Accedi / Registrati Account

Automazione

Cos'è la gestione della configurazione?

La gestione della configurazione è l'insieme di procedure attuate per mantenere sistemi, server e software coerenti e corrispondenti alle esigenze aziendali. È un modo per assicurare che il sistema funzioni come previsto, malgrado le eventuali modifiche apportate nel tempo. 

Per gestire la configurazione dei sistemi IT occorre definirne lo stato desiderato, ad esempio la configurazione dei server, dopodiché è necessario creare e gestire tali sistemi. Strettamente correlata alla valutazione delle configurazioni e all'analisi delle deviazioni, la gestione delle configurazioni le utilizza entrambe per identificare i sistemi che richiedono aggiornamenti, riconfigurazioni o patch.

Perché conviene gestire la configurazione

La gestione della configurazione garantisce la documentazione regolare di tutte le modifiche apportate, grandi o piccole che siano. I problemi di configurazione possono determinare prestazioni inadeguate, incoerenze o problemi di conformità, che influiscono negativamente sulle operazioni e la sicurezza dell'azienda. Le modifiche non documentate apportate a numerosi sistemi e applicazioni contribuiscono ad aumentare l'instabilità e i tempi di inattività.

In un ambiente di grandi dimensioni, l'identificazione dei sistemi che richiedono attenzione, la determinazione degli interventi di correzione con le relative priorità e la verifica del completamento sono troppo complicate per essere eseguite manualmente. Ma senza documentazione, manutenzione e processi di controllo delle modifiche, amministratori di sistema e sviluppatori software non possono conoscere il contenuto dei vari server o identificare il software che deve essere aggiornato.

I sistemi di gestione della configurazione consentono di definire in modo coerente le impostazioni dei sistemi, per crearli e gestirli in base ai modelli di riferimento. La gestione della configurazione consente a utenti e amministratori di conoscere la posizione esatta di determinati servizi e lo stato attuale delle diverse applicazioni.

Uno strumento appropriato per la gestione della configurazione consente di:

  • Classificare e gestire i sistemi per gruppi e sottogruppi. 
  • Modificare le configurazioni base da una posizione centrale.
  • Distribuire nuove impostazioni a tutti i sistemi applicabili. 
  • Automatizzare l'identificazione dei sistemi e l'applicazione di patch e aggiornamenti
  • Identificare le configurazioni obsolete, con prestazioni inadeguate e non conformi. 
  • Assegnare le giuste priorità alle varie azioni. 
  • Accedere alle correzioni prescrittive e applicarle.

Vantaggi della gestione della configurazione

Pensaci bene. Controllando di frequenza tutti i dettagli, si possono evitare riparazioni future, costose e più complicate. La gestione della configurazione consiste nel risolvere i piccoli problemi prima che diventino insormontabili. 

Consente, ad esempio, di accertarsi che ci sia corrispondenza tra l'ambiente di test e quello di produzione. In questo modo si avranno meno problemi con le applicazioni una volta distribuite rispetto a quelli riscontrabili se i due ambienti non fossero esattamente uguali.

Poiché permette di conoscere tutte le caratteristiche dell'ambiente originale, la gestione della configurazione consente infatti di ottenere una replica esatta di un ambiente, con le configurazioni e i software corretti.

Automatizzare la gestione della configurazione

La gestione della configurazione ha il compito di mantenere i sistemi nello stato previsto. Questa condizione viene in genere ottenuta con una gestione manuale o con scripting personalizzati eseguiti dagli amministratori del sistema. L'automazione consiste nell'impiego di software per l'esecuzione di attività come la gestione della configurazione, così da ridurre costi, complessità ed errori.

Tramite l'automazione, uno strumento di gestione della configurazione può eseguire il provisioning di un nuovo server in pochi minuti e senza errori. L'automazione può essere eseguita anche per mantenere lo stato richiesto di un server, ad esempio rispetto a un ambiente operativo standard, senza dover utilizzare gli script di provisioning che erano prima necessari.

Strumenti per la gestione della configurazione

Red HatⓇ AnsibleⓇ Automation Platform, utilizzato come strumento per la gestione della configurazione, consente di memorizzare lo stato corrente dei sistemi, agevolandone la manutenzione. Gli strumenti di gestione della configurazione accelerano le modifiche e i deployment, evitano i potenziali errori umani e al tempo stesso assicurano la scalabilità e la prevedibilità della gestione dei sistemi.

Permettono inoltre di tenere traccia dello stato delle risorse, evitando di ripetere, ad esempio, l'installazione dello stesso pacchetto. 

Automatizzare la gestione della configurazione migliora anche il ripristino dei sistemi dopo un evento critico.Se, per una ragione sconosciuta, un server subisce un guasto, è possibile implementarne uno nuovo e, grazie alla documentazione delle modifiche e degli aggiornamenti eseguiti, identificare rapidamente l'origine del guasto. 

Gli strumenti di gestione della configurazione possono anche supportare le attività di auditing del sistema, per individuare più velocemente l'origine del problema. 

Perché scegliere Red Hat per l'automazione

Red Hat collabora con la community open source a iniziative che riguardano le tecnologie di automazione. I nostri ingegneri contribuiscono al miglioramento di funzionalità, affidabilità e sicurezza per garantire alle aziende processi e tecnologie stabili e sicuri. Nel rispetto dei principi dell'open source, Red Hat collabora ai progetti upstream migliorando il codice e promuovendo i risultati attraverso la condivisione.

Le soluzioni, i servizi e la formazione Red Hat offrono il controllo necessario per l'automazione aziendale e lasciano lo spazio per dedicarsi agli obiettivi di crescita e all'innovazione.