Cerca

Italiano

Accedi Account

Accedi / Registrati Account

Website

Argomento

I vantaggi del cloud

La condivisione delle risorse attraverso collegamenti fisici sta rapidamente lasciando il posto alla distribuzione attraverso le reti, che si serve di infrastrutture, servizi, piattaforme e applicazioni on-demand.

Cosa sono i cloud?

In quanto ambienti IT nei quali estrarre, raggruppare e condividere risorse scalabili attraverso una rete, i cloud consentono il cloud computing, ovvero l'esecuzione dei carichi di lavoro nel sistema. I cloud e il cloud computing non sono tecnologie autonome.

  • I primi costituiscono gli ambienti in cui vengono eseguite le applicazioni.
  • Il secondo è un'azione, ovvero l'esecuzione di un carico di lavoro in un cloud.
  • Le tecnologie sono invece degli elementi concreti, come il software e l'hardware impiegati per realizzare e utilizzare i cloud.

Cloud pubblici, privati, ibridi e multi-cloud

Fino a poco tempo fa, i cloud pubblici, privati, ibridi e multi-cloud erano facilmente distinguibili in base alla loro ubicazione e titolarità. Oggi tali differenze non sono più così nette. Abbiamo fatto del nostro meglio per illustrare le tante tipologie di cloud, ma le definizioni di ieri risultano ormai datate e non riescono a spiegare i cloud odierni, né aiutano a prevedere i loro futuri utilizzi.

Cloud pubblici

Ambienti cloud creati con risorse, la cui proprietà non è dell'utente finale, che possono quindi essere ridistribuite ad altri tenant.

Cloud privati

Spesso definiti come ambienti cloud dedicati esclusivamente all'utente finale, in genere si trovano all'interno del firewall dell'utente e a volte sono on-premise.

Cloud ibridi

Ambienti con più cloud, ognuno con vari livelli di portabilità, orchestrazione e gestione.

Ambienti multi-cloud

Sistemi IT che includono più di un cloud, pubblico o privato, che possono o meno essere collegati in rete.

Come realizzare un cloud

L'architettura o l'infrastruttura cloud perfetta non esistono. Ogni cloud richiede un sistema operativo, ad esempio Linux®, ma l'infrastruttura cloud può prevedere diversi software bare-metal, di virtualizzazione o per container che estraggono, raggruppano e condividono, attraverso una rete, le risorse scalabili. Per questo motivo la migliore definizione di cloud si basa su ciò che l'ambiente è in grado di fare piuttosto che sugli elementi che lo compongono. Un cloud è un sistema IT con le seguenti caratteristiche di configurazione:

  • Consente l'accesso ad altri computer tramite una rete
  • Contiene un repository di risorse IT
  • Garantisce scalabilità e provisioning in tempi rapidi

Un ambiente cloud privato può essere creato ex novo oppure partendo da un'infrastruttura cloud già pronta come OpenStack®; i provider cloud a cui affidarsi sono migliaia, distribuiti in tutto il mondo. Di seguito i più noti:

Logo Alibaba Cloud
Amazon Web Services
Logo Microsoft Azure

Per la creazione di un cloud ibrido è necessario prevedere la portabilità, l'orchestrazione e la gestione dei carichi di lavoro. La modalità standard per creare questo tipo di connessioni prevede l'impiego di interfacce di programmazione delle applicazioni (API) e di reti private virtuali (VPN). I principali provider cloud includono nelle sottoscrizioni offerte una VPN preconfigurata:

Un'altra strategia per realizzare un cloud ibrido prevede l'esecuzione dello stesso sistema operativo in tutti gli ambienti e lo sviluppo di app containerizzate e cloud-native gestite tramite un motore di orchestrazione universale come Kubernetes. Il sistema operativo astrae tutto l'hardware mentre la piattaforma di gestione astrae tutte le app. In questo modo ogni app viene distribuita in ogni ambiente senza che ogni volta sia necessario perfezionare l'app, formare di nuovo il personale, suddividere la gestione o sacrificare la sicurezza.

Servizi cloud

Infrastructure-as-a-Service (IaaS)

Tramite una connessione di rete, IaaS (Infrastructure-as-a-Service) offre agli utenti le risorse cloud di elaborazione, rete e storage. La proliferazione di big data, app per dispositivi mobili e dell'Internet of Things (IoT) ha portato alla diffusione di provider di storage dei dati IaaS; DropBox ne è un esempio.

Platform-as-a-Service (PaaS)

Tramite una connessione di rete, PaaS (Platform-as-a-service) offre agli utenti una piattaforma di software applicativo e tutta l'infrastruttura IT necessaria alla sua esecuzione. È la modalità di erogazione delle piattaforme cloud più diffusa.

Software-as-a-Service (SaaS)

Tramite una connessione di rete, SaaS (Software-as-a-Service) offre agli utenti un'app completamente funzionante, la piattaforma su cui viene eseguita e tutta l'infrastruttura IT necessaria. È la modalità di erogazione delle applicazioni cloud più diffusa.

Perché scegliere Red Hat?

Indipendentemente dal tipo di cloud adottato (pubblico, privato o ibrido), riteniamo che debba essere open. Molte infrastrutture cloud si basano su Linux® e altri software open source, e nessuno conosce l'open source più di Red Hat. Con Red Hat, il cloud computing è facile, grazie alle funzionalità di automazione, ai servizi di consulenza a 360° e alla formazione pratica erogata da istruttori qualificati.

Alcune configurazioni cloud

Infrastruttura

La piattaforma ideale che consente alle aziende di creare un cloud privato e ai provider di servizi di costruire un cloud pubblico.

Piattaforma

Questa combinazione tra una piattaforma per app e un'infrastruttura cloud privata contribuisce a implementare i container nell'intero stack IT

Scopri tutti gli utilizzi del cloud

Il marchio denominativo OpenStack® e il logo OpenStack sono marchi commerciali/di servizio di proprietà della OpenStack Foundation o marchi commerciali/di servizio registrati negli Stati Uniti e in altri Paesi, e sono da utilizzarsi previa autorizzazione della OpenStack Foundation. Red Hat non ha rapporti di affiliazione con la OpenStack Foundation o con la community di OpenStack, né riceve da esse sponsorizzazioni o finanziamenti.