Press release

Red Hat: Big Data e Open Hybrid Cloud

Red Hat contribuisce alla community Apache Hadoop con il plug-in di Red Hat Storage per Hadoop

Milano, 26 febbraio 2013 - Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha presentato la sua strategia e alcune soluzioni relative ai big data, per soddisfare la richiesta di soluzioni enterprise altamente affidabili e scalabili, che consentano di gestire efficacemente workload analitici sui big data. Inoltre, Red Hat ha annunciato che contribuirà alla community Apache™ Hadoop® con un plug-in, allo scopo di trasformare Red Hat Storage in un file system per ambienti big data, completamente supportato e compatibile con Hadoop. Parallelamente si sta  impegnando nella realizzazione di un solido network di partner, legati all’ecosistema e all’integrazione enterprise, per offrire ai grandi clienti soluzioni complete per i big data. Si tratta di un ulteriore esempio dell’impegno strategico assunto da Red Hat verso i clienti, e dei continui sforzi per offrire soluzioni di livello enterprise grazie alle innovazioni apportate dalla community.

Le infrastrutture e le piattaforme applicative di Red Hat relative ai big data sono ideali per le aziende che sfruttano un ambiente di tipo open hybrid cloud. Red Hat sta collaborando con la comunità Open Cloud per supportare questa tipologia di clienti. Molte aziende in tutto il mondo utilizzano un’infrastruttura cloud pubblica - quale ad esempio Amazon® Web Services (AWS) - per sviluppo, proof-of-concept e fasi di pre-produzione dei progetti in ambito big data. I carichi di lavoro vengono poi trasferiti nel cloud privato dove è possibile procedere nelle analisi grazie a un set di dati più ampio. Un ambiente open hybrid cloud consente alle aziende di trasferire i workload dal cloud pubblico verso il proprio cloud privato senza la necessità di riadattare le applicazioni. Red Hat è attivamente impegnata nella comunità Open Cloud attraverso progetti come OpenStack e OpenShift Origin per contribuire a soddisfare le aspettative attuali e future delle aziende in ambito big data.

Attualmente, sono diverse le soluzioni Red Hat disponibili per gestire in modo efficace i workload aziendali relativi ai big data. Focalizzata su tre aree principali, la strategia big data di Red Hat prevede l’ampliamento della propria gamma di prodotti, in modo da offrire soluzioni avanzate e piattaforme applicative per infrastrutture di livello enterprise, nonché la collaborazione con i principali vendor e integratori di soluzioni per l’analisi dei big data.

Soluzioni Red Hat per Infrastrutture Big data

 Red Hat Enterprise Linux - Secondo il The Linux Foundation Enterprise Linux User Report pubblicato a gennaio 2012, la maggior parte delle implementazioni big data vengono effettuate su Linux. Red Hat come principale provider Linux a livello commerciale1, rappresenta un sistema di riferimento per le implementazioni big data. Red Hat Enterprise Linux eccelle anche per le architetture distribuite e include funzionalità in grado di soddisfare le esigenze più critiche legate ai big data. La gestione e l’intensiva elaborazione analitica di enormi volumi di dati richiedono un’infrastruttura progettata per elevate prestazioni, affidabilità, accurata gestione delle risorse ed uno storage di tipo scale-out. Red Hat Enterprise Linux risponde a queste necessità, offrendo al contempo la capacità di sviluppare, integrare e proteggere le applicazioni big data in modo affidabile e facilmente scalabile, per allinearsi al ritmo con cui i dati vengono generati, analizzati o trasferiti. Tutto ciò può essere realizzato nel cloud, dove è più facile archiviare, aggregare, normalizzare e integrare dati provenienti da fonti distribuite su piattaforme differenti, siano essi implementati come risorse fisiche, virtuali o cloud.

 Red Hat Storage - Basato sul noto sistema operativo Red Hat Enterprise Linux e sul consolidato file system distribuito GlusterFS,  Red Hat Storage Server può essere utilizzato per raggruppare server economici di tipo standard e fornire così una soluzione storage conveniente, scalabile e affidabile per i big data.

Entro la fine dell’anno, Red Hat intende rendere disponibile alla comunità di Apache il suo plug-in di Red Hat Storage per Hadoop, attualmente in fase di technology preview. Il plug-in di Red Hat Storage per Apache Hadoop fornisce una nuova opzione storage per le implementazioni di classe enterprise di Hadoop: che abilita funzionalità avanzate di storage, mantenendo la compatibilità a livello di API e l’accesso ai dati locali che la community Hadoop si aspetta. Red Hat Storage offre inoltre funzionalità di classe enterprise per ambienti big data come Geo replication, High Availability, compatibilità POSIX, disaster recovery e management, senza compromettere la compatibilità API e la localizzazione dei dati. I clienti possono disporre di una piattaforma software unificata per i dati e lo storage scale-out, per ospitare file e oggetti implementati presso risorse fisiche, virtuali, cloud pubbliche e ibride.


 Red Hat Enterprise Virtualization - Red Hat Enterprise Virtualization 3.1, annunciato nel dicembre 2012, è stato integrato nella piattaforma Red Hat Storage e consente di accedere a un pool di risorse storage sicure e condivise, gestito dalla soluzione stessa. Questa integrazione offre alle aziende una riduzione dei costi operativi, una più estesa portabilità, libertà di scelta per le infrastrutture e scalabilità, oltre alla disponibilità e alla possibilità di accedere all’innovazione della community, realizzata grazie ai contributi dei progetti open source oVirt e Gluster. La combinazione di queste piattaforme evolve  ulteriormente la vision open hybrid cloud di Red Hat, che prevede un nodo integrato e convergente tra Red Hat Storage e Red Hat Enterprise Virtualization, utile sia per risorse di calcolo che storage.

Le piattaforme applicative e di integrazione Big data di Red Hat

 Red Hat JBoss Middleware - Red Hat JBoss Middleware offre alle aziende tecnologie avanzate per la creazione e l’integrazione di applicazioni basate sui big data che sono in grado di interagire con tecnologie nuove ed emergenti, quali Hadoop e MongoDB. I Big data possiedono un reale valore solo quando le aziende sono in grado di estrarne informazioni utili a prendere decisioni. Le soluzioni Red Hat JBoss Middleware sono in grado di: inserire grandi quantità e varietà di dati in modo rapido e affidabile in Hadoop grazie a tecnologie di messaggistica ad alta velocità; semplificare l’interazione con MongoDB attraverso Hibernate OGM; analizzare grandi quantità di dati in modo rapido e semplice con Red Hat JBoss Data Grid; accedere ad Hadoop e al tempo stesso a sorgenti tradizionali di dati grazie a JBoss Enterprise Data Services Platform; infine, identificare le opportunità e le minacce attraverso pattern di ricognizione, con l’ausilio di JBoss Enterprise BRMS. La gamma di prodotti middleware di Red Hat è  ideale per aiutare le aziende a cogliere le opportunità offerte dai Big data. 

Partnership legate ai big data

 Partner dell’ecosistema big data - Per offrire alle aziende una soluzione completa, Red Hat prevede di collaborare con i principali fornitori di software e hardware, in modo da ottenere una reale interoperabilità. Lo sviluppo di architetture di riferimento certificate e documentate consentirà agli utenti di integrare e installare soluzioni big data di livello enterprise.

 Partner Enterprise - Red Hat prevede la possibilità di offrire ai propri clienti una soluzione completa attraverso una serie di importanti partner per l’integrazione enterprise, che utilizzano architetture di riferimento sviluppate da Red Hat e dall’ecosistema dei partner legato ai big data.

“Red Hat dimostra il suo forte impegno nel continuare ad offrire infrastrutture e piattaforme enterprise per gestire con efficacia applicazioni big data, in particolare in un ambiente in forte crescita come quello open hybrid cloud. Grazie a una concreta offerta di livello enterprise, Red Hat sfrutta la potenza della comunità open source per offrire ai clienti big data la possibilità di scegliere liberamente tecnologia, ambienti di distribuzione e partner, secondo le proprie preferenze” ha dichiarato Ranga Rangachari, Vice President e General Manager area Storage di Red Hat.

 “Red Hat vanta una posizione privilegiata che le consente di eccellere nel campo delle soluzioni big data enterprise, un mercato che IDC stima in forte crescita: da 6 miliardi di dollari del 2011 a 23,8 nel 2016. Red Hat è uno dei pochi provider di infrastrutture in grado di fornire una soluzione completa per i big data, grazie alla portata delle sue soluzioni di infrastruttura e delle sue piattaforme applicative per modelli di erogazione on-premise e cloud. Red Hat, in qualità di autorevole contributor alle comunità open source per lo sviluppo di tecnologie essenziali per lo stack IT di big data - da Linux a OpenStack Origin fino a Gluster - continuerà a svolgere un ruolo determinante in questo campo”, ha concluso Ashish Nadkarni, research director, Storage Systems e co-lead area Big Data Global Overview di IDC.

About Red Hat

Red Hat is the world’s leading provider of open source software solutions, using a community-powered approach to reliable and high-performing cloud, Linux, middleware, storage and virtualization technologies. Red Hat also offers award-winning support, training, and consulting services. As the connective hub in a global network of enterprises, partners, and open source communities, Red Hat helps create relevant, innovative technologies that liberate resources for growth and prepare customers for the future of IT. Learn more at http://www.redhat.com.

Dichiarazioni in chiave prospettica

Certain statements contained in this press release may constitute "forward-looking statements" within the meaning of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995. Forward-looking statements provide current expectations of future events based on certain assumptions and include any statement that does not directly relate to any historical or current fact. Actual results may differ materially from those indicated by such forward-looking statements as a result of various important factors, including: risks related to delays or reductions in information technology spending; the effects of industry consolidation; the ability of the Company to compete effectively; the integration of acquisitions and the ability to market successfully acquired technologies and products; uncertainty and adverse results in litigation and related settlements; the inability to adequately protect Company intellectual property and the potential for infringement or breach of license claims of or relating to third party intellectual property; the ability to deliver and stimulate demand for new products and technological innovations on a timely basis; risks related to data and information security vulnerabilities; ineffective management of, and control over, the Company’s growth and international operations; fluctuations in exchange rates; and changes in and a dependence on key personnel, as well as other factors contained in our most recent Quarterly Report on Form 10-Q (copies of which may be accessed through the Securities and Exchange Commission’s website at http://www.sec.gov), including those found therein under the captions "Risk Factors" and "Management’s Discussion and Analysis of Financial Condition and Results of Operations". In addition to these factors, actual future performance, outcomes, and results may differ materially because of more general factors including (without limitation) general industry and market conditions and growth rates, economic and political conditions, governmental and public policy changes and the impact of natural disasters such as earthquakes and floods. The forward-looking statements included in this press release represent the Company’s views as of the date of this press release and these views could change. However, while the Company may elect to update these forward-looking statements at some point in the future, the Company specifically disclaims any obligation to do so. These forward-looking statements should not be relied upon as representing the Company’s views as of any date subsequent to the date of this press release.