In occasione del Red Hat Summit e dell'AnsibleFest 2023 abbiamo presentato Ansible Lightspeed con IBM watsonx Code Assistant, un nuovo servizio di IA generativa per Ansible. A questo annuncio è seguita un'anteprima tecnica delle funzionalità nel giugno 2023. Oggi siamo lieti di comunicarti che Red Hat Ansible Lightspeed con IBM watsonx Code Assistant è ora disponibile come servizio accessorio di Red Hat Ansible Automation Platform. 

Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant è pensato per aiutare i team di automazione a creare, adottare e gestire contenuti Ansible in modo più efficiente. 

In questo articolo del blog illustreremo i passaggi per rendere subito operativo Ansible Lightspeed con IBM watsonx Code Assistant per la tua organizzazione e scopriremo in che modo gli utenti finali possono configurare il servizio nel proprio ambiente Visual Studio Code (VS Code). Inoltre, descriveremo più nel dettaglio l'esperienza e gli strumenti aggiuntivi disponibili per accelerare il tuo percorso creativo con Ansible grazie a funzionalità di IA generativa basate su trasparenza, accuratezza e possibilità di scelta. 

Non perdiamo altro tempo e scopriamo subito questa interessante novità di Ansible Automation Platform.

Funzionalità commerciali: integrazione dell'IA nella creazione di contenuti Ansible grazie alla collaborazione tra Red Hat e IBM

Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant è il risultato della collaborazione tra i team di Red Hat e IBM per garantire un'esperienza coesiva di creazione di contenuti Ansible mediante l'IA. Sfruttando i modelli di base di IBM watsonx specifici per l'automazione, questo nuovo servizio trasforma le richieste testuali in snippet per la creazione di contenuti Ansible. I contenuti generati sono conformi alle procedure consigliate per Ansible; inoltre, grazie al bot dei codici Ansible, i team possono creare la propria base di codice di automazione con maggiore sicurezza.

Red Hat Ansible Lightspeed with IBM watson x Code Assistant

Il servizio include tre componenti:

  1. Interfaccia per sviluppatori: integrata in modo nativo nell'estensione VS Code tramite l'estensione Ansible, consente ai creatori di contenuti Ansible di utilizzare le richieste formulate in linguaggio naturale negli Ansible Playbook o nei file delle attività per generare suggerimenti per una o più attività Ansible Lightspeed.
  2. Servizio integrato: collante o broker tra l'interfaccia per sviluppatori e il servizio watsonx.ai, introduce la potenza dell'IA in Ansible Automation Platform e migliora le risposte dell'IA con le sue capacità di post-elaborazione.
  3. IA: IBM watsonx Code Assistant fornisce l'accesso al modello di base watsonx.ai specifico per Ansible che genera raccomandazioni sui contenuti Ansible. Questa è la vera e propria intelligenza artificiale della soluzione.

Nei prossimi paragrafi spiegheremo come configurare e iniziare a utilizzare Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant.

Accesso e configurazione di Red Hat Ansible Lightspeed per la connessione a IBM watsonx Code Assistant

Nota: questa sezione è destinata esclusivamente a persone con privilegi di amministratore per l'account Red Hat Customer Portal della tua organizzazione. Se non ti riguarda, passa alla sezione successiva su come effettuare la connessione nell'estensione VS Code per Ansible. 

Gli amministratori del Red Hat Customer Portal devono configurare Red Hat Ansible Lightspeed per la connessione all'istanza di IBM watsonx Code Assistant. Questa configurazione consente a Red Hat Ansible Lightspeed di comunicare con l'istanza di IBM watsonx Code Assistant.

Per connettere Red Hat Ansible Lightspeed sono necessarie le seguenti informazioni relative a IBM watsonx Code Assistant:

  • Chiave API di IBM watsonx Code Assistant (WxCA)
    • La chiave API WxCA autentica tutte le richieste inviate da Red Hat Ansible Lightspeed a IBM watsonx Code Assistant. Ciascuna organizzazione Red Hat con una sottoscrizione Ansible Automation Platform valida deve disporre di una chiave API WxCA configurata. Quando un utente autenticato con Single Sign-On (SSO) di Red Hat richiede un suggerimento a Red Hat Ansible Lightspeed, viene utilizzata la chiave API WxCA associata all'organizzazione Red Hat dell'utente per autenticare la richiesta a IBM watsonx Code Assistant. 
  • ID modello
    • L'ID modello WxCA univoco identifica un modello IBM watsonx Code Assistant nell'account IBM Cloud. L'ID modello configurato nel portale amministratore di Red Hat Ansible Lightspeed viene utilizzato come modello predefinito per ottenere suggerimenti da Ansible Lightspeed per tutti i membri dell'organizzazione a cui è stata assegnata un'utenza. Questo modello IBM watsonx Granite a tenant singolo è esclusivo per la tua organizzazione, al fine di garantire la privacy, la conformità e la sicurezza dei dati. I modelli sono forniti, gestiti e mantenuti da IBM.

Importante: è necessario configurare sia la chiave API WxCA che l'ID modello durante la configurazione iniziale di Red Hat Ansible Lightspeed.

Prerequisiti

  • Privilegi di amministratore per un'organizzazione Red Hat Customer Portal con sottoscrizione Ansible Automation Platform valida.
  • Chiave API WxCA e ID modello di IBM watsonx Code Assistant da utilizzare in Red Hat Ansible Lightspeed. 

Per informazioni su come ottenere una chiave API WxCA e un ID modello da IBM watsonx Code Assistant, consulta la documentazione di IBM watsonx Code Assistant

Procedura

  1. Accedi al portale Ansible Lightspeed come amministratore dell'organizzazione.
  2. Fai clic su Log in (Accedi) > Log in with Red Hat (Accedi con Red Hat). 
  3. Inserisci il nome utente e la password del tuo account Red Hat. 
    • Il servizio Red Hat Ansible Lightspeed utilizza la tecnologia Single Sign-On (SSO) di Red Hat per l'autenticazione. 
    • Durante il processo di autenticazione, il servizio Red Hat Ansible Lightspeed verifica se sei un amministratore dell'organizzazione e se la tua organizzazione ha una sottoscrizione Ansible Automation Platform valida. Una volta completata l'autenticazione, viene visualizzata la schermata di accesso insieme al nome utente e al ruolo utente assegnato. 
  4. Nella schermata di accesso, fai clic su Admin Portal (Portale amministratore). 
    • Visualizzerai il portale amministratore di Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant da utilizzare per connettere Red Hat Ansible Lightspeed all'istanza di IBM watsonx Code Assistant.
  5. Specifica la chiave API dell'istanza IBM watsonx Code Assistant e fai clic su Save (Salva).
    • Facoltativo: fai clic su Test (Prova) per convalidare la chiave API.
  6. Specifica l'ID modello che desideri utilizzare e fai clic su Save (Salva).
    • Facoltativo: fai clic su Test (Prova) per convalidare l'ID modello.
  7. Dopo la convalida della chiave API WxCA e dell'ID modello, Red Hat Ansible Lightspeed si connetterà all'istanza di IBM watsonx Code Assistant.

Assegnazione e rimozione delle licenze per utenza

Nota: questa sezione è destinata esclusivamente a persone con privilegi di amministratore per l'account Red Hat Customer Portal della tua organizzazione. Se non ti riguarda, passa alla sezione successiva su come effettuare la connessione nell'estensione VS Code per Ansible.

Dopo aver connesso Red Hat Ansible Lightspeed a un'istanza IBM watsonx Code Assistant, gli amministratori dell'organizzazione Red Hat Customer Portal possono assegnare licenze agli utenti di Ansible Automation Platform all'interno dell'organizzazione. La funzione di assegnazione delle utenze consente a determinati utenti di Ansible Automation Platform della tua organizzazione di accedere a Red Hat Ansible Lightspeed e utilizzare il componente. 

La sottoscrizione Ansible Automation Platform include un numero specifico di utenze nominali per Red Hat Ansible Lightspeed a seconda del numero di sottoscrizioni acquistate dalla tua organizzazione. Red Hat Ansible Lightspeed esegue l'autenticazione degli utenti tramite la tecnologia Single Sign-On (SSO) di Red Hat e verifica che sia stata loro assegnata una licenza per utenza.

Assegnazione delle licenze a un'utenza

Puoi concedere licenze Red Hat Ansible Lightspeed a determinati utenti della tua organizzazione.  

Prerequisiti

  • Privilegi di amministratore dell'organizzazione nel Red Hat Customer Portal. 
  • Configurazione di Red Hat Ansible Lightspeed per la connessione all'istanza di IBM watsonx Code Assistant.
  • Accesso ad Ansible Automation Platform su Red Hat Hybrid Cloud Console come amministratore dell'organizzazione.

Procedura

  1. Apri Ansible Automation Platform su Red Hat Hybrid Cloud Console.
  2. Dal pannello di navigazione, seleziona Ansible Lightspeed with IBM watsonx Code Assistant > Seat Management (Gestione delle utenze). 
  3. Fai clic su Assign users (Assegna utenti).
  4. Inserisci il nome utente della persona a cui desideri assegnare una licenza.
  5. Fai clic su Assign (Assegna) e, nel messaggio di verifica, fai clic su Ok per confermare.

Ora le persone con utenze assegnate potranno accedere ad Ansible Lightspeed con il servizio watsonx Code Assistant.

Connessione: installazione e configurazione

Prerequisiti

  • Visual Studio Code e Ansible installati sulla workstation
  • Account Red Hat Customer Portal (collegato all'organizzazione)
  • Utenza assegnata al tuo account dall'amministratore dell'organizzazione Red Hat Customer Portal per consentire all'organizzazione di accedere al servizio Red Hat Ansible Lightspeed.

Procedura

  • Installa l'estensione Ansible VS Code da Visual Studio Code Marketplace cercando "ansible" e selezionando l'estensione pubblicata da Red Hat. La versione minima per consentire l'utilizzo dell'estensione Ansible con il servizio Ansible Lightspeed è 2.8.108; la cronologia delle versioni è disponibile qui.
  • Abilita il servizio Red Hat Ansible Lightspeed all'interno dell'estensione accedendo a "Extension Settings" (Impostazioni dell'estensione) tramite l'icona a forma di ingranaggio.
  • Nelle impostazioni, metti la spunta a entrambe le caselle di controllo "Ansible Lightspeed enabled" (Abilita Ansible Lightspeed) e "Enable Ansible Lightspeed with Watson Code Assistant inline suggestions" (Abilita i suggerimenti incorporati di Ansible Lightspeed con Watson Code Assistant).

Nota: puoi abilitare Red Hat Ansible Lightspeed nelle impostazioni "User" (Utente) o "Workspace" (Area di lavoro) in base alle tue preferenze. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni User e Workspace di VS Code, consulta la relativa documentazione.

Installing the Ansible Visual Studio Code extension

Installazione dell'estensione Ansible Visual Studio Code

  • Fai clic sulla "A" di Ansible nella barra delle attività di VS Code sul lato sinistro dell'editor per aprire l'estensione.
  • Fai clic su "Connect" (Connetti) e segui le istruzioni per accedere al tuo account Red Hat utilizzando le tue credenziali.
  • Successivamente, autorizza Ansible Lightspeed per VS Code facendo clic su "Authorize" (Autorizza).
  • Segui le istruzioni del browser per tornare a VS Code e, infine, fai clic su "Open" (Apri) nella finestra di conferma di VS Code.
Log in using your Red Hat credentials

Accesso con le credenziali Red Hat

Congratulazioni! Hai configurato correttamente Ansible Lightspeed with watsonx Code Assistant in VS Code.

Puoi verificare l'abilitazione di Red Hat Ansible Lightspeed controllando la barra di stato di VS Code in basso nella finestra dell'editor.

VS Code status bar showing that Ansible Lightspeed is enabled

Assicurati di avere selezionato un ambiente Python e che i file Ansible YAML siano associati al linguaggio Ansible. Per ulteriori informazioni sui linguaggi di VS Code, consulta la relativa documentazione.

Creare contenuti con Red Hat Ansible Lightspeed

Dopo la connessione ad Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant, puoi finalmente provare a creare contenuti con l'aiuto dell'IA.

Utilizziamo un Playbook di esempio per chiedere a Red Hat Ansible Lightspeed suggerimenti per le attività generati dall'IA e per evidenziare alcuni risultati delle funzionalità commerciali. Il playbook di esempio installa e configura PostgreSQL su tutte le macchine del gruppo di host del database.

Nota: al fine di garantire il miglioramento costante del servizio, IBM e Red Hat continueranno a distribuire aggiornamenti per incrementare la qualità dei suggerimenti. Pertanto, i suggerimenti per le attività Ansible negli esempi riportati di seguito potrebbero differire.

Come fare per generare un suggerimento con Red Hat Ansible Lightspeed?

Prendiamo la prima attività nel Playbook di esempio configure_postgres.yml e vediamo come chiedere un suggerimento basato sull'IA ad Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant.

  • Sposta il cursore alla fine della descrizione dell'attività "- name: Install postgresql-server".
  • Premi "INVIO" per generare un suggerimento.
  • Premi "TAB" per accettare il suggerimento.
Generating an Ansible task

Generazione di un'attività Ansible

In questo esempio abbiamo chiesto al servizio di installare il pacchetto "postgresql-server"; il suggerimento ha utilizzato il Fully Qualified Collection Name (FQCN, nome completo della raccolta) ansible.builtin.package per fare riferimento al modulo Ansible e gestire i pacchetti generici del SO.

L'utilizzo di FQCN è una procedura consigliata e un esempio delle numerose funzionalità esclusive di post-elaborazione integrate nel servizio Red Hat Ansible Lightspeed.

Passiamo alle attività successive.

Come fare per generare suggerimenti per più attività?

Ora che abbiamo ricevuto dal servizio il suggerimento di "installare postgresql-server", ce ne servono altri per configurare PostgreSQL, ad esempio:

  • Run postgresql-setup command
  • Start and enable postgresql service
  • Allow the postgres traffic through the firewall

Una delle opzioni a tua disposizione è quella di seguire il meccanismo della sezione precedente e ottenere suggerimenti per ogni singola attività.

Tuttavia, una delle nuove e interessanti funzionalità commerciali di Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant è la generazione di più attività. Ulteriore passo avanti nella strategia per la generazione di Playbook completi, la generazione di più attività consente di generare molteplici attività con un'unica richiesta collegando a catena le descrizioni delle attività tramite e commerciale (&) nel commento YAML a livello di attività.

Utilizziamo lo stesso Playbook di esempio e vediamo come chiedere al servizio dei suggerimenti per diverse attività. Abbiamo già creato un commento YAML in questo file. Osservando attentamente la riga 12, noterai che abbiamo collegato a catena le diverse attività per configurare PostgreSQL tramite e commerciali (&) nel commento YAML a livello di attività.

  • Sposta il cursore alla fine della riga "# Run postresql-setup command & Start and enable postgresql service & Allow the traffic", un commento YAML.
  • Premi "INVIO" per generare un suggerimento per diverse attività.
  • Premi "TAB" per accettare il suggerimento.
Generating multiple Ansible tasks

Generazione di più attività Ansible

Nello stesso Playbook, questa volta abbiamo chiesto più suggerimenti contemporaneamente per "Run postgresql-command" (Esegui comando postgresql), "Start and enable postgresql service" (Avvia e abilita il servizio postgresql) e "Allow the traffic" (Consenti il traffico), ottenendo in risposta tre attività Ansible.

La generazione di suggerimenti per contenuti Ansible accurati e adatti al contesto consente di risparmiare tempo e creare contenuti in modo efficiente. Uno dei vantaggi di Red Hat Ansible Lightspeed è la contestualizzazione. L'ultima attività richiede semplicemente di "consentire il traffico", una richiesta che potrebbe sembrare poco logica per l'IA, ma il servizio Red Hat Ansible Lightspeed è a conoscenza dell'Ansible Playbook su cui sta lavorando e suggerisce di aprire la porta corrispondente a quella predefinita per PostgreSQL (5432). 

Nota: questo è solo un esempio per mostrare ai lettori le funzionalità di Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant. Quando scrivi contenuti Ansible, ti consigliamo di assegnare nomi espliciti alle attività, in modo che chiunque possa comprenderli facilmente.

Passiamo alla funzionalità successiva.

Adottare contenuti trasparenti: abbinamento delle fonti dei contenuti

Un'altra caratteristica fondamentale di Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant è l'abbinamento delle fonti dei contenuti per garantire trasparenza. Condividiamo in modo aperto la potenziale fonte, l'autore e la licenza dei contenuti dei dati di addestramento utilizzati per il suggerimento. Creare fiducia all'interno della community e supportare le relazioni tra autori e contributor sono due aspetti fondamentali del DNA di Red Hat.

Ansible Lightspeed Content Source Matching

Abbinamento delle fonti dei contenuti di Ansible Lightspeed

Adottare contenuti con le procedure consigliate di Ansible e maggiore accuratezza

Red Hat Ansible Lightspeed si concentra esclusivamente sull'automazione, offrendo un'esperienza di IA generativa ottimizzata e accurata, pensata appositamente per i team che si occupano di automazione IT. Grazie a funzionalità di post-elaborazione in linea con le procedure consigliate, i team di automazione possono accettare i contenuti in tutta tranquillità.

Le funzionalità di post-elaborazione di Red Hat Ansible Lightspeed adeguano i suggerimenti per i contenuti Ansible forniti da IBM watsonx Code Assistant alle procedure consigliate, ad esempio utilizzando FQCN, rendendo anonimi i dati e sostituendo le variabili.

Una delle funzionalità di post-elaborazione del servizio, cioè la generazione di suggerimenti tramite FQCN, è mostrata nell'esempio nella sezione precedente.

Gestire i contenuti: bot del codice Ansible (anteprima del servizio)

I clienti spesso si domandano come procedere una volta creati i contenuti: come superare l'automazione in silos? Come creare Community of Practice?

La nostra risposta parte dalla cultura: trattare i flussi di lavoro dell'infrastruttura come risorse software significa adottare l'approccio collaborativo necessario per l'automazione di livello enterprise.  

Tuttavia, ciò potrebbe comportare la necessità di acquisire nuove competenze come controllo delle versioni, test automatizzati e revisione del codice. Il bot del codice Ansible ha l'obiettivo di migliorare la qualità dei contenuti Ansible non solo a livello di creazione, ma anche nell'intero flusso di lavoro.

Il bot del codice Ansible esegue la scansione delle Ansible Content Collections, dei ruoli e dei Playbook esistenti nei repository GitHub e crea richieste pull in modo proattivo ogni volta che sono disponibili procedure consigliate o suggerimenti per migliorare la qualità. Il bot invia automaticamente le richieste pull al repository, il quale a sua volta notifica la modifica consigliata al contenuto al titolare del repository. Puoi configurare il bot del codice Ansible affinché esegua la scansione dei repository Git esistenti (sia pubblici che privati).

Il bot del codice Ansible utilizza Ansible Lint per i suggerimenti su come migliorare la qualità dei contenuti Ansible. Lo scopo è quello di promuovere procedure, modelli e comportamenti di comprovata efficacia, evitando errori comuni che possono facilmente causare bug o complicare la gestione dei contenuti. Il bot del codice Ansible esegue la scansione dei contenuti in base alle regole configurate, per garantire che rispettino le procedure consigliate di Ansible.

Prerequisiti

  • Account Red Hat Customer Portal collegato all'organizzazione.
  • Sottoscrizione Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant valida e abilitata per la tua organizzazione.

Procedura

  1. Accedi a GitHub utilizzando un account associato alla tua organizzazione.
  2. Installa l'app GitHub per l'organizzazione a cui appartieni. 
  3. Vai sull'app "Ansible Code bot" per GitHub:
  4. Seleziona i repository in cui installare il bot del codice Ansible.
  5. Fai clic su Install & Authorize (Installa e autorizza).
  6. Quando richiesto, accedi al tuo account per il SSO di Red Hat.
Ansible Code bot in action

Bot del codice Ansible in azione

Dopo aver installato il bot del codice Ansible per i repository Git selezionati, puoi pianificare la scansione dei repository Git a intervalli regolari. Puoi anche eseguire una scansione manuale dei repository Git aggiungendo l'argomento "ansible-code-bot-scan" al repository, ad esempio se decidi di non impostare la pianificazione delle scansioni per il bot del codice Ansible o se non desideri attendere la successiva scansione pianificata.

Nota: per "anteprima del servizio" si intende la "fase" di rilascio iniziale di un servizio cloud. Tale anteprima viene messa a disposizione di clienti interni ed esterni selezionati per raccogliere il feedback iniziale sul servizio, ma non per l'utilizzo in produzione. Inoltre, le singole funzionalità di un servizio cloud nelle fasi di prova sul campo, disponibilità limitata o disponibilità generale possono essere classificate come anteprima del servizio, ovvero non destinate all'uso in produzione.

Conclusione

Congratulazioni! Hai configurato correttamente Ansible Lightspeed con watsonx Code Assistant per la tua organizzazione e hai sfruttato al meglio alcune nuove ed entusiasmanti funzionalità di IA generativa in pochi semplici passaggi.

Iscriviti alla stanza Matrix di Ansible Lightspeed per condividere i tuoi commenti, ricevere le ultime notizie e ottenere risposte dai colleghi dell'automazione e dal team Red Hat.  

Fasi successive e risorse

Per ulteriori informazioni sulle fasi successive, visita la homepage di Red Hat Ansible Lightspeed, dove troverai i link per i clienti Red Hat esistenti e per tutti coloro che sono interessati a provare Ansible Automation Platform. 

Altre risorse per migliorare le tue conoscenze su Ansible e sull'IA generativa:

Continueremo a pubblicare articoli del blog, video e altre risorse man mano che il servizio si evolve per aiutarti a ottenere il massimo dall'IA generativa con il metodo Ansible. 

Grazie per la lettura e buona automazione.


About the author

Anshul is a Principal Marketing Manager at Red Hat, where he brings his software development and QE experience to increase Ansible Automation Platform's adoption experience for customers by producing technical content on all aspects of the product.

Read full bio