EX415

Red Hat Certified Specialist in Security: Linux exam

Stai visualizzando informazioni per:

L'esame Red Hat Certified Specialist in Security: Linux exam convalida le conoscenze e le competenze dei candidati in merito alla protezione di Red Hat® Enterprise Linux®.

Il superamento dell'esame consente di ottenere la certificazione Red Hat Certified Specialist: Linux utile per il conseguimento della qualifica Red Hat Certified Architect (RHCA®).

Questo esame si basa su Red Hat Enterprise Linux versione 7.5.

In preparazione all'esame

Per facilitare lo studio, rivedere gli obiettivi dell'esame in cui vengono evidenziate le aree di attività previste nel programma di esame. Red Hat si riserva il diritto di aggiungere, rimuovere e modificare gli obiettivi dell'esame. Tali modifiche saranno rese note anticipatamente.

Argomenti di studio per l'esame

  • Uso di Red Hat Ansible® Engine
    • Installazione di Red Hat Ansible Engine su un nodo di controllo.
    • Configurazione di nodi gestiti.
    • Configurazione di inventari semplici.
    • Esecuzione della gestione di base dei sistemi.
    • Esecuzione di un playbook fornito a fronte di nodi specifici.
  • Configurazione del rilevamento delle intrusioni
    • Installazione di AIDE.
    • Configurazione di AIDE per monitorare file system critici.
  • Configurazione di storage crittografati
    • Crittografia e decrittografia di dispositivi di blocco con LUKS.
    • Configurazione della persistenza dello storage crittografata con NBDE.
    • Modifica delle passphrase di storage crittografati.
  • Limitazione dei dispositivi USB
    • Installazione di USBGuard.
    • Scrittura di regole di policy dei dispositivi con criteri specifici di gestione dei dispositivi.
    • Gestione di policy amministrative e configurazione di daemon.
  • Gestione della protezione dell'accesso al sistema utilizzando il sistema a moduli PAM (Pluggable Authentication Module)
    • Configurazione dei requisiti di qualità delle password.
    • Configurazione delle policy per gli accessi non riusciti.
    • Modifica dei file e dei parametri di configurazione PAM.
  • Configurazione dell'auditing di sistema
    • Scrittura di regole per registrare eventi da sottoporre ad auditing.
    • Abilitare regole preconfigurate.
    • Generare report di auditing.
  • Configurazione di SELinux
    • Abilitazione di SELinux su un host eseguendo una semplice applicazione.
    • Interpretazione delle violazioni SELinux e individuazione di azioni di correzione.
    • Limitazione dell'attività utente con il mapping degli utenti di SELinux.
    • Analisi e correzione delle configurazioni SELinux esistenti.
  • Applicazione di sicurezza e conformità
    • Installazione di OpenSCAP e Workbench.
    • Uso di OpenSCAP e Red Hat Insights per la scansione degli host per la conformità di sicurezza.
    • Uso di OpenSCAP Workbench per creare policy su misura.
    • Uso di OpenSCAP Workbench to per la scansione di un singolo host per la conformità di sicurezza.
    • Uso del server Red Hat Satellite per implementare una policy OpenSCAP.
    • Applicazione di script di correzione OpenSCAP agli host.

Come per tutti gli esami pratici di Red Hat, le configurazioni devono rimanere invariate senza intervento dopo il riavvio del sistema.

Informazioni essenziali

In preparazione all'esame

Red Hat consiglia a tutti i candidati all'esame Red Hat Certified Specialist in Security: Linux credential di seguire il corso Red Hat Security: Linux in Physical, Virtual, and Cloud (RH415) per prepararsi all'esame. La frequenza al corso non è obbligatoria, pertanto è possibile iscriversi solo all'esame.

La frequenza ai corsi Red Hat può dimostrarsi una parte importante della preparazione, tuttavia la frequenza a un corso non garantisce l'esito positivo dell’esame. L'esperienza maturata, la pratica e la predisposizione naturale sono fattori altrettanto determinanti.

Esistono numerosi testi e altre risorse sull’amministrazione di sistema applicata ai prodotti Red Hat. Red Hat non raccomanda alcuna guida ufficiale per la preparazione agli esami, tuttavia la consultazione di materiale integrativo può facilitare la comprensione e risultare utile.

Formato dell'esame

Questo esame consiste in una valutazione basata sulle prestazioni relativa alle conoscenze e alle competenze necessarie per proteggere i sistemi Red Hat Enterprise Linux. I candidati lavoreranno con più sistemi per analizzare e implementare le misure di sicurezza e vengono valutati in base a criteri oggettivi specifici. Per "esame pratico" si intende lo svolgimento, da parte del candidato, di attività analoghe a quelle richieste sul campo.

Notifica dell'esito

I risultati ufficiali degli esami vengono forniti esclusivamente da Red Hat Certification Central. Red Hat non autorizza esaminatori o partner di formazione a comunicare i risultati direttamente ai candidati. Gli esiti degli esami vengono solitamente comunicati entro tre giorni lavorativi in base al calendario statunitense.

I risultati degli esami comunicati rappresentano i punteggi totali. Red Hat non fornisce i risultati sulle singole prove, né informazioni su richiesta.

Destinatari dell'esame

La certificazione Red Hat Certified Specialist in Security: Linux si rivolge, tra gli altri, ai destinatari seguenti:

  • Amministratori di sistema responsabili della gestione di vasti ambienti aziendali
  • Amministratori di sistema responsabili della protezione dell'infrastruttura aziendale
  • Red Hat Certified Engineers che desiderano sostenere l'esame per la credenziale Red Hat Certified Architect (RHCA)

Requisiti per accedere all'esame

  • Candidati in possesso di una qualifica di Red Hat Certified System Administrator o esperienza di lavoro e competenze equivalenti (la qualifica di Red Hat Certified Engineer è preferibile).
  • Revisione degli obiettivi dell'esame Red Hat Certified Specialist in Security: Linux exam o esperienza di lavoro analoga con Red Hat OpenStack Platform.