Accedi / Registrati Account

MICROSERVIZI

Perché scegliere Red Hat OpenShift Service Mesh

Jump to section

L'approccio alla creazione delle applicazioni si sta evolvendo. Il modello monolitico sta lasciando sempre più spazio a quello cloud-native, in cui le app sono gruppi di piccoli servizi indipendenti a basso livello di accoppiamento. Lo stile architetturale di tali servizi è basato sui microservizi.

Gestire la comunicazione fra tali servizi e garantire la sicurezza può essere complicato. Per semplificare l'operazione, è possibile utilizzare una service mesh che è in grado di instradare le richieste da un servizio a quello successivo ottimizzando l'interazione tra tutti i servizi.

Red Hat® OpenShift® Service Mesh offre un metodo unificato per la connessione, la gestione e il monitoraggio delle applicazioni basate su microservizi. A tale scopo fornisce il controllo dei microservizi connessi in rete all'interno della service mesh offrendo informazioni dettagliate sul loro comportamento. OpenShift Service Mesh ottiene tali insight tramite un proxy sidecar che intercetta le comunicazioni fra i microservizi. OpenShift Service Mesh è basata sul progetto open source Istio ed è disponibile gratuitamente per Red Hat OpenShift

Componenti di Red Hat OpenShift Service Mesh

Istio

Istio integra e gestisce i flussi di traffico tra i servizi cooperando con una piattaforma per container Kubernetes, come Red Hat OpenShift. L'interazione tra i componenti centralizzati, i proxy sidecar e gli agenti dei nodi ti consentono di connettere, proteggere e monitorare i microservizi nel tuo ambiente OpenShift Container Platform.

Tracciamento

OpenShift Service Mesh usa Jaeger, un sistema di tracciamento distribuito open source. Il tracciamento consente di monitorare una singola richiesta mentre si sposta da un servizio all'altro, o anche all'interno dello stesso servizio, fornendo informazioni dettagliate su qualsiasi fase dell'intero processo della richiesta. 

Visualizzazione

OpenShift Service Mesh utilizza Kiali, un progetto open source che ti permette di visualizzare la configurazione, monitorare il traffico e analizzare le tracce. Grazie al componente di visualizzazione gli utenti possono vedere i percorsi di comunicazione fra i servizi, il modo in cui vengono gestiti e il flusso del traffico quasi in tempo reale, e ciò agevola la gestione e la risoluzione dei problemi. 

Differenze tra Red Hat OpenShift Service Mesh e Istio

La combinazione dei vantaggi rispettivamente offerti da Red Hat OpenShift Service Mesh e Istio agevola la risoluzione dei problemi, offre nuove funzioni e semplifica il deployment in OpenShift Container Platform. Rispetto alle installazioni della community Istio upstream, un'installazione di Red Hat OpenShift Service Mesh presenta varie differenze:

  • OpenShift Service Mesh installa un piano di controllo multi-tenant per impostazione predefinita

  • OpenShift Service Mesh estende le funzioni del controllo degli accessi basato sui ruoli (RBAC)

  • OpenShift Service Mesh sostituisce BoringSSL con OpenSSL

  • Kiali e Jaeger sono abilitati per impostazione predefinita in OpenShift Service Mesh

Perché scegliere Red Hat

OpenShift Service Mesh è una soluzione pronta per essere usata in produzione da subito, il che ti consente di rendere più rapidi i tuoi processi. Poiché gli sviluppatori sono in grado di integrare i criteri di comunicazione senza modificare il codice applicativo o incorporare librerie specifiche del linguaggio, OpenShift Service Mesh incide positivamente sulla loro produttività. OpenShift Service Mesh semplifica inoltre il lavoro dei team operativi, perché si installa facilmente in Red Hat OpenShift, è stata testata con gli altri prodotti Red Hat e consente di accedere agli eccellenti servizi del supporto tecnico

Scopri gli altri vantaggi di OpenShift Service Mesh