Accedi / Registrati Account

Cloud computing

Cos'è il cloud ibrido?

Jump to section

Il cloud ibrido (hybrid cloud) è un'architettura IT che prevede un determinato livello di portabilità, orchestrazione e gestione dei carichi di lavoro in due o più ambienti i quali, a seconda delle esigenze, possono includere:

  • Almeno un cloud privato e almeno un cloud pubblico
  • Due o più cloud privati
  • Due o più cloud pubblici
  • Un ambiente bare metal o virtuale connesso almeno a un cloud, pubblico o privato.

Questi requisiti variabili risalgono a un'epoca precedente del cloud computing, quando le differenze tra cloud pubblici e privati erano facilmente definibili in termini di ubicazione e titolarità, concetti oggi astratti che rendono le tipologie di cloud ora esistenti molto più complesse. Ad esempio:

I cloud pubblici vengono convenzionalmente eseguiti off premise, ma i provider di cloud pubblico eseguono oggi i servizi cloud nei datacenter on premise dei propri clienti.

I cloud privati vengono convenzionalmente eseguiti on premise, ma le organizzazioni realizzano i cloud privati in data center di proprietà dei fornitori e ubicati off premise.

Per questa ragione è più utile definire il cloud ibrido per i vantaggi che offre. Ogni cloud ibrido deve:

  • Connettere più computer tramite una rete.
  • Consolidare le risorse IT.
  • Essere scalabile e consentire il provisioning rapido di nuove risorse.
  • Consentire lo spostamento dei carichi di lavoro tra gli ambienti.
  • Integrare uno strumento di gestione unico.
  • Orchestrare i processi tramite l'automazione.

Come funziona il cloud ibrido?

I cloud pubblici e privati presenti all'interno di un cloud ibrido lavorano pressoché allo stesso modo dei cloud pubblici o privati indipendenti,

Quando questi ambienti cloud separati vengono collegati tra loro, si ottiene un cloud ibrido. Senza questa interconnettività i cloud ibridi non potrebbero funzionare. È anche la ragione per cui rappresentano le fondamenta dell'edge computing: grazie all'interconnettività è possibile spostare i carichi di lavoro, unificare la gestione e orchestrare i processi. L'efficacia dei collegamenti tra i cloud ha un impatto diretto sulle prestazioni del cloud ibrido.


Come posso realizzare un cloud ibrido?

Ogni cloud è un ambiente a sé. I cloud privati sono unici nel loro genere e il mercato offre migliaia di provider di cloud pubblico, ma non esiste un'architettura cloud che si adatti a tutti. Sebbene le modalità con cui organizzerai il cloud ibrido e le risorse cloud saranno uniche come le tue impronte digitali, è possibile individuare alcuni principi di base che corrispondono a grandi linee alla modalità innovativa e tradizionale di creare un cloud ibrido.

Architettura cloud ibrida tradizionale

I cloud ibridi erano il risultato della connessione di un ambiente cloud privato a un ambiente cloud pubblico, mediante complicate iterazioni del middleware. Era possibile realizzare un cloud privato in modo autonomo o utilizzando un'infrastruttura cloud già predisposta, come OpenStack®. Occorreva quindi un cloud pubblico, ad esempio uno tra i seguenti:

IBM

Infine, serviva il collegamento tra il cloud pubblico e quello privato. Lo spostamento di grandi volumi di risorse tra questi ambienti richiede un middleware potente o una VPN preconfigurata, come quella che diversi provider di servizi cloud includono nei loro pacchetti di sottoscrizione:

Architettura cloud ibrida moderna

L'architettura dei cloud ibridi oggi è cambiata. Invece di connettere gli ambienti, i team IT creano oggi i cloud ibridi focalizzandosi sulla portabilità delle applicazioni eseguite negli ambienti.

In sostanza, funziona così: invece di costruire una strada a due corsie (istanze middleware fisse) per connettere le autostrade di due stati (un cloud pubblico e un cloud privato), ci si focalizza sulla creazione di un veicolo plurivalente in grado di muoversi su strada, in aria e in acqua. Entrambe le strategie consentono di andare da un luogo a un altro, ma se ci si concentra sulla realizzazione di un veicolo universale, servono meno permessi, edificazione, permanenza e si ottiene un impatto ecologico inferiore.

I team IT più innovativi realizzano i cloud ibridi concentrandosi sul veicolo, cioè l'applicazione, che sviluppano e distribuiscono come raccolta di servizi di piccole dimensioni, indipendente e a basso accoppiamento. Eseguendo lo stesso sistema operativo in ogni ambiente IT e avvalendosi di una piattaforma unificata per gestire tutti gli elementi, la valenza universale dell'app si estende agli ambienti sottostanti. Nella pratica, un cloud ibrido prevede oggi:

L'impiego dello stesso sistema operativo astrae tutto l'hardware mentre la piattaforma di gestione astrae tutte le app. È così che si crea un ambiente di elaborazione omogeneo nel quale è possibile spostare le app senza dover gestire una mappa complessa di API che andrebbe reinventata ogni volta che aggiorna un'app o si cambia provider cloud.

Questa interconnessione permette ai team operativi e di sviluppo di collaborare in un ambiente DevOps: un processo attraverso cui i team collaborano in ambienti integrati utilizzando un'architettura di microservizi supportata da container.


Perché il cloud ibrido è così popolare?

Perché consente di approfittare del meglio di ogni cloud. Saron Yitbarek di Command Line Heroes illustra come utilizzare l'open source per collegare più ambienti in un cloud ibrido.

Dal podcast Command Line Heroes

S1E6: Crack the Cloud_Open

Registrati per ricevere consigli utili riservati ai leader IT

Nella newsletter Red Hat Share trovi approfondimenti tecnici utili per la creazione del tuo cloud ibrido.

Al momento disponibile solo in inglese

Tutto ciò che serve per creare un cloud ibrido

Una base stabile e versatile per eseguire il roll out di nuove applicazioni, virtualizzare ambienti e creare un cloud ibrido sicuro.

Red Hat Certified Cloud and Service Provider Program

Trova o diventa un fornitore o provider di servizi o cloud che utilizza l'infrastruttura Red Hat per creare ambienti cloud.

La sottoscrizione che consente di trasferire tutte le tecnologie Red Hat in uso su un cloud pubblico.

Scopri il software enterprise certificato, pronto per l'implementazione istantanea in qualunque cluster OpenShift.

Tutti i vantaggi del cloud ibrido