Press release

Red Hat presenta una nuova release della sua piattaforma di virtualizzazione enterprise

Red Hat Enterprise Virtualization 3.1 offre nuove funzionalità a livello di scalabilità, networking e storage, oltre all’integrazione con Red Hat Storage

Milano, 10 dicembre 2012 - Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha annunciato la disponibilità di Red Hat Enterprise Virtualization 3.1, apportando una serie di novità alla sua piattaforma di virtualizzazione enterprise. La versione 3.1 arricchisce Red Hat Enterprise Virtualization di nuove ed interessanti opzioni che ne migliorano la scalabilità, l’interfaccia di gestione ed amministrazione da parte dell’utente, oltre alle funzionalità di networking, storage e virtual desktop. Con questa nuova release, Red Hat aggiunge ulteriore flessibilità alla combinazione tra Red Hat Enterprise Virtualization e l’intero portfolio Red Hat, comprese le piattaforme Red Hat Storage e Red Hat Enterprise Linux.

Red Hat Enterprise Virtualization è l’unica infrastruttura di virtualizzazione open source, mission-critical ed end-to-end, progettata per utenti enterprise ad essere attualmente disponibile. La versione 3.0 di Red Hat Enterprise Virtualization, presentata a gennaio 2012, ha rappresentato un’evoluzione importante del mercato, offrendo alle aziende benefici in termini di funzionalità, prestazioni, scalabilità e costi. Oggi, con l’annuncio di Red Hat Enterprise Virtualization 3.1, l’hypervisor Kernel-based Virtual Machine (KVM) di Red Hat Enterprise Virtualization mantiene 19 dei 27 benchmark prestazionali pubblicati da SPECvirt_sc2010 (www.spec.org), compresi i migliori risultati a 2-socket e 4-socket e gli unici risultati disponibili a 8-socket. Con costi del 50/70 per cento inferiori rispetto alle soluzioni alternative, offre alle organizzazioni anche significativi vantaggi economici.

“Red Hat Enterprise Virtualization è una piattaforma chiave nell’offerta Red Hat, che permette alle aziende di sfruttare i vantaggi del modello di sviluppo open source per generare innovazione nella virtualizzazione”, spiega Paul Cormier, president, Product and Technologies di Red Hat. “La versione 3.1 è un passo avanti importante del prodotto, perché offre le funzionalità e l’integrazione che i nostri clienti ci richiedono. L’integrazione del prodotto con Red Hat Storage, ad esempio, porta alle aziende funzionalità di virtual storage che non sono attualmente disponibili nelle soluzioni tradizionali di virtualizzazione.”

Le nuove funzionalità della versione 3.1
Red Hat Enterprise Virtualization 3.1 offre una serie di nuove ed importanti funzionalità. Per la piattaforma principale, la versione 3.1 consente una maggiore scalabilità delle machine virtuali guest, permettendo ora di supportare fino a 160 CPU logiche e fino a 2 Terabyte di memoria, per ogni macchina virtuale, ed aggiorna il suo hypervisor KVM a supporto dei più recenti processori standard x86. Red Hat Enterprise Virtualization condivide la stessa tecnologia base di hypervisor KVM con Red Hat Enterprise Linux e mantiene la compatibilità delle ABI, permettendo di ottenere la massima flessibilità combinando le due piattaforme di un unico vendor.

Red Hat Enterprise Virtualization 3.1 offre anche un’interfaccia utente aggiornata, un portale di amministrazione web cross-platform più efficace, una dashboard più avanzata per la reportistica, nuove funzionalità di networking e maggiore disk storage. L’integrazione di una preview tecnologica della storage live migration aggiunge la flessibilità di poter migrare file di disco delle macchine virtuali tra i domini storage, senza dover spegnere la macchina virtuale. Anche il portale dedicato ai power user è stato migliorato con  la possibilità di definire quote di risorse per consentire il self-service in caso di test/sviluppo e di altri caso di utilizzo della cloud privata. Questa release apporta anche nuovi miglioramenti alle funzionalità VDI della piattaforma, compresa una nuova policy di autostart dei virtual desktop, una migliore ottimizzazione della WAN ed un virtual desktop client più avanzato.

Con la versione 3.1, Red Hat Enterprise Virtualization aggiunge anche nuove localizzazioni, con il supporto alle lingue inglese, francese, spagnolo, cinese semplificato e giapponese, cosa che apre la possibilità di utilizzare la piattaforma in modo ancor più capillare in tutto il mondo.

Integrazione con Red Hat Storage
Un aggiornamento fondamentale di Red Hat Enterprise Virtualization 3.1 è la sua integrazione con Red Hat Storage, la soluzione software storage open source e scale-out firmata Red Hat, per la gestione dei dati. Basata sulla tecnologia GlusterFS, ottenuta nell’ottobre 2011 con l’acquisizione di Gluster Inc, Red Hat Storage Server 2.0 è stato reso disponibile a livello globale nel giugno 2012, offrendo ai clienti enterprise un sistema software storage scale-out aperto e unificato.
 
Red Hat Enterprise Virtualization 3,0 ha fornito la capacità di accedere ad immagini e storage virtuale attraverso iSCSI, Fibre-Channel BFS o su storage locale. Con Red Hat Enterprise Virtualization 3.1, la versatilità della piattaforma viene ulteriormente estesa, con la possibilità di accedere al pool di risorse sicure e condivise gestite da Red Hat Storage. Oltre a fornire i building block essenziali per cloud ibride aperte, questa integrazione offre alle aziende anche una riduzione dei costi operativi, maggiore portabilità, libertà di scelta infrastrutturale, flessibilità, scalabilità, disponibilità e tutta la forza dell’innovazione guidata da una community, col contributo di progetti open source oVirt e Gluster. La combinazione di queste piattaforme è il primo passo verso la vision Red Hat di un nodo integrato e convergente, composto da Red hat Storage e Red Hat Enterprise Virtualization, in grado di erogare sia risorse computazionali che storage.

Disponibilità
Red Hat Enterprise Virtualization 3.1 è già disponibile su scala globale per clienti Red Hat che attivano una sottoscrizione. Una versione trial a 60 giorni, pienamente supportata, di questa release è disponibile su www.redhat.com/promo/rhev3.

About Red Hat

Red Hat is the world’s leading provider of open source software solutions, using a community-powered approach to reliable and high-performing cloud, Linux, middleware, storage and virtualization technologies. Red Hat also offers award-winning support, training, and consulting services. As the connective hub in a global network of enterprises, partners, and open source communities, Red Hat helps create relevant, innovative technologies that liberate resources for growth and prepare customers for the future of IT. Learn more at http://www.redhat.com.

Dichiarazioni in chiave prospettica

Certain statements contained in this press release may constitute "forward-looking statements" within the meaning of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995. Forward-looking statements provide current expectations of future events based on certain assumptions and include any statement that does not directly relate to any historical or current fact. Actual results may differ materially from those indicated by such forward-looking statements as a result of various important factors, including: risks related to delays or reductions in information technology spending; the effects of industry consolidation; the ability of the Company to compete effectively; the integration of acquisitions and the ability to market successfully acquired technologies and products; uncertainty and adverse results in litigation and related settlements; the inability to adequately protect Company intellectual property and the potential for infringement or breach of license claims of or relating to third party intellectual property; the ability to deliver and stimulate demand for new products and technological innovations on a timely basis; risks related to data and information security vulnerabilities; ineffective management of, and control over, the Company’s growth and international operations; fluctuations in exchange rates; and changes in and a dependence on key personnel, as well as other factors contained in our most recent Quarterly Report on Form 10-Q (copies of which may be accessed through the Securities and Exchange Commission’s website at http://www.sec.gov), including those found therein under the captions "Risk Factors" and "Management’s Discussion and Analysis of Financial Condition and Results of Operations". In addition to these factors, actual future performance, outcomes, and results may differ materially because of more general factors including (without limitation) general industry and market conditions and growth rates, economic and political conditions, governmental and public policy changes and the impact of natural disasters such as earthquakes and floods. The forward-looking statements included in this press release represent the Company’s views as of the date of this press release and these views could change. However, while the Company may elect to update these forward-looking statements at some point in the future, the Company specifically disclaims any obligation to do so. These forward-looking statements should not be relied upon as representing the Company’s views as of any date subsequent to the date of this press release.