Illustration of container connecting and server
Vai al paragrafo

Cos'è il Multiprotocol Label Switching (MPLS)?

Copia URL

Il Multiprotocol Label Switching (MPLS) è una tecnologia concepita per migliorare la velocità e l'efficienza della trasmissione dei dati nelle reti di grandi dimensioni e alle posizioni edge. La sua capacità di operare in una rete privata virtuale (VPN) e di integrarsi a qualsiasi infrastruttura alla base, compresi protocolli IP, ethernet, frame relay e modalità di trasferimento asincrono (ATM), ne fa una soluzione scalabile e a bassa latenza. 

L'MPLS velocizza e semplifica le connessioni in tutta la rete: dal datacenter, lungo la dorsale di rete, fino all'edge e in tutti i nodi intermedi. Questo tipo di connettività, che è una parte integrante dell'approccio al cloud ibrido open source, garantisce la coerenza delle applicazioni e delle operazioni nell'intera architettura.

A differenza del routing dei dati tradizionale, in cui un router deve esaminare il pacchetto e analizzare le diverse reti per trovare una corrispondenza, l'MPLS combina i migliori parametri di instradamento a quelli di commutazione per individuare un percorso veloce, efficiente e affidabile. E poiché l'MPLS opera tra i livelli 2 e 3 del modello OSI su 7 livelli, funziona su qualsiasi infrastruttura IP alla base. 

L'MPLS è un'opzione di trasporto più sicura rispetto alle reti basate su IP perché opera in una VPN. Tuttavia, l'MPLS non prevede sistemi di crittografia che gli utenti dovranno integrare separatamente. L'MPLS è un sistema affidabile perché, con le FEC che si occupano di assegnare un numero ai pacchetti e le LIB di instradarli lungo un percorso preimpostato in base a quel numero, l'intero percorso viene mappato prima ancora che il pacchetto inizi a muoversi. Inoltre, grazie alla rapida sostituzione delle etichette permette di minimizzare i ritardi nella rete. L'MPLS è particolarmente indicato per connettere i dispositivi periferici e le applicazioni in tempo reale che costituiscono l'Internet of Things (IoT)

L'MPLS-Transport Profile (TP), rilasciato nel 2008, apporta ulteriori miglioramenti al sistema MPLS originale, come ad esempio percorsi reversibili, strumenti di manutenzione integrati, controlli di continuità e percorsi di protezione in caso di interruzioni. L'IP/MPLS originale funziona bene nella rete principale (che collega più reti insieme per formare la cosiddetta "dorsale di rete"), mentre l'MPLS-TP è più adatto per le reti edge, di aggregazione e di accesso.

SD-WAN è l'acronimo di Software defined Wide Area Network. È un sistema che sostituisce la connettività dei tradizionali router per filiali con un software virtualizzato o basato su dispositivi che utilizza la gestione e il controllo dei criteri centralizzati per instradare il traffico da e verso le sedi remote.

Analogamente all'MPLS, i criteri di routing SD-WAN servono per individuare la connessione più veloce che soddisfi i requisiti di sicurezza del traffico, le esigenze delle applicazioni e gli accordi sul livello del servizio (SLA). Con le odierne applicazioni basate su cloud, che sono distribuite e consumano molta larghezza di banda, una soluzione per garantire i livelli di servizio e la flessibilità è quella di unire l'affidabilità dell'MPLS a connessioni Internet di buona qualità ma meno costose. Grazie all'SD-WAN è possibile beneficiare dei vantaggi dell'MPLS e al contempo tenersi al passo con la crescita del traffico dati e soddisfare le esigenze di un mondo ultraconnesso in cui dipendenti, clienti e altri stakeholder richiedono esperienze di alta qualità.

Gli utenti hanno bisogno di una rete di trasporto veloce e affidabile qualsiasi sia la posizione di lavoro (datacenter o edge). Red Hat® Enterprise Linux® coniuga i vantaggi delle tecnologie di routing, come l'MPLS e l'SD-WAN, con le funzionalità di edge computing integrate, la sicurezza continua dell'IT e una base operativa coerente, aspetti indispensabili per gli IT moderni e i deployment in ambienti cloud ibridi.

Red Hat Enterprise Linux offre il supporto e l'accesso alle innovazioni open source, sostenendo a monte le esigenze dei clienti e restituendo aggiornamenti stabilizzati. Red Hat collabora con le community upstream per realizzare insieme nuove funzionalità, versioni, contenuti e molte altre iniziative. 

details

details