Cerca
Italiano
Italiano

Seleziona la tua lingua

Accedi Account
Accedi / Registrati Account
Website

In breve

Red Hat accelera sulle tecnologie open hybrid cloud per soddisfare le esigenze dei clienti, dal superamento delle criticità alla capacità di scalare servizi critici

  • Le nuove tecnologie concretizzano la vision di consentire ai clienti di "costruire qualsiasi applicazione e distribuirla ovunque", dall’edge fino ad ambienti ibridi e multicloud
  • OpenShift Virtualization e Red Hat Advanced Cluster Management per Kubernetes abbattono le barriere applicative e portano il controllo sulle risorse distribuite
  • La più recente versione della principale piattaforma Kubernetes enterprise migliora il lavoro dei principali sviluppatori e dei team operativi per operazioni cloud-native
RALEIGH, N.C.

Red Hat, Inc, (NYSE: RHT), principale fornitore di soluzioni open source al mondo, ha annunciato oggi nuove offerte pensate per aiutare le organizzazioni di ogni dimensioni e settore a ottimizzare, scalare o semplicemente proteggere le proprie attività IT rispetto a dinamiche globali in continua evoluzione.

Piuttosto che fornire singole tecnologie per soddisfare un'esigenza o l'altra, Red Hat fornisce ai clienti un set di soluzioni flessibile e completamente aperto, che permette di rispondere alle loro necessità dove esse si verificano e con quello che hanno a disposizione, sempre in ottica enterprise.

Paul CormierCEO e presidente di Red Hat

Da sempre, Red Hat sostiene l'evoluzione della tecnologia e intende consentire ai clienti di costruire qualsiasi applicazione e implementarla ovunque con la coerenza e la flessibilità che una infrastruttura open hybrid cloud offre. Sulla base di questa vision, le nuove soluzioni di Red Hat sono progettate per migliorare l'erogazione, l'accessibilità e la stabilità di servizi e applicazioni critiche su scala mondiale sulla solida base del cloud ibrido.

Oggi più che mai, Red Hat vede la necessità di un'evoluzione dell'IT per soddisfare la sempre crescente domanda di servizi digitali sempre disponibili e di connettività sempre presente. Quasi tutti i settori, tra cui sanità, logistica, retail, finance, government, istruzione e altri ancora, si stanno adattando in tempo reale per soddisfare la richiesta di un accesso più rapido e diffuso alle applicazioni e ai servizi essenziali, mantenendo al contempo la stabilità operativa. Nel settore delle telecomunicazioni, ad esempio, in alcune regioni del mondo. il traffico è aumentato di oltre il 50% Questa impennata ha portato i fornitori di telecomunicazioni e di servizi ad espandere la capacità e ad accelerare implementazioni 5G ed edge computing, guidando a loro volta i test di preparazione della rete e dell'infrastruttura cloud.

Red Hat ritiene che le tecnologie necessarie per soddisfare queste esigenze non siano legate a stack di software legacy o radicate in costose tecnologie proprietarie. Le risposte saranno invece guidate dall'innovazione open source, consentendo alle organizzazioni di sfruttare piattaforme cloud-native ovunque, dai datacenter edge e on-premise ai differenti cloud pubblici. Grazie a tecnologie open source come Linux e Kubernetes, le organizzazioni non solo hanno accesso all'innovazione che può aiutarle a costruire il futuro e mantenerle all'avanguardia nel loro settore, ma anche ad automatizzare, adattare e scalare le operazioni esistenti negli ambienti IT con una flessibilità maggiore di quella che i tradizionali vendor proprietari possono fornire.

Applicazioni tradizionali e cloud-native, unificate e gestite dal centro fino all’edge

L’impegno riconosciuto di Red Hat nelle comunità open source non nasce da iniziative marketing o di convenienza. In Kubernetes, Red Hat è stato uno dei primi contributori al fianco di Google e rimane il secondo principale contributore enterprise del progetto. Red Hat sta aiutando a far avanzare le tecnologie chiave in Kubernetes e nelle comunità correlate che stanno permettendo questa evoluzione informatica che coinvolge più mercati.

Con Red Hat OpenShift, Red Hat è stato il pioniere di una piattaforma aziendale Kubernetes che ha permesso ai clienti di adottare approcci cloud-native, supportando anche le applicazioni tradizionali già esistenti. Grazie a questo approccio differenziato, Red Hat OpenShift gode della fiducia dei clienti di tutti i settori di mercato. Per aiutare ad eliminare ulteriormente le barriere tra le applicazioni tradizionali e quelle native del cloud, Red Hat sta introducendo funzionalità che consentono nuovi workload su OpenShift e che soddisfano i clienti dove si trovano.

Oggi Red Hat ha annunciato:

  • OpenShift Virtualization, una nuova funzionalità disponibile come Technology Preview all'interno di Red Hat OpenShift, derivata dal progetto open source KubeVirt. Consente alle organizzazioni di sviluppare, implementare e gestire applicazioni costituite da macchine virtuali accanto a container e serverless, il tutto in un'unica moderna piattaforma che unifica carichi di lavoro cloud-native e tradizionali. Mentre alcuni vendor cercano di proteggere gli stack di tecnologia legacy portando indietro Kubernetes e le funzionalità cloud-native per preservare la virtualizzazione proprietaria, Red Hat fa l'opposto: portare gli stack di applicazioni tradizionali in avanti in uno scenario di open innovation, consentendo ai clienti di trasformarsi veramente alla loro velocità, senza nessun vincolo legato al lock-in proprietario. Per sapere di più sulle nuove capacità di virtualizzazione nativa dei container della virtualizzazione OpenShift, cliccate qui.
  • Red Hat OpenShift 4.4, versione più recente della piattaforma Kubernetes enterprise leader di mercato, che si basa sulla semplicità e la scala di Kubernetes Operators. Partendo da Kubernetes 1.17, OpenShift 4.4 introduce una visione developer-centrica delle metriche della piattaforma e del monitoraggio dei workflow applicativi; il monitoraggio dell'integrazione per Red Hat Operators; la gestione dei costi per la valutazione delle risorse e dei costi utilizzati per specifiche applicazioni attraverso il cloud ibrido; e molto altro ancora. Per sapere di più sulle novità di Red Hat OpenShift 4.4 leggete qui.
  • Per affrontare le sfide di gestione dell'esecuzione di applicazioni cloud-native su larga scala, su cluster Kubernetes in produzione e distribuiti, Red Hat introduce anche una nuova soluzione di gestione. Red Hat Advanced Cluster Management per Kubernetes, presto disponibile come Technology Preview, fornisce un unico punto di controllo semplificato per il monitoraggio e la distribuzione dei cluster OpenShift su ampia scala, offrendo una governance policy-driven e la gestione del ciclo di vita delle applicazioni. Per sapere di più su Red Hat Advanced Cluster Management per Kubernetes cliccate qui.

Una base per l'innovazione, sempre e ovunque

L'innovazione è molto più della semplice fornitura di nuove tecnologie. Come per l'intero portfolio open hybrid cloud di Red Hat, queste soluzioni sono supportate da un ecosistema completo di supporto software, hardware e servizi e dalla profonda esperienza di Red Hat nell'integrazione e nel mantenimento di una innovazione realmente open. Red Hat garantisce inoltre la sicurezza della produzione mantenendo un ciclo di vita di lunga durata e livello enterprise per l'intero portfolio prodotti, incluse queste offerte appena lanciate.

Queste innovazioni non sono limitate a un singolo componente hardware o a un unico fornitore cloud, perché Red Hat offre un'innovazione completa attraverso scenari ibridi e multicloud, che comprendono:

  • Tutti i principali fornitori public cloud in Amazon Web Services, Google Cloud Platform, IBM Cloud e Microsoft Azure, nonché molti fornitori di cloud specializzati.

  • Soluzioni gestite attraverso OpenShift Dedicated, Azure Red Hat OpenShift e IBM Red Hat OpenShift Kubernetes Service che consentono alle organizzazioni di ottenere i benefici di Kubernetes enterprise senza l'onere della gestione dell'infrastruttura.

  • Supporto di più architetture di calcolo, tra cui x86, IBM Power e mainframe.

Oltre a queste nuove tecnologie, Red Hat ha investito per aiutare le organizzazioni ad ottenere il massimo dalle infrastrutture esistenti. E questo comprende:

  • Miglioramenti a Red Hat Insights, l'offerta as-a-service di Red Hat per la sicurezza e la gestione preventiva del rischio, che rende più facile per i team IT individuare, diagnosticare e risolvere potenziali problemi prima che abbiano un reale impatto sui sistemi di produzione o sugli utenti finali. Insights non è un semplice add-on, perché è disponibile in tutti gli abbonamenti Red Hat Enterprise Linux supportati di default.

  • Red Hat Ansible Automation Platform aiuta anche ad affrontare le complessità dell'espansione delle necessità di rete e infrastruttura, automatizzando le attività manuali più impegnative in termini di tempo, aiutando i team IT a soddisfare in modo più efficace le esigenze dei clienti e degli utenti finali al di là dei tempi di attività del servizio.

Formazione e certificazione Red Hat sono altrettanto disponibili per i team IT che cercano di ampliare rapidamente le loro competenze in base all'evoluzione delle esigenze di connettività. Dall'apprendimento delle basi di Kubernetes enterprise fino all'ottenimento della certificazione in architettura delle telecomunicazioni, le competenze di Red Hat sono a disposizione per aiutare i professionisti IT ad acquisire nuove competenze ed esperienze per meglio affrontare la crescente importanza della rete.

Citazione a supporto

Paul Cormier, CEO e presidente di Red Hat
"Oggi più che mai, l’attenzione deve andare alle esigenze uniche e distintive di ogni organizzazione: alcune hanno bisogno di scalare immediatamente le loro operazioni per soddisfare una sempre più accentuata richiesta di servizi, altre cercano di rafforzare e proteggere e le attività IT di base. Piuttosto che fornire singole tecnologie per soddisfare un'esigenza o l'altra, Red Hat fornisce ai clienti un set di soluzioni flessibile e completamente aperto, che permette di rispondere alle loro necessità dove esse si verificano e con quello che hanno a disposizione, sempre in ottica enterprise. Si passa da Linux per una maggiore stabilità operativa fino a Kubernetes per scalare rapidamente i servizi in vista di richieste critiche, il tutto supportato dalla nostra competenza, esperienza e impegno a supporto delle comunità globali, e non solo dei nostri clienti diretti."

Informazioni su Red Hat

Red Hat is the world’s leading provider of enterprise open source software solutions, using a community-powered approach to deliver reliable and high-performing Linux, hybrid cloud, container, and Kubernetes technologies. Red Hat helps customers integrate new and existing IT applications, develop cloud-native applications, standardize on our industry-leading operating system, and automate, secure, and manage complex environments. Award-winning support, training, and consulting services make Red Hat a trusted adviser to the Fortune 500. As a strategic partner to cloud providers, system integrators, application vendors, customers, and open source communities, Red Hat can help organizations prepare for the digital future.

Dichiarazioni in chiave prospettica

Certain statements contained in this press release may constitute "forward-looking statements" within the meaning of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995. Forward-looking statements provide current expectations of future events based on certain assumptions and include any statement that does not directly relate to any historical or current fact. Actual results may differ materially from those indicated by such forward-looking statements as a result of various important factors, including: risks related to our pending merger with International Business Machines Corporation, the ability of the Company to compete effectively; the ability to deliver and stimulate demand for new products and technological innovations on a timely basis; delays or reductions in information technology spending; the integration of acquisitions and the ability to market successfully acquired technologies and products; risks related to errors or defects in our offerings and third-party products upon which our offerings depend; risks related to the security of our offerings and other data security vulnerabilities; fluctuations in exchange rates; changes in and a dependence on key personnel; the effects of industry consolidation; uncertainty and adverse results in litigation and related settlements; the inability to adequately protect Company intellectual property and the potential for infringement or breach of license claims of or relating to third party intellectual property; the ability to meet financial and operational challenges encountered in our international operations; and ineffective management of, and control over, the Company's growth and international operations, as well as other factors contained in our most recent Quarterly Report on Form 10-Q (copies of which may be accessed through the Securities and Exchange Commission's website at www.sec.gov), including those found therein under the captions "Risk Factors" and "Management's Discussion and Analysis of Financial Condition and Results of Operations". In addition to these factors, actual future performance, outcomes, and results may differ materially because of more general factors including (without limitation) general industry and market conditions and growth rates, economic and political conditions, governmental and public policy changes and the impact of natural disasters such as earthquakes and floods. The forward-looking statements included in this press release represent the Company's views as of the date of this press release and these views could change. However, while the Company may elect to update these forward-looking statements at some point in the future, the Company specifically disclaims any obligation to do so. These forward-looking statements should not be relied upon as representing the Company's views as of any date subsequent to the date of this press release.

###

Red Hat, Red Hat Enterprise Linux, the Red Hat logo, JBoss, Ansible, Ceph, CloudForms, Gluster and OpenShift are trademarks or registered trademarks of Red Hat, Inc. or its subsidiaries in the U.S. and other countries. Linux® is the registered trademark of Linus Torvalds in the U.S. and other countries. The OpenStack Word Mark is either a registered trademark/service mark or trademark/service mark of the OpenStack Foundation, in the United States and other countries, and is used with the OpenStack Foundation's permission. Red Hat is not affiliated with, endorsed or sponsored by the OpenStack Foundation, or the OpenStack community.