Il ciclo di vita di CentOS Linux 7 si concluderà il 30 giugno 2024. Esplora le opzioni di Red Hat per semplificare la migrazione, tra cui Red Hat Enterprise Linux 7 for Third Party Linux Migration. Scopri di più.


Red Hat Enterprise Linux (RHEL) offre convert2rhel, un'utility per la conversione guidata e supportata di alcuni sistemi operativi derivati da RHEL, come CentOS Linux e Oracle Linux a sistemi operativi RHEL completamente supportati, con tre passaggi:

  1. Configurazione dell'accesso ai contenuti RHEL verificati nell'istanza.
  2. Esecuzione dei controlli di sicurezza, analisi delle procedure informative e delle indicazioni per l'applicazione delle correzioni.
  3. Esecuzione della conversione con sostituzione di ogni pacchetto del sistema operativo con l'equivalente RHEL. Non occorre eseguire la migrazione di applicazioni o dati: i componenti di CentOS Linux vengono semplicemente sostituiti dagli equivalenti RHEL. È simile a una versione di aggiornamento secondaria in cui vengono aggiornati la maggior parte o tutti i pacchetti, e richiede lo stesso tempo.

Per scoprire come lo strumento convert2rhel semplifichi il processo di conversione, guarda il video seguente o prova il nostro laboratorio on demand per familiarizzare con il processo secondo i tuoi ritmi.

In questo articolo del blog, Red Hat illustra come lo strumento convert2rhel semplifichi i due percorsi più richiesti per la conversione delle istanze CentOS Linux in esecuzione su Amazon Web Services (AWS) al sistema RHEL completamente supportato:

  1. Conversione di un'istanza in-place di CentOS Linux a RHEL usando sottoscrizioni già esistenti (Bring Your Own Subscription, BYOS).
  2. Conversione di un'istanza in-place di CentOS Linux a RHEL con un'offerta a consumo (Pay As You Go, PAYG), usando il modello BYOS.

"Perché dovrei avviare la conversione a RHEL?"

Ci fa piacere che tu abbia posto questa domanda. I vantaggi più evidenti includono la possibilità di inviare una richiesta di supporto e di accedere alle migliaia di articoli della knowledge base disponibili nel Red Hat Customer Portal. La sottoscrizione e il prodotto RHEL ne offrono però molti altri, spesso non ovvi a molti utenti, come i contenuti e le funzionalità non disponibili con le opzioni non RHEL.

RHEL offre una base stabile e flessibile per supportare l'innovazione nel cloud ibrido e accelerare il deployment delle applicazioni e dei carichi di lavoro critici, con un'esperienza più coerente fra ambienti fisici, virtuali, di cloud pubblico o privato e nei deployment all'edge.

Sicurezza e conformità

Prodotto leader di settore in termini di sicurezza e conformità, RHEL dispone di una catena di distribuzione del software con un profilo di sicurezza elevato, strumenti di richiesta e controllo e certificazioni che soddisfano al meglio i requisiti di settore e governativi.

Ciclo di vita di Red Hat Enterprise Linux

Il ciclo di vita di RHEL assicura:

  • Tempistiche ben definite e prevedibili per pianificare il ciclo di vita per clienti, partner, ISV e l'intero ecosistema di RHEL.
  • Opportunità di richiedere miglioramenti delle funzionalità e correzioni di manutenzione in base a fasi del ciclo di vita ben definite.
  • Opzioni di supporto per gli aggiornamenti prolungato (Extended Update Support, EUS), che offre due anni di flussi di sicurezza e correzioni di bug per versioni secondarie selezionate.
  • Opzione di supporto per l'intero ciclo di vita (Extended Life Cycle Support, ELS), che offre le correzioni di sicurezza critiche per facilitare l'upgrade dalle versioni con manutenzione sospesa.
  • I percorsi di upgrade delle versioni principali a RHEL 7, 8, 9 e versioni successive sono completamente testati e supportati.

Red Hat Insights

Red Hat Insights è un servizio gestito che esegue un'analisi continua delle piattaforme e delle applicazioni al fine di prevedere i rischi, suggerire azioni e analizzare i costi, ottimizzando così la gestione delle spese IT e degli ambienti di cloud ibrido. Insights acquisisce i dati di configurazione e utilizzo, quindi li analizza e offre informazioni per identificare e risolvere proattivamente i problemi. Con l'invio di avvisi di vulnerabilità continui e materiale mirato aiuta a massimizzare l'uptime ed evitare situazioni di emergenza causate da problemi di sicurezza, impostazioni non conformi, mancata applicazione di patch ai sistemi ed errori di configurazione. Insights è incluso in ogni sottoscrizione RHEL.

Red Hat Hybrid Cloud Console offre un'esperienza di gestione ricca di funzionalità. Anch'esso è incluso in ogni sottoscrizione RHEL.

Oltre all'acquisto della sottoscrizione per accedere a tutti i vantaggi di RHEL, Red Hat offre molteplici modalità per approfondire le conoscenze su RHEL e sugli scenari di utilizzo relativi allo sviluppo.

Al singolo sviluppatore, al principiante e all'utente occasionale, Red Hat offre una sottoscrizione specifica per singoli da utilizzare su server e laboratori personali e piccole community open source. 

Alle aziende di medie e grandi dimensioni, Red Hat offre un'esperienza avanzata su una piattaforma applicativa sicura e gestibile. Ai team di sviluppo interni di organizzazioni che già utilizzano altre tecnologie Red Hat, è disponibile Red Hat Developer Subscription for Teams, una sottoscrizione gratuita con tutte le funzionalità necessarie per acquisire un'esperienza completa.

"Ottimo! Come posso eseguire la conversione da CentOS Linux a RHEL?"

La prima cosa da considerare è la modalità di pagamento della sottoscrizione RHEL. Sono disponibili diverse opzioni.

Modello BYOS

La prima opzione è una sottoscrizione annuale RHEL, che puoi ottenere direttamente da Red Hat o da un rivenditore. Se scegli di sostituire CentOS Linux con una sottoscrizione annuale RHEL, valuta le opzioni seguenti in base alla modalità con cui acquisisci la sottoscrizione.

"La mia azienda ha già delle sottoscrizioni RHEL."

In questo caso, segui i passaggi indicati per creare una chiave di attivazione e iniziare.

  1. Accedi a Red Hat Hybrid Cloud Console e visualizza le tue sottoscrizioni.
A screenshot of the Red Hat Hybrid Cloud Console "Subscription Inventory" page, with the blue "Purchase subscriptions" button circled in red.
  1. Per un'esperienza ottimale, assicurati che la funzione Simple Content Access (SCA) sia attivata.In caso contrario, dovrai specificare manualmente quale sottoscrizione utilizzare al momento della registrazione dell'istanza da convertire.
  2. Se utilizzi SCA, fai clic sulla voce di menu All Apps & Services > Remote Host Configuration > Activation Keys.Potrai così creare una chiave di attivazione denominata, ad esempio, "my_conversions", da inserire nell'utility convert2rhel in un passaggio successivo. Se scegli di non utilizzare SCA e le chiavi di attivazione, dovrai seguire le istruzioni per la registrazione dello strumento di gestione delle sottoscrizioni, inserendo un nome utente e una password e associando una sottoscrizione specifica. L'uso della funzione SCA e delle chiavi di attivazioni costituisce il metodo più semplice e consigliato.
A screenshot of the Red Hat Hybrid Cloud Console "Activation Keys" page, with "Manage Configuration" circled in red in the left hand menu.

"Non ho nessuna sottoscrizione."

Nessun problema. Abbiamo alcune opzioni pensate per te.

Opzione 1. Acquista una sottoscrizione RHEL

Puoi acquistare una sottoscrizione RHEL contattando il tuo rappresentante commerciale o il partner Red Hat, oppure facendo clic sul pulsante blu "Purchase subscriptions" mostrato nell'immagine precedente.

Opzione 2. Richiedi una sottoscrizione di prova di RHEL con supporto autonomo per 60 giorni

La sottoscrizione di prova valida 60 giorni permette di muovere i primi passi con una singola istanza. È un valido approccio per valutare l'esperienza su un sistema di prova. Le sottoscrizioni di prova non sono consigliate per l'uso in produzione o per soluzioni a più lungo termine. Dopo 60 giorni, l'istanza scade e non può più ricevere gli aggiornamenti di sicurezza e le correzioni dei bug. In futuro, sarà necessario richiedere una sottoscrizione diversa. 

Opzione 3. Richiedi una sottoscrizione Red Hat Developer per sviluppatori individuali

La sottoscrizione per sviluppatori individuali è una valida alternativa per sviluppatori indipendenti, principianti e utenti occasionali.Offre 16 sottoscrizioni che possono essere utilizzate su server personali e laboratori personali e piccole community open source.

"Mi è tutto chiaro.Ora posso avviare la conversione?"

Certamente. Ora puoi registrare un sistema e avviare il processo di conversione.Usa l'ID dell'organizzazione (reperibile nella pagina Activation Keys) e la chiave di attivazione creata nei passaggi precedenti. L'utility convert2RHEL può così registrare il sistema ed eseguire la conversione.

  1. Abbiamo a cuore i tuoi dati e sistemi.Per questo raccomandiamo di eseguire il backup del volume, nel caso in cui si verificassero eventi imprevisti.In AWS puoi acquisire una snapshot del volume Elastic BlockStorage (EBS) associato. Ulteriori informazioni sono disponibili nella Guida per l'utente di AWS.
  2. Leggi attentamente la documentazione sulla conversione da una distribuzione Linux basata su RPM a RHEL, per ulteriori informazioni sulla matrice del supporto, le attività di preparazione e altri dettagli importanti.
  3. Sottolineiamo ancora l'importanza dei backup.
  4. Accedi all'istanza tramite SSH o il terminale AWS per aprire il prompt della shell, nel quale potrai eseguire i comandi indicati di seguito. L'account utente richiede le autorizzazioni per utilizzare il comando sudo o il ruolo di utente root avanzato.
  5. Esegui l'aggiornamento all'ultima versione supportata e installa le correzioni. Riavvia l'istanza per assicurarti che vengano applicati gli aggiornamenti e il kernel più recenti.
# sudo yum -y update
  1. Installa alcuni prerequisiti e avvia la conversione.

Copia i file per verificare che il contenuto sia firmato da Red Hat.

# sudo curl -o /etc/pki/rpm-gpg/RPM-GPG-KEY-redhat-release https://www.redhat.com/security/data/fd431d51.txt 
# sudo curl --create-dirs -o /etc/rhsm/ca/redhat-uep.pem https://ftp.redhat.com/redhat/convert2rhel/redhat-uep.pem

Per CentOS 7

# sudo curl -o /etc/yum.repos.d/convert2rhel.repo https://ftp.redhat.com/redhat/convert2rhel/7/convert2rhel.repo

Per CentOS 8

# sudo curl -o /etc/yum.repos.d/convert2rhel.repo https://ftp.redhat.com/redhat/convert2rhel/8/convert2rhel.repo 
# sudo yum -y install convert2rhel
  1. Crea un file di configurazione contenente la chiave di attivazione e salvalo in formato .ini. Questo è il metodo consigliato per le chiavi di attivazione e le password, perché evita la divulgazione di informazioni sensibili. Al termine del processo potrai eliminare il file.In questo esempio viene utilizzato l'editor di testo vi, ma puoi avvalerti dell'editor che preferisci.
# sudo vi /etc/convert2rhel.ini 

[subscription_manager] 
activation_key = <activation key>
  1. Avvia lo strumento di conversione.
# sudo convert2rhel --org <Organization_ID> --config-file <config_file_name>
  1. Dopo la conversione, è bene utilizzare il comando insights-client per attivare le ulteriori funzionalità di gestione in Red Hat Hybrid Cloud Console.
# sudo insights-client --register
  1. Dopo aver seguito eventuali indicazioni rimanenti della documentazione, il sistema è pronto per essere riavviato come un sistema RHEL al 100%.Se hai eseguito la registrazione in Insights, ora il tuo sistema è visualizzato nella scheda Inventory.
  2. L'operazione è terminata.

Pagamento a consumo (PAYG)

Il metodo PAYG, a volte indicato come fatturazione on demand, è comunemente usato nei cloud pubblici per la fatturazione a consumo delle istanze cloud, in genere misurata in termini di ore o giorni.Il metodo permette al provider di servizi cloud di effettuare un'unica transazione di pagamento, sia per l'elaborazione dell'istanza che per le licenze o le sottoscrizioni di software di terze parti.

Non sempre una sottoscrizione annuale specifica associata a un'istanza cloud specifica è la soluzione ottimale. Ad esempio, è complicato gestire le sottoscrizioni utilizzate dai carichi di lavoro temporanei che avviano in modo dinamico istanze di macchine virtuali di breve durata per poi distruggerle al termine dell'attività. 

È quindi necessario valutare attentamente il modo in cui abilitare il processo di conversione a RHEL. Poiché i partner cloud abilitano in genere la fatturazione a consumo utilizzando codici incorporati a un livello molto basso dell'istanza cloud, oggi non è possibile modificare tali codici di fatturazione per abilitare la fatturazione a consumo delle istanze RHEL dopo la conversione. Pertanto, se intendi pagare RHEL in base al consumo, ad esempio a ore, dovrai utilizzare le immagini RHEL predefinite e pubblicate in AWS Console o AWS Marketplace.

Puoi, tuttavia, convertire le istanze a RHEL utilizzando la stessa procedura utilizzata per il metodo BYOS descritto sopra. Scegliendo questa opzione, avrai a disposizione alcuni strumenti che migliorano l'esperienza di utilizzo e semplificano la gestione delle sottoscrizioni.

Registrazione autonoma su cloud

Abilitando le funzioni di registrazione autonoma, Simple Content Access (SCA) e Subscription Watch, puoi abilitare la registrazione del parco risorse per i carichi di lavoro Red Hat eseguiti in ambienti di cloud pubblico selezionati; ciò permette la connessione automatica e l'accesso completo ai contenuti, agli strumenti di analisi e di Red Hat che semplificano la gestione delle risorse su più ambienti di cloud ibrido. Indipendentemente dalla modalità di pagamento scelta per le sottoscrizioni Red Hat, potrai sempre ottenere un'esperienza ottimale e completa.

  • Passaggio 1. Segui le semplici istruzioni per configurare la mappatura delle sorgenti tra gli account Red Hat e dei partner cloud in Registrazione autonoma su cloud.
  • Passaggio 2. Abilita la funzionalità Subscription Watch (facoltativo ma consigliato).
  • Passaggio 3. Segui le stesse istruzioni reperibili nella sezione BYOS per eseguire la conversione in-place a RHEL.

Vuoi saperne di più?

Approfondisci le conversioni e le migrazioni a RHEL

Scopri di più sulle sottoscrizioni Red Hat

  1. Il tuo approccio al cloud ibrido: automazione delle procedure di registrazione RHEL
  2. Registrazione autonoma basata su cloud.
  3. Transizione dai servizi di sottoscrizione di Red Hat a console.redhat.com
  4. Simple Content Access (SCA) - Red Hat Customer Portal

Siamo a tua completa disposizione

Con il miglioramento di convert2rhel nel corso degli ultimi anni, Red Hat Consulting Services ha svolto un ruolo chiave nel supportare la conversione di clienti con aziende di livello enterprise.Se l'idea di convertire un ambiente di grandi dimensioni ti scoraggia, o se non sai da dove iniziare, Red Hat Consulting Services mette a tua disposizione le proprie competenze e linee guida per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi, risparmiando tempo e denaro.


About the authors

Terry Bowling has been designing and working with customers on UNIX and GNU/Linux environments since 1999. He brings this experience to the RHEL Product Management team to provide the best experience to assembling and deploying RHEL for customers. This includes the RHEL installer, image builder and related build services for RHEL being developed at Console.RedHat.com.

Read full bio

Bob Handlin has helped build and promote products in various parts of the tech industry for more than 20 years. He currently focuses on RHEL migrations and upgrades, but also assists with storage technologies and live patching.

Read full bio