanti per distribuire i premi in modo equo e impedire eventuali frodi. A un determinato codice postale può essere associato solo un numero prestabilito di partecipanti. Se le informazioni sulle sottoscrizioni associate ai codici postali non sono accurate, i partecipanti possono tentare di comprare i biglietti per codici postali con disponibilità esaurita, una situazione frustrante che spesso li porta a contattare il servizio di supporto della lotteria.

Il team IT di Novamedia ha capito che l'unico modo per risolvere questi problemi è collaborare da vicino con i reparti IT degli stessi enti delle lotterie. Tuttavia, l'architettura della piattaforma esistente di Novamedia rendeva difficile garantire l'accesso all'esterno del firewall aziendale.

Integrazione e supporto

Novamedia aveva bisogno di un'API in grado di integrare grandi set di dati e supportare un'ampia gamma di dispositivi, incluse le piattaforme mobili. Dopo un'analisi approfondita delle opzioni disponibili e delle precedenti esperienze positive con Red Hat, Novamedia ha scelto Red Hat JBoss Fuse come piattaforma per l'API pubblica.

Il partner Red Hat Trivento ha gestito l'installazione e la configurazione del software JBoss Fuse. L'implementazione include 2 API di programmazione Java: JAX-WS per i servizi Web XML e JAX-RS per i servizi Web Representational State Transfer (REST).

Red Hat, il partner di Novamedia per la protezione delle informazioni B-Able e i team IT delle lotterie hanno collaborato per lo sviluppo di un progetto di lancio che partisse dalla lotteria del Regno Unito. Questo progetto si estenderà a seguire alle altre 4 lotterie e a terze parti accuratamente valutate.

Miglioramenti significativi nella velocità e nell'accuratezza

Oggi, il problema delle informazioni obsolete sulla lotteria nel Regno Unito non esiste più perché i dati vengono aggiornati di frequente dai relativi server, in tempo reale, secondo Dharminder Debisarun, IT Advisor Concern Director, Novamedia. Inoltre, i partecipanti ricevono immediatamente una notifica quando i loro codici postali non sono più disponibili. Forse non saranno contenti di aver perso l'opportunità di vincere, ma sicuramente avranno meno motivo di arrabbiarsi al telefono.

Ora che il team IT della lotteria nel Regno Unito può collaborare senza problemi con Novamedia, l'implementazione dei nuovi siti Web richiede pochi minuti anziché giorni, un'ottimizzazione significativa dei tempi di commercializzazione, dato che la maggior parte dei siti Web di lotteria resta online solo per poche settimane. La nuova piattaforma Red Hat JBoss ha anche incrementato le prestazioni complessive. “Siamo in grado di gestire un carico di lavoro superiore” ha affermato Debisarun. "Prima potevamo gestire 20.000 transazioni all'ora, mentre adesso possiamo gestirne il doppio."

Nuovi sostenitori per l'open source

La soluzione Red Hat non ha solo risolto il problema immediato di Novamedia. Ha trasformato i manager IT in sostenitori dell'open source. Il motivo è semplice: il software open source offre risparmi importanti dal punto di vista dei costi, più flessibilità e prestazioni migliori.

Il passaggio di Novamedia all'open source abolirà la dipendenza da Oracle eseguendo presto PostgreSQL su Red Hat Enterprise Linux. Dopo il superamento di tutti i test da parte della soluzione nel Regno Unito, le lotterie di Paesi Bassi e Svezia prenderanno la stessa strada, eseguendo la migrazione completa alla tecnologia open source.

In fin dei conti si tratta di persone, non di tecnologia. "Possiamo utilizzare più canali per raggiungere gli utenti, promuovere la vendita dei biglietti della lotteria e realizzare più donazioni di beneficenza" ha detto Debisarun. "In fondo è questo il nostro unico obiettivo".