Accedi / Registrati Account

Cloud computing

Cosa sono i servizi cloud?

Le infrastrutture, le piattaforme o i software ospitati da provider terzi e resi disponibili agli utenti via internet sono ciò che chiamiamo servizi cloud. Essi facilitano il flusso dei dati degli utenti dai client front end (server, tablet, desktop, laptop degli utenti e qualsiasi hardware sul lato utente), verso internet, i sistemi dei provider e di nuovo all'utente. Per accedere ai servizi cloud è sufficiente disporre di un computer, di un sistema operativo e di una connessione di rete a internet.

Tutte le infrastrutture, le piattaforme, i software o le tecnologie a cui gli utenti accedono tramite internet e che non richiedono il download di software aggiuntivo possono essere considerate servizi cloud, incluse le soluzioni "as-a-Service" che vedremo più avanti.

Infrastructure-as-a-Service (IaaS)

La soluzione IaaS offre agli utenti risorse di elaborazione, rete e storage.

Platform-as-a-Service (PaaS)

La soluzione PaaS offre agli utenti una piattaforma sulla quale eseguire le applicazioni, oltre a tutta l'infrastruttura IT necessaria per l'esecuzione.

Software-as-a-Service (SaaS)

La soluzione SaaS offre agli utenti un'app completamente funzionale, la piattaforma sulla quale viene eseguita e l'infrastruttura sottostante alla piattaforma.

Function-as-a-Service (FaaS)

La soluzione FaaS costituisce un modello di esecuzione attivato da eventi che consente agli sviluppatori di creare, eseguire e gestire pacchetti di app come se fossero funzioni, senza dover gestire anche l'infrastruttura.

Da alcuni, i cloud stessi sono considerati servizi cloud. Gli ambienti cloud permettono di estrarre, raggruppare e condividere risorse scalabili attraverso una rete. I cloud consentono il cloud computing, ovvero l'esecuzione dei carichi di lavoro nel sistema. Possono essere considerati una tipologia di PaaS, poiché l'infrastruttura sottostante sulla quale poggia la piattaforma web non è fornita dall'utente.

Cloud privati

Spesso definiti come ambienti cloud dedicati esclusivamente all'utente finale, in genere si trovano all'interno del firewall dell'utente e a volte sono on premise.

Cloud pubblici

Ambienti cloud creati con risorse, la cui proprietà non è dell'utente finale, che possono quindi essere ridistribuite ad altri tenant.

Cloud ibridi

Ambienti con più cloud, ognuno con vari livelli di portabilità, orchestrazione e gestione.

Ambienti multicloud

Sistemi IT che includono più di un cloud, pubblico o privato, che possono o meno essere collegati in rete.

Come funzionano i servizi cloud?

Come ogni altra soluzione IT, i servizi cloud sono costituiti da hardware e software. A differenza delle soluzioni tradizionali, tuttavia, per accedere ai servizi cloud agli utenti occorrono solo un computer, una connessione di rete e un sistema operativo.

Infrastruttura cloud

Per offrire agli utenti un'infrastruttura cloud, i provider di servizi cloud separano le funzionalità di elaborazione dai componenti hardware, ad esempio:

  • La potenza di elaborazione dalle unità CPU
  • La memoria attiva dai chip di RAM
  • Le funzioni di elaborazione grafica dalle unità GPU
  • La disponibilità dello storage dati dalle unità disco o dalle unità flash

Questo tipo di astrazione si ottiene tramite la virtualizzazione. Una volta separati, i componenti di storage, elaborazione e rete vengono forniti agli utenti tramite internet o soluzioni IaaS. L'avvento dello storage su cloud, che prevede l'archiviazione dei big data come parte dell'Internet of Things (IOT) ha origine proprio da questa tipologia di servizio cloud. RackSpace è un ottimo esempio di provider IaaS.

Piattaforme cloud

I provider di servizi cloud possono anche utilizzare le proprie risorse hardware per creare piattaforme, cioè ambienti online nei quali gli utenti possono sviluppare codice o eseguire app. Per realizzare una piattaforma cloud non basta separare le funzionalità di elaborazione dai componenti hardware, come accade con l'infrastruttura cloud. Occorrono infatti livelli aggiuntivi di sviluppo per integrare le tecnologie di containerizzazione, orchestrazione, API (interfacce di programmazione delle applicazioni), routing, sicurezza, gestione e automazione. Per dar vita a un'esperienza online intuitiva, occorre inoltre prevedere la progettazione dell'esperienze utente.

Le piattaforme cloud sono un tipo di PaaS. Quando i componenti dell'infrastruttura che ospita la soluzione PaaS sono altamente scalabili e condivisibili, la soluzione può essere considerata un cloud. I cloud pubblici e i cloud privati gestiti sono esempi ottimali di cloud PaaS.

Provider di cloud pubblico

I provider di cloud pubblico astraggono la propria infrastruttura, le piattaforme o le app dall'hardware che possiedono, le raggruppano in Data Lake e le condividono con i numerosi tenant dislocati in internet. Alcuni tra i cloud pubblici più noti includono Alibaba Cloud, Microsoft Azure, Google Cloud, Amazon Web Services (AWS) e IBM Cloud

Cloud privati gestiti

Anche noti come provider di cloud gestito, i provider di cloud privato forniscono ai clienti un cloud che viene distribuito, configurato e gestito da un'entità diversa dal cliente. Si tratta di un'alternativa adatta alle aziende di piccole dimensioni o con personale IT non specializzato, affinché possano offrire ai propri utenti servizi di cloud privato e infrastrutture migliori.

Software cloud

L'ultimo servizio cloud ampiamente diffuso e fornito dai provider è un'app completa, nota anche come software cloud o SaaS. Per erogare questo servizio sono necessari investimenti consistenti nello sviluppo, poiché il provider offre letteralmente ai clienti un'app online.

Uno dei linguaggi di programmazione più utilizzati per le app online, le app mobile e i prodotti SaaS è il linguaggio HTML5 (Hyper Text Markup Language 5), che a sua volta incorpora tre linguaggi di programmazione per creare app web interattive:

  • HTML: aggiunge contenuti alle pagine web.
  • CSS (Cascading Style Sheets): aggiunge gli elementi di presentazione ai contenuti delle pagine web.
  • JavaScript: aggiunge elementi interattivi ai contenuti delle pagine web.

Perché scegliere Red Hat?

Come parte delle nostre sottoscrizioni as-a-Service Red Hat consente di accedere al codice sorgente, ma non si limita a questo: a tua disposizione avrai una suite di prodotti open source in grado di sostenere qualsiasi soluzione cloud tu abbia intenzione di erogare.