Account Accedi
Jump to section

Virtualizzazione con Red Hat OpenShift

Copia URL

Red Hat® OpenShift® Virtualization è una funzionalità di Red Hat OpenShift che permette di eseguire e gestire i carichi di lavoro delle macchine virtuali insieme a quelli dei container.

I nuovi paradigmi di sviluppo sono sempre più orientati all'utilizzo dei container e di un modello di architettura serverless. Tuttavia, in passato molte aziende hanno investito in maniera considerevole in applicazioni eseguite come macchine virtuali, che spesso forniscono servizi essenziali alle applicazioni containerizzate nuove ed esistenti. 

OpenShift Virtualization (nota anche come virtualizzazione container native) permette agli sviluppatori di inserire le macchine virtuali (VM) nei flussi di lavoro containerizzati, eseguendo una macchina virtuale all'interno di un container in cui possono sviluppare, gestire e distribuire macchine virtuali side-by-side con applicazioni serverless e container, il tutto in una singola piattaforma. 

OpenShift Virtualization unisce due diverse tecnologie in una singola piattaforma di gestione, per consentire alle aziende di sfruttare le caratteristiche di semplicità e velocità dei container e di Kubernetes, senza rinunciare ai vantaggi offerti dalle applicazioni e dai servizi progettati per le macchine virtuali.

KubeVirt è un progetto open source che tramite Kernel-based Virtual Machine (KVM) consente di adottare la virtualizzazione container native all'interno di una piattaforma container gestita da Kubernetes. 

KubeVirt offre servizi simili a quelli associati alle piattaforme di virtualizzazione tradizionali, coniugando i punti di forza di soluzioni consolidate per la gestione della virtualizzazione con i vantaggi della tecnologia per l'orchestrazione dei container fornita da Kubernetes.

Avviato da Red Hat, KubeVirt è attualmente un progetto CNCF Sandbox. Red Hat è una delle aziende che contribuisce maggiormente allo sviluppo dell'ecosistema Kubernetes, realizzando caratteristiche chiave come StatefulSets, controllo degli accessi basato sui ruoli e policy di rete, oltre a componenti critici di Kubernetes come etcd (l'elemento essenziale per la gestione della configurazione cluster di Kubernetes).

OpenShift Virtualization è un operatore Kubernetes che permette agli sviluppatori di utilizzare OperatorHub per creare e aggiungere applicazioni virtualizzate ai propri progetti, con gli stessi metodi utilizzati per le applicazioni containerizzate. Le macchine virtuali create vengono eseguite in parallelo sugli stessi nodi Red Hat OpenShift dei container delle applicazioni tradizionali.

OpenShift Virtualization sfrutta le risorse personalizzate di Kubernetes per aggiungere nuovi oggetti al cluster Red Hat OpenShift, per supportare attività di virtualizzazione, che includono:

  • Creazione e gestione di macchine virtuali Linux® e Windows.
  • Connessione alle macchine virtuali tramite strumenti basati su interfaccia utente e interfaccia della riga di comando.
  • Importazione e clonazione delle macchine virtuali esistenti, incluse quelle basate su VMware e Red Hat Virtualization.
  • Gestione dei controller dell'interfaccia di rete e dei dischi di storage associati alle macchine virtuali.
  • Migrazione live delle macchine virtuali da un nodo all'altro.

OpenShift Virtualization permette alle aziende di adottare una piattaforma allo scopo di:

Avviare la strategia di modernizzazione in tempi brevissimi

OpenShift Virtualization permette di integrare da subito applicazioni e servizi basati su macchina virtuale direttamente in Kubernetes, aggiungendo macchine virtuali alle applicazioni basate su container per poi containerizzarle gradualmente. Al tempo stesso, consente di controllare completamente da una singola piattaforma tutti gli aspetti di applicazioni, macchine virtuali, container e componenti serverless.

Offrire una singola piattaforma al passo con i tempi

Una piattaforma cloud native e i container offrono vantaggi evidenti per lo sviluppo e il deployment delle applicazioni. Red Hat OpenShift è una tra le principali piattaforme Kubernetes per container pensata per ambienti aziendali. Eseguendo operazioni automatizzate a tutti i livelli dello stack, permette di gestire deployment di cloud ibrido e multicloud incrementando la produttività degli sviluppatori.

Adottare un approccio open source

Red Hat è una tra le principali aziende innovative della community Kubernetes che, grazie all'esperienza e alle competenze maturate nel campo dell'open source, realizza progetti Kubernetes e basati sui container.

OpenShift Virtualization è la soluzione ideale per i team che, pur avendo investito molto nella tecnologia delle macchine virtuali convenzionali, desiderano passare allo sviluppo delle applicazioni cloud native.

Approfondisci

Articolo

Red Hat OpenShift e Kubernetes

Red Hat OpenShift è una piattaforma di orchestrazione dei container open source pensata per ambienti aziendali. Un prodotto software che include i componenti del progetto Kubernetes per la gestione dei container oltre a funzionalità per la produttività e la sicurezza fondamentali per le aziende più grandi.

Articolo

Cos'è un container Linux?

Un container Linux è un insieme di uno o più processi isolati dal resto del sistema. Poiché tutti i file necessari per eseguire tali processi vengono forniti da un'immagine distinta, i container Linux sono portabili e garantiscono un funzionamento uniforme in tutti gli ambienti, dallo sviluppo alla produzione.

Articolo

Elementi fondamentali di Kubernetes

Utilizzando Kubernetes potrai usufruire di una piattaforma per programmare ed eseguire i container su cluster di macchine fisiche o virtuali.Kubernetes consente di gestire e distribuire applicazioni containerizzate e cloud native, così come quelle convertite in microservizi in tutti gli ambienti, garantendo scalabilità.

Scegli una piattaforma Kubernetes di livello enterprise

Red Hat OpenShift

Una piattaforma Kubernetes per container pensata per ambienti aziendali. Consente di automatizzare le operazioni nell'intero stack tecnologico per gestire deployment di cloud ibrido, multicloud ed edge. 

Illustration - mail

Ricevi contenuti simili

Iscriviti a Red Hat Shares, la nostra newsletter gratuita.