Accedi / Registrati Account

Mentre osserviamo il progredire degli eventi legati al nuovo coronavirus (COVID-19), continuiamo a mettere al primo posto la salute e il benessere di tutti coloro che fanno parte di Red Hat e delle comunità in cui viviamo e lavoriamo. Con lo spirito di trasparenza che ci caratterizza, riteniamo utile condividere le misure che Red Hat sta applicando come azienda.

Nuove linee guide al 13 marzo 2020

  • Con decorrenza odierna, abbiamo chiesto a tutto il personale di Red Hat di lavorare da casa, qualunque sia la sede di appartenenza. Riteniamo che sia inutile mettere a rischio salute, benessere, famiglie e azienda quando lavorare da casa e passare automaticamente alle riunioni virtuali è un'opzione alla nostra portata. Red Hat ha già un approccio consolidato al lavoro da remoto e un'infrastruttura IT creata per facilitare sia la mobilità sia la business continuity che a questo approccio si associano.

  • Solo per alcune eccezioni business-critical sarà consentito un accesso ristretto alle sedi, mentre il resto del personale lavorerà da casa. Per garantire la sicurezza di queste persone, il team responsabile delle strutture segue le raccomandazioni emanate dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie e dall'OMS.

  • Così come indicato al personale Red Hat, stiamo automaticamente passando all'interazione virtuale, ogni volta che è possibile, con clienti, partner aziendali e fornitori.

Linee guida aggiuntive già fornite al personale Red Hat

  • Ad eccezione delle situazioni business-critical, abbiamo limitato i viaggi del personale Red Hat al di fuori del proprio paese.

  • Chiediamo di auto isolarsi per 14 giorni a chiunque viaggi in regioni ad accesso limitato, sviluppi in prima persona o entri in contatto con chi ha sviluppato sintomi simili a quelli del virus.

  • Oltre ai casi di COVID-19, tutto il personale Red Hat che non si sente bene per qualsiasi motivo deve contattare il proprio medico, rimanere a casa, riposare e non registrare alcun sintomo per 24 ore prima di tornare al lavoro.

  • Abbiamo già annunciato la trasformazione del Red Hat Summit 2020 in evento virtuale e l'annullamento di quello fisico che si sarebbe dovuto tenere al Moscone Center di San Francisco. Anche gli eventi di apertura della campagna vendite per il 2020, previsti a Singapore, Praga e Dallas, sono stati trasformati in eventi virtuali. Oltre a ciò, nessun collaboratore di Red Hat può al momento prendere parte a eventi o conferenze con più di 1000 partecipanti.

  • Abbiamo sospeso i tour degli edifici e le visite non essenziali alle nostre sedi, incluso il quartier generale di Raleigh, N.C.

  • Fino alla fine di maggio sono sospesi gli eventi volontari di gruppo, e abbiamo chiesto di riconsiderare la partecipazione a eventi pianificati come gruppi o squadre di volontariato sponsorizzate da Red Hat, ma anche a titolo personale, in cui siano previsti assembramenti di persone. Conosciamo la passione del personale di Red Hat per le attività di volontariato, ma vi incoraggiamo a praticarle in modalità remota ovunque sia possibile.

Malgrado i cambiamenti temporanei delle modalità con cui Red Hat interagisce con il personale, i partner, i clienti e le community, è improbabile che il COVID-19 abbia impatto sulla disponibilità dei prodotti, dei servizi e del supporto Red Hat. Il team di supporto internazionale è già operativo da posizioni dislocate a livello geografico, che consentono di assistere i clienti 24x7, garantendo la business continuity di Red Hat. L'approccio al telelavoro del team di supporto è già testato da tempo, pertanto non prevediamo interruzioni del servizio. Come sempre, i nostri clienti possono interagire con il team CEE (Customer Experience and Engagement) all'indirizzo https://access.redhat.com/ e verificare la disponibilità dei siti all'indirizzo https://status.redhat.com/. Le linee guida per trasferire una situazione critica al livello superiore di assistenza sono disponibili all'indirizzo https://access.redhat.com/support/escalation.

Per garantire l'assistenza costante a clienti e partner, Red Hat ha predisposto un piano di business continuity per tutte le funzioni aziendali, e sottopone a test regolari la resilienza delle attività di tutte le funzioni chiave.

In alcuni momenti storici, come in quello che stiamo vivendo, percepiamo in maniera più forte la nostra umanità e l'essere parte di una grande comunità globale. Con le misure illustrate operiamo per proteggere i nostri associati, clienti e partner, sosteniamo il loro benessere e facciamo tutto quanto è in nostro potere per promuovere le attività di contenimento.

Seguiamo da vicino l'evoluzione dell'epidemia di COVID-19, le raccomandazioni emanate dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie, dall'OMS e dalle altre autorità sanitarie, e aggiorneremo questo blog condividendo ogni novità. Nel frattempo, siamo vicini con il pensiero a tutti coloro che nel mondo sono stati colpiti dal COVID-19. Insieme supereremo questo momento.


About the author

In primo piano

Notizie in evidenza - selezionate per te