EX431

Non più disponibile - Red Hat Certificate of Expertise in ESB exam

Stai visualizzando informazioni per:

L'esame Red Hat Certificate of Expertise in ESB si basa sulle prestazioni

NOTA: l'esame e la credenziale non sono più disponibili.

Gli utenti che conseguono il Certificate of Expertise ESB hanno dimostrato di avere la capacità e le conoscenze necessarie per utilizzare JBoss® enterprise service bus (ESB) al fine di gestire al meglio le comunicazioni tra le applicazioni Enterprise, tra cui l'implementazione e la configurazione degli endpoint di comunicazione e la gestione e trasformazione dei messaggi ESB.

Per prepararsi

Preparazione e implementazione di un archivio .esb
  • Configurazione di Java Message Service
  • Struttura di un archivio .esb
  • Elementi generici definiti in jboss-esb.xml
    • Informazioni sui provider
    • Informazioni sui servizi e sui relativi listener
  • ID bus
  • Metodi comuni per eseguire test su un'implementazione ESB
  • Utilizzo di JBDS per l'interazione con JBoss SOA-P
  • Utilizzo della console di amministrazione per verificare lo stato del servizio
Provider
  • Compatibilità con ESB
  • Provider comuni, quali
    • File system
    • FTP
    • JMS
    • SQL
  • Filtri provider
  • Canale/ID bus
Listener del servizio
  • Interazione con client esterni mediante gateway
  • Dalla non compatibilità alla compatibilità con ESB
  • Listener comuni, quali
    • File system
    • FTP
    • JMS
    • SQL
  • Conseguenze dell'utilizzo di un gateway/listener non compatibile con ESB
Azioni e messaggi del servizio
  • Comprensione della struttura dei messaggi ESB, convalida e intestazione
  • Utilizzo delle proprietà di configurazione del servizio
  • Comprensione di ConfigTree
  • Gestione di eccezioni
    • Configurazione dell'archivio .esb per la gestione di eccezioni
    • Pianificazione della gestione di eccezioni durante la scrittura di un'azione personalizzata
  • Utilizzo di MPE e risposte
  • Scrittura di azioni personalizzate
  • Ciclo di vita dell'azione
  • Catena di azioni
  • Metodi di elaborazione
  • Utilizzo delle azioni pronte all'uso
    • Servizi Web
    • Trasformazione
    • Routing
    • Servizi Web
    • BPM
    • Invio di messaggi al di fuori del bus con notifica
  • Applicazione della catena di servizi
  • Comprensione delle transazioni
  • Comprensione del concetto InVM
  • Applicazione della sicurezza

Informazioni da conoscere

Per le valutazioni, l'approccio di Red Hat® si basa sulle prestazioni, pertanto l'esperienza è la migliore preparazione all'esame. Anche le persone esperte a volte hanno delle lacune nelle proprie conoscenze, pertanto la formazione e lo studio in autonomia rappresentano una valida integrazione all'esperienza. In particolare, la formazione può accelerare l'esperienza. Red Hat offre il corso JBoss SOA: ESB Service Implementation (JB431), che include gran parte del programma dell'esame.

Per facilitare la preparazione, in questo documento vengono elencate le aree di attività previste nel programma di esame. Vengono inoltre inserite fonti ufficiali e non ufficiali di documentazione aggiuntiva sulle aree di attività. È bene sapere che indichiamo queste fonti come suggerimento di studio e che non costituiscono materiale ufficiale per altri obiettivi. Inoltre, i materiali suggeriti non sono garantiti in merito all'accuratezza e rilevanza delle risorse con il passare del tempo.

Consigliamo a tutti i candidati e a coloro che hanno partecipato al corso, di rivedere questo materiale durante lo studio dell'esame.

Durante l'esame, l'accesso alla documentazione sarà limitato alla documentazione ufficiale della versione di JBoss Enterprise SOA Platform oggetto di esame e a eventuali file campione e documentazione aggiuntiva inclusi nel prodotto. Non verrà eliminato nulla di ciò che viene solitamente incluso, ma l'uso di Internet per le ricerche e l'impiego di documentazione aggiuntiva non sarà consentito.

Non sarà possibile accedere alle risorse Internet, incluso il wiki jboss.org.

Non è consentito portare con sé copie cartacee o documentazione elettronica in sede di esame. Tale limitazione include appunti e note personali, note del corso, libri e qualsiasi altro materiale. Inoltre, l'accesso a Internet è rigorosamente controllato. In fase di studio è opportuno tenere presenti tali limitazioni.

Preparazione all'esame: ambiente

Durante l'esame si lavorerà in un sistema Red Hat Enterprise Linux® 6.1, pertanto è consigliabile avere esperienza nell'utilizzo di Linux o UNIX. L'obiettivo di questo esame non è di valutare le competenze relative a un sistema operativo specifico, pertanto non è necessaria una vasta esperienza su Linux. Si avrà a disposizione un ambiente desktop completo su cui lavorare, un elenco di comandi base da prendere come riferimento, le pagine man e altra documentazione fornita con Red Hat Enterprise Linux.

Fedora offre un'alternativa disponibile gratuitamente per esercitarsi su Linux. È disponibile una versione Live CD che consente di lavorare su Fedora senza doverlo installare sul computer. Anche se non corrisponde esattamente all'ambiente di Red Hat Enterprise Linux, è piuttosto simile per il livello di familiarità richiesto. Se desideri scaricare Fedora, tieni in considerazione che le versioni di Fedora successive alla 14 dispongono di un desktop nuovo e piuttosto diverso. Per gli esami JBCD, consigliamo di utilizzare Fedora 14 o di utilizzare la modalità Fallback del desktop.

Ambiente dell'esame: strumenti di sviluppo

Oltre all'ambiente desktop, sarà messa a disposizione una copia configurata e installata di Red Hat JBoss Developer Studio. L'esame non riguarda JBoss Developer Studio e pertanto non è necessario conoscerlo o utilizzarlo per completare le attività richieste nell'esame. Tuttavia, JBoss Developer Studio rappresenta uno strumento eccezionale per lo sviluppo e la manutenzione delle attività e degli archivi ESB e una certa esperienza e preparazione sul prodotto potrebbe essere di aiuto durante l'esame. JBoss Developer Studio fornisce anche un modo semplice per interagire con il runtime del server delle applicazioni.

Se non si dispone dell'accesso a una copia supportata di JBoss Developer Studio, è possibile scaricare una versione gratuita. Se non si è ancora registrati con Red Hat, sarà necessario creare un account gratuito. Se non si desidera effettuare la registrazione con Red Hat per il download gratuito, per la preparazione all'esame sarà sufficiente una distribuzione standard di Eclipse con il plug-in JBoss Tools.

Ambiente dell'esame: directory di lavoro

Quando si inizia l'esame, l'area di lavoro predefinita di JBoss Developer Studio conterrà una o più directory di progetto da utilizzare durante l'esame. Non è necessario utilizzare JBoss Developer Studio per l'attività di sviluppo, tuttavia per svolgere tutte le attività sarà necessario utilizzare la directory dell'area di lavoro predefinita e le directory di progetto fornite. Tutti i codici e le risorse devono essere sviluppati all'interno della struttura delle directory fornite e devono essere coerenti con essa.

Ambiente dell'esame: standard di programmazione

Si tratta di un esame basato su esercizi pratici durante il quale sarà necessario scrivere codice per completare le attività. Le varie aziende hanno standard di programmazione diversi e, come accade in un qualsiasi ambiente nel mondo reale, sarà necessario seguire gli standard di programmazione locali. Nell'elenco seguente, sono riportate alcune informazioni sugli standard di codifica dell'esame, utili per la preparazione. Tali informazioni vengono fornite anche in sede di esame.

Ai fini dell'esame, immagina di essere un sviluppatore di JBoss ESB appena assunto, incaricato di completare un progetto. Il programmatore precedente ha lasciato il progetto incompleto e non puoi contattarlo. Quindi, sarai tu a dover individuare il punto in cui è stato lasciato il codice e completare il più possibile l'attività nel tempo a disposizione.

Il codice è ben documentato e al suo interno sono riportati diversi TODO che indicano ciò che è necessario fare. Tieni tuttavia presente che i Javadoc e i TODO non sono sufficienti. Dovrai leggere le descrizioni delle attività e ciò che è necessario prima di eseguire un'azione su un TODO. Se ritieni che sia presente un conflitto tra il testo dell'attività e il Javadoc/TODO, esegui sempre quanto indicato dalla descrizione dell'attività.

Alcuni punti fondamentali da considerare durante il lavoro:

  • Il formato del codice non è importante. L'utilizzo di tabulazioni e spazi e il posizionamento delle parentesi graffe non influisce sull'esame.
  • A differenza del mondo reale, i commenti e i messaggi sulle eccezioni non sono importanti. La valutazione dell'esame viene fornita tramite computer, pertanto commenti e messaggi vengono del tutto ignorati.
  • La qualità del codice e le best practice sono importanti. È consigliabile seguire sempre le best practice e lavorare con la consapevolezza che le procedure inefficienti avranno una valutazione bassa. Ad esempio, una best practice per Java è quella di non rendere mai pubblici i membri sul campo; sarà quindi necessario utilizzare sempre i metodi standard Getter e Setter di JavaBeans per le proprietà dell'oggetto.
  • Il progetto è stato creato insieme ad altre applicazioni in altri dipartimenti. A meno che non esplicitamente richiesto dalla descrizione di un'attività o da un TODO all'interno del codice, non modificare la firma di un metodo esistente. L'unica eccezione a questa regola consiste nella possibilità e nell'obbligo di rendere la firma più specifica, cioè utilizzare una sottoclasse e/o una classe generica più specifica, se opportuno. Ad esempio, è necessario sostituire Collection con List quando opportuno.
  • È possibile aggiungere campi, proprietà o metodi a seconda delle esigenze.
  • È possibile iniziare con un progetto .esb in errore da correggere.
  • All'interno degli archivi .esb, è possibile configurare le code JMS.
  • Se un metodo richiede un'eccezione a causa di un problema interno, è necessario utilizzare sempre una RuntimeException. Non creare un'eccezione specifica. Ad esempio:
    • È possibile utilizzare IllegalStateException se il problema riguarda un'incompatibilità con lo stato del modello di oggetto o dell'archivio di persistenza.
    • In alternativa, utilizzare IllegalArgumentException se il problema riguarda un argomento non valido per un metodo.
    • Inoltre, è sempre possibile utilizzare NullPointerException quando è opportuno.

Un ultimo avviso: non è possibile valutare il lavoro se non viene compilato, implementato o eseguito correttamente. In particolare, una dichiarazione interrotta può generare il fallimento dell'implementazione, il che significa che non può essere assegnata alcuna valutazione. È consigliabile verificare sempre che l'implementazione degli archivi sia effettuata senza problemi (controllare i registri del server). Per ovviare a questo inconveniente, viene fornito un test di unità molto semplice per attività e consigliamo di eseguire questi test per evitare errori irreversibili.

Formato dell'esame

L'esame per ottenere un Red Hat Certificate of Expertise in ESB valuta l'idoneità dei candidati ad affrontare le responsabilità relative alla creazione e alla manutenzione delle applicazioni e interazioni aziendali basate sul framework JBoss ESB. I candidati che superano l'esame ottengono la credenziale JBoss Certified Developer in ESB.

È un esame che si basa completamente sulle prestazioni. I candidati devono dimostrare di essere in grado di svolgere una lista di obiettivi che potrebbero affrontare nel mondo reale. Ad esempio, potrebbe essere richiesto di stabilire una comunicazione dall'ESB a un sistema esterno mediante FTP. Di conseguenza, ai candidati viene consigliato di guardare con scetticismo i vari suggerimenti e indiscrezioni sugli esami, disponibili online. La migliore e unica fonte di informazioni relative all'esame è rappresentata da questo documento.

L'esame dura 4 ore. Prima dell'inizio dell'esame viene dedicato un po' di tempo all'identificazione dei partecipanti e alla raccolta di informazioni.

Risultati e comunicazioni

I punteggi ufficiali per gli esami vengono forniti esclusivamente da Red Hat Certification Central. Red Hat non autorizza esaminatori o partner di formazione a comunicare i risultati direttamente ai candidati. I punteggi degli esami vengono generalmente comunicati entro 3 giorni lavorativi negli Stati Uniti.

I risultati degli esami vengono comunicati con punteggi suddivisi secondo le sezioni dell'esame. Red Hat non fornisce risultati sulle singole voci né informazioni aggiuntive su richiesta.

Destinatari e prerequisiti

  • Sviluppatori qualificati di applicazioni aziendali Java che hanno familiarità con i principi dell'architettura SOA (Service-Oriented Architecture) e JBoss ESB
  • Architetti SOA aziendali con esperienza di sviluppo Java e conoscenza di JBoss ESB

Formazione consigliata

JBoss SOA: ESB Service Implementation (JB431) - disponibile a breve