Press release

(Computerworld.it) L'esordio di Red Hat Enterprise Linux 5

Il nuovo ambiente open source dal 'cappello rosso' punta su virtualizzazione, alta disponibilita' e clustering. Due le opzioni a disposizione: Enterprise Linux e Enterprise Linux Advanced Platform

Red Hat ha presentato la nuova generazione del suo sistema operativo open source affermando che il software, che integra funzioni di virtualizzazione, gestione dello storage ed alta disponibilita', ridurra' la complessita' e rendera' Linux un'opzione percorribile per una gamma piu' ampia di aziende. Red Hat spera inoltre che il nuovo rilascio, Red Hat Enterprise Linux 5, si posizionera' meglio nei confronti delle distribuzioni Unix proprietarie, cosi' come di Novell, che ha gia' rilasciato SuSE Enterprise Linux 10 con il supporto all'hypervisor open source Xen. L'aggiornamento di Red Hat include due nuovi prodotti, Red Hat Enterprise Linux, che sostituisce RHEL Enterprise Server e supporta server con fino a due socket processore e fino a quattro sistemi operativi guest; e Red Hat Enterprise Linux Advanced Platform, una piattaforma piu' avanzata, focalizzata sulla virtualizzazione, che sostituisce RHEL Advanced Server e supporta tutte le configurazioni server e un numero illimitato di macchine virtuali.

Red Hat sostiene che RHEL Advanced Platform sia il fondamento per un ambiente realmente virtualizzato e include i prodotti Red Hat Cluster Suite e Global File System per abilitare gli utenti non solo a virtualizzare i server, ma anche lo storage associato. RHEL 5 permette lo spostamento di piu' macchine virtuali tra server fisici e storage virtualizzo e di abilitare workload virtuali per accedere allo storage indipendentemente da dove sia collocato fisicamente: "Per la prima volta un sistema operativo, alta disponibilita' e gestione sono integrati insieme in un'unica piattaforma", sostiene said Paul Cormier, executive vice president of engineering di Red Hat.
"All'epoca dello Unix proprietario questo sarebbe costato una enorme quantita' di dollari. Bisognava pagare per lo stack di storage, il clustering e l'alta disponibilita', il file system, la gestione logica dei volumi - si puo' vedere come tutto questo aggiunga decine di migliaia di dollari di costo aggiuntivo. Noi lo abbiamo messo in una piattaforma software open source".

RHEL Advanced Platform rappresenta il culmine di un biennnio di lavoro da parte di Red Hat che ha ricevuto input significativi da parte di clienti, partner e comunita' open source, sottolinea Cormier. Dove Red Hat una volta offriva solo il sistema operativo open source ha invece diretto le sue energie per spostare verso l'alto lo stack e creare un pacchetto infrastrutturale completo. Lo scorso anno, ad esempio, Red Hat ha acquisito JBoss in modo tale da integrare il middleware open source all'interno dei suoi prodotti. Con RHEL Advanced Platform, Red Hat sta inoltre andando su aree quali alta disponibilita', clustering e virtualizzazione, dove prima invece dipendeva da partner. L'idea e' di fornire ai clienti un pacchetto di capacita' enterprise basate su (tecnologie) open source, riducendo i costi rispetto alle alternative proprietarie. Cormier sostiene di fatto che l'offerta di disponibilita' di database proposta da RHEL 5, ad esempio, puo' far risparmiare ai clienti "200.000 dollari o piu' per database" rispetto a un altro sistema di database in cluster.

Red Hat sta inoltre semplificando la gestione e ha rilasciato un nuovo modulo (Red Hat Network module for RHEL 5) per semplificare la gestione piu' semplice degli ambienti virtualizzati offrendo un unico posto dal quale creare e gestire guest Linux. Red Hat Network consente di gestirne 1.000 come se si trattasse di un unico sistema, aggiunge Cormier. Nell'area della sicurezza, Red Hat ha invece realizzato SELinux, un progetto per permettere l'impostazione di controlli di acceso molto granulari. Gia' presente in RHEL 4, ha compiuto dei passi avanti lato gestione, spiega il vendor. Sempre fronte sicurezza, RHEL 5 include il supporto nativo alla conformita' ai sistemi Common Criteria for Trusted Operating; supporto per smart card; tecnologie di controllo del buffer; e capacita' di auditing piu' profonde. "Nel passato questa tecnologia si trovava solo nei data center che avevano una profonda expertise; quello che abbiamo tentato di fare con la piattaforma e' di semplificarla per andare sulla massa", conclude Cormier.

About Red Hat

Red Hat is the world’s leading provider of open source software solutions, using a community-powered approach to reliable and high-performing cloud, Linux, middleware, storage and virtualization technologies. Red Hat also offers award-winning support, training, and consulting services. As the connective hub in a global network of enterprises, partners, and open source communities, Red Hat helps create relevant, innovative technologies that liberate resources for growth and prepare customers for the future of IT. Learn more at http://www.redhat.com.

Dichiarazioni in chiave prospettica

Certain statements contained in this press release may constitute "forward-looking statements" within the meaning of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995. Forward-looking statements provide current expectations of future events based on certain assumptions and include any statement that does not directly relate to any historical or current fact. Actual results may differ materially from those indicated by such forward-looking statements as a result of various important factors, including: risks related to delays or reductions in information technology spending; the effects of industry consolidation; the ability of the Company to compete effectively; the integration of acquisitions and the ability to market successfully acquired technologies and products; uncertainty and adverse results in litigation and related settlements; the inability to adequately protect Company intellectual property and the potential for infringement or breach of license claims of or relating to third party intellectual property; the ability to deliver and stimulate demand for new products and technological innovations on a timely basis; risks related to data and information security vulnerabilities; ineffective management of, and control over, the Company’s growth and international operations; fluctuations in exchange rates; and changes in and a dependence on key personnel, as well as other factors contained in our most recent Quarterly Report on Form 10-Q (copies of which may be accessed through the Securities and Exchange Commission’s website at http://www.sec.gov), including those found therein under the captions "Risk Factors" and "Management’s Discussion and Analysis of Financial Condition and Results of Operations". In addition to these factors, actual future performance, outcomes, and results may differ materially because of more general factors including (without limitation) general industry and market conditions and growth rates, economic and political conditions, governmental and public policy changes and the impact of natural disasters such as earthquakes and floods. The forward-looking statements included in this press release represent the Company’s views as of the date of this press release and these views could change. However, while the Company may elect to update these forward-looking statements at some point in the future, the Company specifically disclaims any obligation to do so. These forward-looking statements should not be relied upon as representing the Company’s views as of any date subsequent to the date of this press release.