Preferenze globali di Red Hat

Esplora

Scopri le novità dei clienti Red Hat di tutto il mondo:

Storia di successo

UNE EPM Telecommunications dimezza i costi

UNE EPM Telecommunications offre servizi IT e di comunicazione in tutta la Colombia. I crescenti costi associati al server di directory esistente minacciavano la competitività e la redditività del fornitore. L'azienda aveva bisogno di una soluzione di directory che supportasse le crescenti esigenze relative alla larghezza di banda, riducendo al tempo stesso i costi. Migrando a Red Hat® Directory Server su Red Hat Enterprise Linux®, UNE EPM ha quasi dimezzato i costi di supporto e licenza di Oracle. Il partner di Red Hat Summan ha gestito la migrazione dall'inizio alla fine e Red Hat Training ha formato i dipendenti di UNE EPM sul funzionamento e il supporto del nuovo software, per agevolare il passaggio.

Cliente dal

2010

Medellín, Colombia

Settore delle telecomunicazioni

Obiettivo

Abbattere i costi per il server di directory e potenziare la scalabilità per soddisfare i crescenti requisiti relativi alla larghezza di banda.

Hardware

  • 3 server di directory master
  • 2 CPU quad-core da 3 GHz E5450
  • 32 GB di memoria
  • 2 dischi interni da 146 GB

La tecnologia Red Hat è un pilastro fondamentale degli standard IT dell'azienda.

Julián Andrés Vélez Muñóz, IDC, Applications and Convergent Services, UNE EPM Telecommunications

Aumento dei costi di supporto per la piattaforma esistente

Più di 1,5 milioni di clienti in Colombia si affidano a UNE EPM Telecommunications per i servizi IT e di comunicazione. Il cuore dell'infrastruttura di erogazione dei servizi dell'azienda era un server di directory eseguito sull'hardware Oracle (noto come Sun). Per via della piattaforma Oracle ormai obsoleta, i costi annuali di manutenzione e licenza quadruplicavano, rendendo alcuni servizi poco redditizi e compromettendo la competitività di UNE.

L'esigenza di una nuova soluzione era ovvia, secondo Julián Andrés Vélez Muñóz, IDC, Applications and Convergent Services per UNE: "In vista di questi costi e rischi, la migrazione della piattaforma principale [server di directory] è diventata un progetto a elevata priorità”.

Tuttavia, bisognava superare diverse difficoltà. La migrazione di UNE da Oracle a una nuova soluzione del fornitore doveva essere immediata, non facendo percepire affatto agli utenti il passaggio nel datacenter. Lo staff IT di UNE doveva anche essere pronto a far funzionare il nuovo software subito dopo la migrazione; gli errori umani dovuti all'inesperienza potevano causare interruzioni che a loro volta avrebbero determinato una perdita di profitti e malcontento tra i sottoscrittori.

La scelta di una soluzione open source

L'esperienza di UNE con i costi crescenti delle licenze per il software proprietario ha portato il team IT dell'azienda a considerare una soluzione open source: nello specifico, Red Hat. Il team IT di UNE aveva utilizzato Red Hat Directory Server su un progetto precedente, quindi sapeva cosa aspettarsi.

Tuttavia, per procedere con cautela era necessaria un'analisi complessiva dei requisiti di UNE, nonché una revisione approfondita di tutte le soluzioni disponibili. Al termine del processo, la decisione è stata semplice. UNE ha scelto Red Hat Directory Server e Red Hat Enterprise Linux.

Gestione della migrazione

La parte più difficile è stata la migrazione dalla piattaforma Oracle alla soluzione Red Hat. Fortunatamente, il partner Red Hat Summan aveva le competenze per gestire il passaggio e l'azienda si trova a Medellin, a breve distanza dal datacenter UNE. Grazie al supporto tecnico diretto del team di Red Hat, Summan ha portato a termine la migrazione e i clienti UNE non hanno avuto problemi o interruzioni nel servizio.

In parallelo alla migrazione, Red Hat Training ha offerto una serie di corsi per formare il personale IT di UNE sul funzionamento del nuovo software non appena è diventato disponibile online. "I corsi Red Hat ufficiali seguiti hanno non solo soddisfatto ma addirittura superato i requisiti", ha affermato Vélez. "I corsi di Red Hat Training erano strutturati in modo da consentire ai partecipanti di operare in scenari controllati che rispecchiavano la realtà e l'uso quotidiano della piattaforma".

Oltre le aspettative in termini di risparmio e velocità

Le analisi interne di UNE pronosticavano che la nuova piattaforma avrebbe ridotto i costi di supporto, ma la riduzione effettiva di circa il 50% ha superato qualsiasi aspettativa. "Stimiamo anche una diminuzione media del 50% dei costi di funzionamento e manutenzione" ha detto Vélez.

Il passaggio da Oracle alla soluzione Red Hat ha anche migliorato le funzionalità di ripristino di emergenza di UNE. In un confronto diretto, i tempi di ripristino a seguito di un errore su vasta scala sono inferiori del 95% rispetto al server di directory Oracle. Dato il ruolo centrale del server di directory nell'offerta dei servizi ai clienti, un ripristino più veloce significa una generazione più rapida dei ricavi e minori lamentele da parte dei clienti.

L'esperienza con Red Hat ha portato UNE a un'adozione più diffusa delle soluzioni Red Hat. "Ora abbiamo più di 46 server in esecuzione su Red Hat Enterprise Linux, inclusi cluster ad alta disponibilità" ha detto Vélez. "La tecnologia Red Hat, un pilastro fondamentale all'interno degli standard IT dell'azienda, ci ha offerto la possibilità di realizzare progetti importanti in modo tempestivo".

Ulteriori informazioni