Red Hat ti dà il benvenuto

Visualizza gli eventi nella tua zona

Scopri le novità dei clienti Red Hat di tutto il mondo:

Storia di successo

Secure-24 recluta i migliori talenti per acquisire nuove opportunità di business

Secure-24, leader nell'outsourcing in ambito IT (Information Technology), ha visto una crescita costante fin dal 2000 ed è sempre alla ricerca di personale qualificato da inserire nel proprio team. I candidati più ambiti? Naturalmente, tecnici che abbiano intrapreso il programma di certificazione Red Hat®. Infatti, il programma non è solo una garanzia di competenza da parte dei dipendenti sui prodotti Red Hat: disporre di un numeroso personale con certificazione Red Hat rende Secure-24 più appetibile agli occhi delle grandi aziende clienti.

Cliente dal

2005

Southfield, Michigan (USA)

Settore della consulenza e dei servizi IT

Obiettivo

Attirare nuovi clienti e reclutare i migliori talenti con l'aiuto del programma di certificazione Red Hat.

Hardware

  • Macchine con processore Intel x86

I nostri clienti sono grandi aziende che si rivolgono a noi per poter disporre della giusta competenza. Un modo per dimostrare che siamo preparati a gestire il loro ambiente è il gran numero di Red Hat Certified Engineer nel nostro personale.

Sean Millichamp, Enterprise Architect, Secure-24

Alla ricerca di personale altamente qualificato per gestire una crescita elevata

Fin dal 2000, l'azienda di outsourcing IT Secure-24 ha visto periodi di rapida crescita. Durante uno di questi, l'azienda ha siglato un contratto con un grande cliente nel campo dei servizi finanziari, che ha determinato il raddoppiamento delle dimensioni del suo ambiente Linux.

"Avevamo bisogno di assumere personale per far fronte a quelle sfide, e anche in tempi rapidi, mentre continuavamo a implementare nuovi sistemi per il cliente", racconta Sean Millichamp, Enterprise Architect di Secure-24. "Nell'ambito del processo di reclutamento, dovevamo trovare le persone giuste, e non solo per le competenze personali, bensì in base al particolare lavoro da svolgere."

Secure-24 sfrutta una serie di prodotti Red Hat per lo svolgimento delle sue attività. In primo luogo, Red Hat Enterprise Linux è la distribuzione Linux più usata. Red Hat Satellite facilita l'applicazione di patch e la distribuzione di pacchetti su tutti i server Red Hat Enterprise Linux. L'azienda dispone inoltre di alcune installazioni di Red Hat JBoss Middleware di grandi dimensioni.

Millichamp ha lavorato insieme ai reclutatori di Secure-24 per identificare le caratteristiche da ricercare nei curricula e nelle prime telefonate con i potenziali assunti. "Ho detto che se nel curriculum compariva la certificazione RHCE® [Red Hat Certified Engineer], volevo assolutamente parlare con queste persone."

Un notevole vantaggio in un mercato del lavoro competitivo

Il reclutamento ha comunque rappresentato una sfida. L'area di Detroit, in cui ha sede l'azienda, presenta una forte richiesta di talenti nel campo dell'IT. L'aspetto positivo è che molte aziende cercano di attirare tecnici, aumentando l'occupazione e aiutando l'economia locale.

"L'aspetto negativo, tuttavia, è che più aziende competono per accaparrarsi i talenti in circolazione", afferma Millichamp. "E sono proprio i candidati che vantano la certificazione RHCE a essere i più ambiti."

Verifiche pratiche con le certificazioni Red Hat

Grazie alla collaborazione con Red Hat e il suo programma di certificazione, Secure-24 può contare su personale con una formazione ottimale e in grado di progredire. L'azienda può assumere personale direttamente dai corsi universitari e farlo partecipare alla propria accademia IT, un programma di formazione della durata di 18 mesi. Da quel momento, i dipendenti vengono avviati al conseguimento delle certificazioni Red Hat e all'avanzamento da posizioni nel servizio clienti alla progettazione. "Grazie a questo modello, siamo riusciti a integrare un numero incredibile di risorse nel nostro personale, formando tecnici junior fino a ottenere eccellenti componenti del personale senior", racconta Mike Jennnings, CEO di Secure-24.

Non è semplice superare gli esami RHCE, Red Hat Certified System Administrator (RHCSA) o di altre certificazioni Red Hat. La conoscenza teorica non è sufficiente. "Uno degli aspetti che più apprezzo del programma di certificazione Red Hat è il fatto che, a partire dal livello iniziale fino al livello RHCE, siano previste verifiche pratiche, basate sull'esperienza e sui risultati", afferma Millichamp.

"Non è possibile superare una verifica Red Hat cercando di imparare a memoria le risposte", afferma Millichamp. "La combinazione di gestione dei tempi, conoscenze e capacità di lavoro alla tastiera è ciò che realmente distingue l'intero programma di certificazione Red Hat da qualsiasi altro."

Si tratta inoltre di un programma esauriente. "Il programma di certificazione Red Hat abbraccia tutto ciò che c'è da sapere in qualità di tecnici a proposito dei prodotti Red Hat Enterprise Linux", prosegue Millichamp.

Le certificazioni Red Hat sono fondamentali per un successo costante

Grazie all'alto numero di dipendenti IT con certificazioni Red Hat, Secure-24 ha una maggiore facilità nella commercializzazione e nella vendita a clienti enterprise. La formazione è così rigorosa che i clienti enterprise sono sicuri che i loro sistemi IT siano in buone mani. "I nostri clienti si rivolgono a noi per poter disporre della giusta competenza", afferma Millichamp. "Un modo per dimostrare che siamo preparati a gestire il loro ambiente è il gran numero di Red Hat Certified Engineer nel nostro personale."

Jennings è particolarmente fiero del fatto che Secure-24 sia stata inserita nella classifica dei 100 migliori posti di lavoro nell'IT da Computerworld. "È un riconoscimento che ci ha notevolmente aiutati nelle assunzioni e credo che il rapporto con Red Hat abbia reso la nostra società un luogo di lavoro più appetibile", afferma.

Millichamp è d'accordo: "Anche se sei un super tecnico che crede di non aver mai bisogno di supporto, sapere che Red Hat ti sostiene è una splendida risorsa e anche una fantastica rete di sicurezza".

Millichamp eletto Red Hat Certified Professional of the Year

Nel 2012, Millichamp è stato insignito del titolo di Red Hat Certified Professional of the Year, da lui definito "assolutamente straordinario". Tutto l'ufficio ne parlava, ricorda. "Era elettrizzante ricevere un tale livello di entusiasmo e attenzione. La mia posta in arrivo era intasata di messaggi di reclutatori, che dovevo continuare a cancellare. E so che i nostri reclutatori diranno che faccio parte dello staff durante i colloqui con i candidati Linux."

"Il fatto che Sean Millichamp, Red Hat Certified Professional of the Year, lavori per noi, ci ha consentito non solo di avere un fantastico mentore per il resto del personale Linux, ma anche di reclutare grandi talenti grazie alla certificazione e al titolo a lui assegnati", afferma Jennings.

Ulteriori informazioni